Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Viaggio senza ritorno

Ieri sera mi sono visto il dvd della trasmissione Viaggio senza ritorno andata in onda qualche mese fa sulla Rai e condotta da Alberto Angela.

Ho voluto comprare il dvd perché ritengo di dover “trasmettere” ai posteri alcuni inequivocabili messaggi.

Sempre lucide e toccanti le testimonianze di Liliana Segre e di Sami Modiano, che ancora si commuovono quando raccontano l’espulsione da scuola, il viaggio verso il campo di sterminio e gli ultimi ricordi dei loro cari.

Quando se ne saranno andati anche gli ultimi testimoni viventi di quei tragici avvenimenti, allora il compito di mantenere viva la memoria sarà ancora più difficile.

E lo sarà soprattutto di questi tempi bui, perché come scrisse magistralmente Primo Levi “È accaduto, quindi potrebbe accadere di nuovo…

Canzone del bambino nel vento

3 febbraio 2019 - Posted by | Sani principi |

11 commenti »

  1. Non se ne parlerà mai abbastanza!

    Commento di silvia | 3 febbraio 2019 | Rispondi

    • Ma perderemo la forza e la spontaneità di chi quegli avvenimenti li ha vissuti in prima persona.

      Commento di aquilanonvedente | 3 febbraio 2019 | Rispondi

      • Lo so, ma i fatti resteranno sempre, d’altronde sono fatti che faranno sempre parte della storia!

        Commento di silvia | 4 febbraio 2019 | Rispondi

  2. Eppure quante persone criticano questa ricorrenza!

    Commento di Diemme | 3 febbraio 2019 | Rispondi

  3. Ma la Memoria, il ricordo delle cruente e sadiche operazioni nazi-fasciste …. e quei volti scarni,struggenti dei sopravvissuti, NON debbono morire mai !!|!

    Commento di cavaliereerrante | 3 febbraio 2019 | Rispondi

  4. Diventerà sempre più difficile

    Commento di magicamente73 | 3 febbraio 2019 | Rispondi

    • Sì, diventerà sempre più difficile. I ricordi si sbiadiranno, l’indifferenza trionferà e il germe del razzismo sfrutterà la mancanza di anticorpi.

      Commento di aquilanonvedente | 3 febbraio 2019 | Rispondi

      • Già adesso se parli con un 15enne medio non ottieni empatia per quello che è successo. Se va bene Han visto il film di Benigni e non hanno capito che non era un gioco

        Commento di magicamente73 | 3 febbraio 2019 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: