Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Ok

Ho imparato da tempo a sopportare le contumelie di mia figlia.

Metto una pietra sopra al malumore, al nervosismo, agli sbalzi d’umore, insomma a tutto quello che caratterizza l’adolescenza. Con maggiori difficoltà, ma riesco a passare oltre anche all’arroganza (a fatica, lo ammetto, perché l’arroganza è uno dei mali di questo nostro tempo).

L’esperienza (la mia esperienza, in particolare) mi ha insegnato che nella vita ci sono cose più importanti.

Una di queste è il rispetto.

Perciò, quando sento che manca di rispetto (a me o a sua madre), allora mi arrabbio.

E quando mi arrabbio veramente io non urlo, anzi. Faccio silenzio. Tronco la discussione. Chiudo i rapporti.

In attesa di scuse che non arriveranno.

E in attesa che passi la bufera, perché la vita continua, malgrado tutto.

Ma non tutti i mali vengono per nuocere. Domani mattina si alzerà da sola alle sei per andare in gita. Si preparerà da sola i panini. Andrà in stazione a piedi e tornerà dalla stazione a piedi.

P.S.: stasera durante la cena mi sforzavo di ricordare un episodio nel quale avessi mancato di rispetto a mio padre, volontariamente. Non me ne è sovvenuto alcuno (notare la finezza letteraria…).

Arrabbiata

Annunci

2 maggio 2017 - Posted by | Notizie dal mondo fatato, Un po' di me | ,

19 commenti »

  1. Hai ragione e fate bene, il rispetto non deve mai mancare!

    Commento di Silvia | 2 maggio 2017 | Rispondi

    • E’ la condizione essenziale dei rapporti umani che siano appunto “umani”.

      Commento di aquilanonvedente | 4 maggio 2017 | Rispondi

  2. Un giorno questi insegnamenti ritorneranno per lei come un boomerang. Ma solo perché glielo hai insegnato tu. 👍👏

    Commento di Mapy | 3 maggio 2017 | Rispondi

  3. Il rispetto in primis. L’adolescenza peró è complicata. Qualcuno scriveva che sono come dei neonati a cui aprono gli occhi per la prima volta alla vita.

    Commento di lali1605 | 3 maggio 2017 | Rispondi

  4. Io faccio uguale, ma cedo prima… non riesco a tenerle il muso a lungo 😦

    Commento di Bia | 3 maggio 2017 | Rispondi

    • Eh… I musi lunghi non piacciono neanche a me, ma se sconfinano nell’indifferenza è quasi peggio.

      Commento di aquilanonvedente | 4 maggio 2017 | Rispondi

      • E’ vero, l’indifferenza è molto, molto peggio!

        Commento di Bia | 5 maggio 2017 | Rispondi

  5. Scusa Aquillone, ma perché aspettare una scusa che non arriverà mai? Il passare una bufferà che non è altro che un girare la risposta. Un “non vedere” quello che è successo. Io non dico come risolveresti questo “grattacapi”…. ma forse…. forse… se useresti il modo in quale tua madre è riuscita a non farti ricordare nemmeno una volta il tuo mancamento di rispetto….

    Commento di Valentino | 3 maggio 2017 | Rispondi

    • Eh… Probabilmente i miei genitori erano migliori di me a fare i genitori.

      Commento di aquilanonvedente | 4 maggio 2017 | Rispondi

  6. L’adolescenza è difficile ed i tempi sono cambiati. A volte il modo di manifestare rispetto cambia con le generazioni.
    È vero che magari lei col senno di poi si renderà conto dell’errore… è vero anche che a volte ci rendiamo conto di aver avuto reazioni più forti del necessario.
    Non conosco i fatti, ma oggi sono in modalità zen. E come ha detto papa Francesco: la vita é “linda”. Ma dobbiamo saperla guardare con occhi altrettanto”lindi”

    Buon giovedì

    Commento di magicamente73 | 4 maggio 2017 | Rispondi

  7. Hai fatto bene, ma non tenerle il muso a lungo:dille sinceramente cosa ti ha irritato del suo comportamento e cosa ti aspettavi da lei, ascoltala… non chiuderle la possibilità di comunicare con te. E’ molto importante che lei abbia la certezza di poter contare sempre su te nonostante le sue crisi, li suoi malumori, le sue frustrazioni le sue inadeguatezze … un saluto!

    Commento di nonsonosola63 | 8 maggio 2017 | Rispondi

    • C’ho provato due volte, ma ricade sempre nello stesso viziaccio. Stasera mi ha chiesto di fare pace, dopo una sua rispostaccia durante la cena, ma ho rifiutato.

      Commento di aquilanonvedente | 11 maggio 2017 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: