Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

E mo’ chi voto?

Sono anni ormai che il mio voto tiene conto di due variabili:

il programma del partito/coalizione;

le persone candidate.

Non è sufficiente che sia d’accordo con il programma: è anche necessario che i candidati siano “allineati” con quest’ultimo. Se un partito nel programma sostiene di voler combattere l’evasione fiscale e poi candida un evasore, ovviamente non lo voto. Se sbandiera ai quattro venti l’onestà e poi candida un delinquente, non lo voto.

Il 26 maggio nel mio Comune si voterà per le elezioni amministrative.

Allo stato attuale delle cose, dovrebbe ricandidarsi il sindaco uscente (di centro destra) e un altro torbido personaggio che al momento dovrebbe avere anche l’appoggio del Partito Democratico.

Il candidato in questione è un ladro, arrogante, trafficone, ignorante, violento e ha riunito attorno a sé la peggior feccia del paese (PD compreso, purtroppo).

Ergo: non lo voto nemmeno se mi pagano.

Domanda: e allora per chi voto?

Per il meno peggio, turandomi il naso?

Mi astengo?

Non andare a votare è un’opzione che non mi appartiene.

Accettasi suggerimenti, tenchiu. Prometto in cambio maxi fetta di torta della nonna.

Annunci

27 marzo 2019 Posted by | Politica | | 6 commenti