Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Orgoglio e pregiudizio

Pur sembrando un romanzetto “leggero leggero”, questo libro di Jane Austen mi ha intrigato fin dall’inizio e proseguendo nella lettura mi sono accorto che è uno di quei libri da rileggere, per apprezzarne appieno tutte le sfumature (quando sarò un vecchietto pensionato non ancora rincoglionito lo farò sicuramente).

Per il modo com’è scritto, per la costruzione dei personaggi, per i dialoghi, per le descrizioni dei luoghi.

Orgoglio e pregiudizio è un romanzo piacevole, a tratti spiritoso.

Prendiamo per esempio come Elisabeth (la protagonista del romanzo) liquida un suo spasimante particolarmente asfissiante.

Era ormai assolutamente necessario interromperlo.

– Voi siete troppo frettoloso, signore – esclamò lei. – Dimenticate che non vi ho dato alcuna risposta. Permettetemi di farlo senza altro indugio. Accettate i miei ringraziamenti per il complimento che mi fate. Comprendo l’onore della vostra proposta, ma mi è assolutamente impossibile fare altro, se non declinarla.

Ma lui insiste e allora lei replica.

– In fede mia, signore, – esclamò Elisabeth, – la vostra speranza è davvero straordinaria, dopo quanto vi ho detto. Sono molto seria nel rifiutarvi. Voi non mi rendereste felice e sono persuasa di essere l’ultima donna al mondo che potrebbe rendere felice voi.

Pensate che lui abbia capito e che finalmente desista? Certo che no, anzi, pensa che lei scherzi e allora Elisabeth è costretta a una controffensiva.

– Ma insomma, signor Collins – esclamò Elisabeth un po’ accalorata, – mi imbarazzate moltissimo! Se quello che ho detto fino ad ora può sembrarvi un incoraggiamento, non so come esprimere il mio rifiuto in modo da convincervi che si tratta veramente di un rifiuto.

Elisabeth è forse un po’ l’autoritratto della piccola Jane, che scrisse questo romanzo all’età di ventun anni e ne aspettò ben sedici prima che fosse pubblicato, nel 1813, temendo che fosse “un po’ troppo leggero, e brillante, e spumeggiante…

Ed è fin dalle prime pagine che ho provato uno spontaneo moto di simpatia verso l’autrice e i personaggi che ha creato in questa deliziosa storia.

Annunci

16 aprile 2019 Posted by | Libri | | 7 commenti