Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

La favola del colibrì

Gira in questi giorni in rete una favola, la cosiddetta favola del colibrì.

Vi possono essere diverse versioni, ma la morale è sempre la stessa.

Brucia la foresta.

Tutti gli animali scappano, eccetto un colibrì che fa la spola tra l’incendio e il fiume: si riempie il becco e scarica l’acqua sulle fiamme.

L’incendio manco si accorge di questa goccia d’acqua, ma lui continua imperterrito la spola.

Anche quando il leone gli chiede: “Ma che fai? Pensi veramente di spegnere l’incendio con l’acqua che porti nel becco?”

E il colibrì: “Io faccio la mia parte“.

Ci eravamo dimenticati della morale nascosta in questa storiella: nei momenti di difficoltà conta di più il coraggio che la forza.

Oggi tutti abbiamo paura (chi non ha paura è un imbecille, pericoloso per sé e per gli altri), ma qualcuno la paura riesce a controllarla, a governarla, continuando a fare il proprio lavoro (qualunque sia); qualcun altro invece se la fa sotto e si dilegua.

Molti di quelli che si dileguano sono quelli arroganti, quelli del “se sbagli sei fuori“, quelli che chiamano “call” le chiamate (parla come mangi, coglione). Che poi si ripresenteranno puntuali a raccogliere i frutti del lavoro degli altri, come hanno fatto per tutta la vita.

Esseri inutili.

29 marzo 2020 - Posted by | Sani principi | ,

7 commenti »

  1. concordo, è sempre così…

    Commento di silvia | 29 marzo 2020 | Rispondi

  2. Schifosi ! 👿
    Evviva il piccolo colibrì ! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 29 marzo 2020 | Rispondi

    • 🙂

      Commento di aquilanonvedente | 31 marzo 2020 | Rispondi

      • Aqui caro, nell’ ultima intervista di Madre Teresa da Calcutta rilasciata ad un giornalista statunitense, costui le disse : “D’accordo, Madre, lei fà tantissimo per i poveri diseredati della terra, ma in certi ambienti si dice anche che la sua opera equivale a sottrarre una goccia d’ acqua all’ oceano !” .
        Madre Teresa, gia piegata dal male che la incurvava, sollevò a fatica la testa e, guardando l’ interlocutore, gli rispose : “Sì ….. ma è pur sempre UNA GOCCIA IN MENO” !
        Ecco, mio caro amico …..quella Madre Teresa lì, mi ha ricordato il colibrì di cui ci hai parlato Tu, ed allora non posso che dire : “Li mortacci vostri, brutti schifosi …. Evviva invece il piccolo Colibrì e Madre Teresa,che non si misero mai paura nell’ iniziare la loro opera meritoria !” 😀

        Commento di cavaliereerrante | 31 marzo 2020 | Rispondi

  3. Quanto anch’io non sopporto i cogl**ni di cui parli e quanta verità nelle tue parole, grazie

    Speriamo di cavarcela, con la salute primariamente e poi per il resto
    Un sorriso

    Commento di Ondina | 30 marzo 2020 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: