Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Al voto, al voto!

Abbiamo assistito in queste settimane a un’enorme burla nei confronti degli italiani, che si è conclusa (provvisoriamente) domenica, con il Presidente della Repubblica che ha…

Ma cos’ha fatto di preciso Mattarella?

Secondo me ha preso il telefono e ha chiamato quelli che detengono una buona parte del nostro debito pubblico (cioè coloro che ci prestano i soldi per continuare a cazzeggiare) che, miliardo più miliardo meno, è di circa 2.300 miliardi di euro, cioè oltre il 130% del PIL, che detto paro paro vuol dire che noi produciamo 100 e abbiamo 130 di debito.

Ne avrà chiamati un bel po’ e avrà chiesto loro: “Ma se io faccio partire ‘sto governo del Matteo e del Giggino, tu ci presti ancora i soldi, cioè ci compri ancora i nostri titoli di stato quando scadono?

Sticazzi! – gli avranno risposto quelli – Piuttosto i miei soldi li vado a investire in Burundi!

E mo’ il Matteo e il Giggino sproloquiano che loro avrebbero fatto quisquilie e pinzillacchere se avessero potuto governare, se non ci fosse stato quel cattivaccio con i capelli bianchi.

Pazienza… Li sentiremo sparare minchiate ancora per qualche mese.

P.S.: quello che mi fa più incazzare è che all’università mi sono sorbito un manuale di diritto costituzionale di 800-900 pagine e adesso devo sentire le lezioni dei soliti sapientoni al bancone del bar!

 

Annunci

29 maggio 2018 Posted by | Politica | | 2 commenti