Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

I casi della vita…

Una nuova famiglia sta per entrare in un appartamento di fronte al nostro palazzo.

Si tratta di una delle case a schiera di edilizia residenziale pubblica, le cosiddette “case popolari”.

Quest’estate alcuni operai hanno sistemato l’alloggio (vuoto da diversi anni) e hanno creato uno scivolo sul marciapiede di fronte all’ingresso.

In un giorno di ferie ho visto quella che probabilmente è la famiglia che verrà ad abitarvi: due adulti e un ragazzo, presumo un padre, una madre e un figlio: quello in carrozzina è il padre.

E’ stato a quel punto che mi sono fermato un attimo a riflettere.

Sulla vita.

Oggi stai bene, lavori, viaggi, ti diverti, fai progetti per il futuro e il giorno dopo ti ritrovi in ospedale, con la prospettiva di interventi chirurgici, terapie più o meno devastanti, perdita del lavoro, cambio di casa, ecc.

E puoi anche passare dal cosiddetto “ceto medio” alla povertà, oppure dalla povertà all’accattonaggio.

E ti va ancora bene se hai una famiglia che ti segue e ti supporta.

Ci si dimentica spesso di queste situazioni, ma ne esistono tante, che non fanno notizia.

Purtroppo.

4 ottobre 2020 Posted by | Storie ordinarie | | 6 commenti