Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Hammamet

Non potevo certamente perdermi questo film di Gianni Amelio.

Non potevo perderlo perché il mio ingresso nella politica è avvenuto negli anni del craxismo imperante.

Non potevo perderlo perché di quella stagione ho ricordi vividi.

Non potevo perderlo anche perché sono un po’ nostalgico di una stagione nella quale i politici erano politici nel vero senso della parola, non come le macchiette attuali.

L’interpretazione di Favino è eccezionale: non solo nella somiglianza fisica, ma anche nella gestualità, nel tono di voce, nei silenzi, negli sguardi.

A fronte di questa interpretazione, però, non c’è – secondo me – un film altrettanto all’altezza della situazione: a tratti l’ho trovato un po’ noioso. Se l’obiettivo era farci conoscere il Craxi degli ultimi mesi di vita, secondo me non è stato azzeccato compiutamente. Mi aspettavo di conoscere di più sui pensieri di un politico che aveva in mano un Paese e che si ritrovava costretto a fuggire all’estero per evitare la prigione.

Ma chi era Craxi? Uno statista costretto all’esilio da una congiura, oppure un manigoldo latitante?

Per la mia esperienza, era un politico che ha trasformato il suo partito in un’immensa macchina da raccolta di tangenti: ha organizzato e strutturato questa attività, trasformando il PSI in una macchina da guerra, sempre pronta a occupare lo Stato e a difendere le proprie posizioni.

E quelli che gli lanciarono le monetine furono gli stessi che votarono poi per Berlusconi, poi per i 5stelle e ora per la Lega.

 

11 gennaio 2020 - Posted by | Film, Politica | ,

5 commenti »

  1. L’ho visto anch’io ieri sera. Io ero a Sousse. La sua casa era blindata a 1 km di distanza. E che non rompano quelli che…i partiti. Lui come tanti erano politici erano statisti governavano un paese. Ora? Eh?

    Favino superbo.

    Commento di lali1605 | 11 gennaio 2020 | Rispondi

  2. Qui da me … ancora non l’ hanno dato, ma non appena entrerà in programmazione nelle sale …. correrò a vederlo !
    Chi fu Benedetto Craxi … detto “Bettino” ???
    Un mariuolo, un creatore ( e fruitore ) di tangenti … ma anche un grande statista !
    Favino ???
    Non finisce mai di sorprendermi per la sua bravura, e qui non solo per l’ incredibile somiglianza ( che, del resto, è merito dei truccatori … s’ intende ) con l’ esule inseguito dall’ Interpool, bensì soprattutto per la somiglianza interiore, la gestualità, il tono di voce … che è tutto merito suo ! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 12 gennaio 2020 | Rispondi

  3. Non ne ho mai capito molto di politica perché non mi sono mai voluta addentrare nell’argomento, ma dai fatti a parer mio è stato solo il capro espiatorio dell’andazzo che regnava, penso che tutti i politici usassero il sistema delle tangenti , era un “modus operandi” della politica in generale, ma fu facile dare tutta la colpa a lui perché era sfrontato, sicuro di se e non si tirava mai indietro di fronte a nulla!
    Del resto, anche se magari in maniera diversa, lo stesso sistema continua anche oggi, solo che, come hai ben detto, seppur con mille difetti, quelli di allora erano veri politici, quelli di oggi, con un milione di difetti sono dei “quaquaraquà”!
    Favino è spettacolare, l’ha studiato nei minimi particolari, nella gestualità, nelle inflessioni della voce e nell’atteggiamento tanto da essere praticamente identico, un vero professionista, penso che sia uno tra i migliori attori Italiani di oggi.

    Commento di silvia | 12 gennaio 2020 | Rispondi

  4. Concordo con Silvia : Favino, con Alessio Boni, Fabrizio Giffuni, Giuseppe Fiorello, Marco Giallini, Alessandro Gassman e Luca Zingaretti, sono, per me, i migliori Attori d’ Italia …. e non solo ! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 12 gennaio 2020 | Rispondi

  5. Non è vero che “erano tutti così”. Molti erano così, tanti, la maggioranza, la stragrande maggioranza forse, ma non tutti.
    Io non ero così e ho conosciuto altri amministratori che non erano così.
    Craxi e i suoi tirapiedi trasformarono il PSI: ne fecero un’organizzazione strutturata per chiedere il pizzo, come faceva e fa la mafia. Che Craxi avesse un disegno politico è sicuramente vero, peccato che sia annegato nella furfanteria.

    Commento di aquilanonvedente | 12 gennaio 2020 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: