Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Cena con delitto

Parte un po’ lento ‘sto film, a dire la verità.

Se devo confessarlo, credo di avere pisolato per qualche minuto, ma forse era la stanchezza (forse).

Poi un improvviso balzo di volume mi ha svegliato.

Però poi il film mi è piaciuto e alla fine c’è l’immancabile colpo di scena.

Un ruolo diverso dal solito per Daniel Graig, detective un po’ tardo che però alla fine si scopre che ha capito tutto.

Brava anche Ana de Armas, l’infermiera al centro di tutta la storia, che vomita tutte le volte che dice una bugia.

Consigliato solo se al cinema state lontani da tardo adolescenti che passano due ore a sgranocchiare pop corn e succhiare coca cola.

 

8 dicembre 2019 Posted by | Storie ordinarie | | 4 commenti