Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Camminare

Oggi pomeriggio sono uscito verso le tre e mezza e ho fatto la mia solita camminata di due ore (e cinque minuti).

L’aria non era eccessivamente fredda, anzi in questo periodo fa freddo al mattino, ma poi nelle ore centrali della giornata la temperatura raggiunge i 7-8 gradi, a volte anche 10-11.

Quando  fa troppo freddo per andare in bicicletta mi metto a camminare.

Non pensavo che mi sarebbe piaciuto, perché a differenza della bicicletta nella camminata è insita la lentezza.

Le distanze assumono una diversa connotazione, il percorso viene ispezionato metro per metro, l’aria entra liberamente nei polmoni, senza filtri, lo sguardo può perdersi nella campagna, senza timore di andare a sbattere. Anche il leprotto che lesto attraversa il sentiero appare quasi più tranquillo, come se sapesse che, vada come vada, non lo raggiungerai mai e poi mai.

Camminare senza meta, senza orari, dà un senso di libertà e aiuta a riflettere sulle cose della vita.

Poi si torna a casa…

15 dicembre 2019 Posted by | Storie ordinarie | , | 11 commenti