Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Presunto colpevole

L’aggettivo “presunto” nel titolo è evidentemente una forzatura, quasi una provocazione.

Marcello Sorgi sa benissimo che Craxi non è stato affatto “presunto, bensì “effettivo”.

Craxi è stato colpevole di avere distrutto il Partito Socialista Italiano e la sua storia centenaria.

Craxi è stato colpevole di avere organizzato il PSI come una macchina da guerra, perennemente in trincea contro i democristiani e i comunisti.

Craxi è stato colpevole di avere trasformato il PSI in uno strumento di raccolta di tangenti, a tutti i livelli, da Roma fino al più sperduto paesino italiano.

Craxi è stato colpevole di averci lasciato un debito pubblico che ce lo porteremo sulle spalle vita natural durante.

Si dice che sia stato uno statista. Uno statista che nel 1987, quando ha dovuto passare la mano alla guida del governo, ha disertato il passaggio di consegne: questo non è un comportamento da statista, ma da bambino al quale hanno sottratto il giocattolo con cui si stava trastullando.

Poteva essere portato in Italia negli ultimi mesi di vita, per essere operato e come gesto di riconciliazione?

Sì, se avesse accettato il risultato dei processi ai quali era stato sottoposto.

Per fortuna che ci fu un galantuomo come Francesco Saverio Borrelli che si rifiutò di fargli un trattamento di favore.

Ora si dice che Craxi possa essere “rivalutato”. Per i sopravvissuti al craxismo (come me, anche se in forma modesta) non c’è rivalutazione che tenga.

16 febbraio 2020 Posted by | Libri, Politica | , | 2 commenti