Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Mi chiedo come sia possibile…

Si stanno avvicinando le elezioni (europee e amministrative), entrambe – se non ho capito male – il 26 maggio.

Epperfortuna che hanno unificato le date (a parte, ovviamente, i ballottaggi)!

Si vota, dunque, e i candidati si stanno scaldando, anche a livello locale.

E mi chiedo come sia possibile che alcuni candidati abbiano la capacità di coagulare attorno a sé il peggio della feccia esistente. Persone arroganti, oppure ignoranti, oppure semplicemente ridicole. Qualcuno in buona fede, catturato dalle promesse del prestigiatore di turno.

C’è chi si candida per l’ennesima volta, incapace di staccare le sue (flaccide) chiappe dalla poltrona, anche se trattasi di quella di consigliere comunale. Che viene da chiedergli: ma non ce l’hai una vita tua? Fatti un orto, fatti un/una amante, fatti semplicemente, ma vai fuori dai coglioni!

C’è chi si candida a capo di fantomatici movimenti dagli altisonanti nomi latini, oppure a capo di movimenti “a difesa di” qualsiasi cosa (ospedali in primis, ma non solo).

E poi aprono i point, cioè affittano ex negozi in centro per farvi la loro sede durante la campagna elettorale, per poi sparire dal giorno dopo, sia che vincano sia che perdano.

E spendono soldi, un sacco di soldi, che una persona minimamente pensante dovrebbe chiedere loro: ma chi ti dà tutti questi soldi? E in cambio di che cosa?

Mi aspetto che le elezioni abbiano un effetto anche sulla mia azienda e sul mio lavoro.

Qualcosa mi ha già sfiorato, ma l’ho ricacciata al mittente.

Se qualche candidato vincerà, ovviamente chiederà la mia testa, ma poco me ne cale: l’incarico di direttore non l’ho cercato e lo cedo volentieri al leccaculo di turno.

In fondo, io non ho mai fatto carriera con certe “prestazioni fuori orario“.

Vuol dire che avrò tempo per scrivere il mio prossimo libro…

A muso duro

Annunci

17 marzo 2019 Posted by | Politica | | 8 commenti