Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Una bruttissima serata

portovenereScrivo in uno stato di tensione intollerabile. All’alba non esisterò più.

Così inizia Dagon, uno dei più celebri racconti di Howard Phillips Lovecraft.

Io potrei scrivere: “Scrivo in uno stato di delusione insostenibile. All’alba me ne andrò da qui.

Si preannunciava un bel week-end questo.

Oggi pomeriggio ho portato gli auguri di Natale, accompagnati da un dolce (che non fa mai male mettere qualcosa sotto ai denti) al reparto di medicina e di day hospital dell’ospedale del mio paese: nel primo sono stato ricoverato per una settimana quando, a metà terapia radio-chemio, ho smesso completamente di mangiare; nel secondo hanno proseguito la terapia chemioterapica, accompagnandola con una di supporto per tenermi in piedi. Il personale è stato talmente gentile e premuroso che mi sento quasi in debito con loro.

Per domani mi aspettava un pomeriggio di shopping in città con la piccola.

Per domenica mattina avevo in programma di preparare le famose lasagne verdi e poi al pomeriggio… Star Wars!

Niente di speciale, intendiamoci, ma io mi accontento di poco.

E invece…

E invece stasera abbiamo quasi toccato il fondo.

Mi mancano le forze per andare avanti.

Io ho bisogno di tranquillità.

Io ho bisogno di ragionare, quando ci sono problemi da risolvere.

Io voglio cercare soluzioni; le urla non mi interessano.

Io ho bisogno della famiglia per ricaricarmi, non per svuotarmi di energie.

Io ho bisogno di pensare positivo, per darmi una spinta in più per guarire e non di arrivare a sperare di avere davanti ancora pochi anni di vita.

Io ho bisogno di lavorare per costruire un futuro migliore per la mia famiglia, perché se non vedo futuro, allora tanto vale…

Ora me ne vado a letto.

Ho spento il cellulare e non ho alcuna voglia di riaccenderlo.

Se non riuscirò a dormire, forse stanotte me ne andrò.

Stacco da tutto.

Completamente.

Che si arrangino.

 

Annunci

19 dicembre 2015 - Posted by | Un po' di me |

25 commenti »

  1. E che dirti amico mio ???
    Il tuo pessimismo NON è campato in aria … altri ( e perfino io … ) avrebbero già mollato e si sarebbero abbandonati, senza sbocchi, al più amaro pensare, al più cupo sentire … all’ isolamento totale in quelle lande dove nessuna vita è più possibile !
    Non Tu …. non l’ @Aquilanonvedente che tutti conosciamo ed amiamo : CORAGGIO !
    In questo lento morire che, per tutti e tutte, è la vita, ti conforteranno il tuo modo di essere, di lottare, e tutti gli affetti che hai saputo, come pochissimi fra quelli che conosco, seminare in ogni dove, ovunque ti portassero la tua memoria e il sogno irriducibile !

    Commento di cavaliereerrante | 19 dicembre 2015 | Rispondi

  2. Purtroppo le discussioni capitano, non te la prendere troppo, sono cose passeggere poi tutto si rimedia cerca di non ingigantire la cosa….. Un abbraccio!

    Commento di Silvia | 19 dicembre 2015 | Rispondi

  3. Forza!! Ti ammiro per il tuo modo di lottare. Ricarica le batterie e vai avanti. Un abbraccio

    Commento di magicamente73 | 19 dicembre 2015 | Rispondi

  4. Ehi?! un problema alla volta.
    Non ti si può dire nulla perché tutto quello che dici, anche le cazzate, sono giuste, però tu sei forte e non posso neanche dirti che noi siamo qua perché non è vero, possiamo pensarti e fare il tifo per te, ti basta?
    Ora la vita ti chiede coraggio e tu non puoi deluderla la tua vita…ok?
    Io ti voglio bene, quel bene che è condivisione, vicinanza virtuale…se vuoi possiamo anche scriverci in privato, chiacchierare…
    Hai toccato il fondo, ok…non puoi che risalire.

    Commento di sabby | 19 dicembre 2015 | Rispondi

    • Quando hai toccato il fondo, trovi sempre qualcuno che ti spinge ancora più giù.

      Commento di aquilanonvedente | 21 dicembre 2015 | Rispondi

  5. Non facevo della “retorica pietosa” …. sulla tua pelle, @Aquila, quando ti assicuravo che, tutto ciò che di bello e profondo hai seminato, ti sarebbe arrivato “con gli interessi” !
    Ecco qui, infatti, TRE DONNE VERE, ciascuna col suo guardino incantato dove è lecito sognare, ma tutte e tre ancorate alla quotidianità, tutte e tre non sfuggite al dolore personale ed alla tragicità di questa strana esistenza , Ebbene tutte e tre, @Silvia, @Magic e @Sabby, si riconoscono nelle tue sofferenze, e ti esortano a non dimenticare te stesso ed a mettere in campo la tua, lodevole, capacità di combattere !
    Per quello che vale ( e per me, chiamatemi pure “sognatore” … VALE TANTISSIMO ), ti siamo vicinissimi …. Tu mettici il tuo !!! 🙂

    Commento di cavaliereerrante | 19 dicembre 2015 | Rispondi

  6. ti penso.

    Commento di valeriascrive | 20 dicembre 2015 | Rispondi

  7. Io non ho capito molto, suppongo si tratti di discussioni in famiglia, di quelle che generalmente fanno da “ciliegina sulla torta” (detta pure “goccia che fa traboccare il vaso”) a giornate dure di una vita dura, quelle giornate in cui uno ce la mette tutta per restare a galla e magari anche sorridere, e ritrovare la forza di lottare. A questo punto l’unica è sì, se ci si riesce, mettersi a dormire, dire stop, chiudere occhi e orecchie e ricordarsi che aveva ragione la mitica O’Hara, domani è un altro giorno!

    Commento di Diemme | 20 dicembre 2015 | Rispondi

  8. BUM BUM … c’ è nessuno ???
    Qualcuno/qualcuna ha visto @Aquila … da qualche parte ?!?!?
    Beh … Io cjò da fa’ …. ma gli lascio qui GGRATIS” una confezione di cleenex con cui asciugarsi i lacrimoni !!! :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 21 dicembre 2015 | Rispondi

  9. Uffu… ti avevo scritto un bel messaggio tramite la app wordpress nel cellulare e a quanto pare è stato tutto inutile… non è passato! 😦
    Cercherò di ricordarmi cos’avevo scritto… allora……….. ehm……. l’è dura alla mia età

    Commento di Mapy | 21 dicembre 2015 | Rispondi

  10. dicevo… l’è dura alla mia età ricordare e pure le dita vanno a fare quello che gli pare, cliccando invio prima di aver finito le frasi… Vabbè… mi ricordo che ti avevo dato dei consigli sull’essere positivo sempre e comunque, ma soprattutto, mi ricordo di aver concluso con un “ajò” e anche “alza quel culo e affronta tutto sorridendo”, credo di aver scritto così. Accontentati caro. 😉

    Commento di Mapy | 21 dicembre 2015 | Rispondi

  11. E non ho nemmeno fatto le lasagne!
    E non sono nemmeno andato al cinema!
    E vaff… 😈

    Commento di aquilanonvedente | 21 dicembre 2015 | Rispondi

  12. Spero che di quella…”bruttissima serata”, ora sia rimasto solo un “bruttissimo ricordo”!
    Dai…mettiti a cucinare le lasagne per i prossimi giorni festivi…fallo per te!…Così, oltre che calmare l’appetito, ti fai anche onore!

    Dormi bene, un abbraccio
    Nives

    Commento di nives1950 | 22 dicembre 2015 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: