Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Il vampiro

Il primo testo nel quale compare la figura del vampiro è questo racconto di John William Polidori, nato a Londra nel 1795 e morto nel 1821, all’età di soli 26 anni.

Segretario e medico personale di Lord Byron, il suo racconto, pubblicato nel 1819, venne dapprima attribuito proprio a Byron e destò scalpore in tutta l’Inghilterra, gettò scompiglio negli ambienti letterari ed ebbe un grande successo, dentro e fuori l’Inghilterra.

Quello di Polidori è un vampiro bello, tenebroso e maledetto, aristocratico e inserito  nell’alta società, che provoca la morte nelle sue vittime e la pazzia nel protagonista della storia. In questo racconto si ritrovano molti di quegli elementi contenuti nelle storie di vampiri raccontate successivamente, nei libri o al cinema.

Ma esistono veramente i vampiri?

Nessuna persona razionale può ammettere che possano esistere esseri soprannaturali che vivono bevendo sangue fresco.

Non potevano ammetterlo nemmeno i cinque ufficiali austriaci (dei quali tre erano medici) che nel 1732 a Belgrado hanno compiuto la dissepoltura di persone morte settimane prima. Se in alcuni casi i cadaveri erano decomposti, come naturale, in altri casi apparivano in ottime condizioni, incorrotti e, sezionati, presentavano sangue fresco extravascolare.

La questione del vampirismo nasce nella seconda metà del 18° secolo. Per oltre quattro secoli la parte orientale dell’Europa era rimasta soggiogata ai turchi. All’inizio del 18° secolo i turchi abbandonano la Serbia e vi tornano gli austriaci, che si accorgono dello sviluppo di una nuova superstizione: il disseppellimento di corpi ai quali veniva recisa di netto la testa, in quanto vampiri.

Leggende di morti viventi erano presenti già nell’antica Grecia e identificati con streghe cannibali.

Altre leggende risalgono al 12° e 13° secolo e sono ambientate in Inghilterra e in Scozia.

In tutte queste leggende i vampiri sono più che altro fantasmi che più che il sangue succhiano energie ai viventi. Per liberarsene, occorre dissotterrare il loro corpo (che si presenta intatto), tagliargli la testa e bruciarlo completamente, disperdendone poi le ceneri.

Nel caso in cui veniate visitati/e di notte da un vampiro, sappiate che succhiare il sangue non è il suo obiettivo primario (chi vuole intendere, intenda…).

Per questo a volte, di notte, si sentono grida del tipo: “mio bel vampirone!” (o vampirona, a seconda dei casi).

Nosferatu

26 novembre 2017 - Posted by | Libri |

10 commenti »

  1. 😉

    Commento di Silvia | 26 novembre 2017 | Rispondi

  2. Vampiri ??? 😳
    … tacci loro e a chi li manda ! 👿

    Commento di cavaliereerrante | 26 novembre 2017 | Rispondi

  3. ahahah ora capisco il termine “vampirona”

    Commento di sara | 27 novembre 2017 | Rispondi

  4. Ma allora, questi bastardi di vampiri, che succhiano sangue ( e non solo …. ehm … alle fanciulle che dormano seminude ) ai dormienti vampirizzandoli, esistono o non esistono ??? Mi rivolgo a te, mio caro Ing. @Aquila : tu che sei un “nonvedente” … li vedi ??? 😳

    Commento di cavaliereerrante | 28 novembre 2017 | Rispondi

    • Esistono… esistono… è che a volte succhiano quello che vogliono loro!

      Commento di aquilanonvedente | 28 novembre 2017 | Rispondi

      • Bene … succhino pure : io, quando vado a dormire, mi porto un affilato cuneo di legno … ed una bella corona d’ aglio, e staremo a vedere ! 😀

        Commento di cavaliereerrante | 28 novembre 2017 | Rispondi

  5. Eh eh eh eh …. 😆 ma certo, mon amie … ed un affilato cuneo per trafiggere il cuore, e poi cassamortarli, a vampiri, nottole, pipistrelli, draculoidi e quant’ altro venisse a rompermi le palle di notte, con l’ eccezione delle procaci “vampirone” … che accoglierò ben volentieri nel mio letto notturno !!! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 1 dicembre 2017 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: