Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Germinale

Ma è mai possibile che per leggere un buon libro occorre andare indietro fino all’ottocento?

E poi magari si trovano capolavori come questo di Emile Zola, che lasciano quasi sensa fiato.

Germinale è stato pubblicato nel 1885 ma è più attuale di tante ciofeche che riempiono le classifiche letterarie dei giornali. Racconta la vita e la storia di un villaggio di minatori nella secondo metà dell’ottocento in Francia, le loro condizioni di vita, le loro sofferenze, i loro desideri e lo sciopero con  il quale cercano disperatamente di migliorare la vita loro e dei loro figli.

Ma siamo agli inizi della diffusione delle idee socialiste e comuniste e la lotta dei minatori si scontra con la durezza delle posizioni della società mineraria, dei padroni.

Non esito a dire che nelle ultime duecento pagine (su un totale di cinquecento) diventa difficile staccarsi dalla lettura.

Zola non compie particolari sforzi per farci simpatizzare con i minatori, ma il suo stile narrativo ci porta inevitabilmente dalla loro parte. E quando descrive le condizioni di vita dei borghesi, dei padroni della miniera, si capisce quanto il romanzo sia attuale ancora oggi: “Bastano i primi 8 ‘Paperoni’ del pianeta per fare la ricchezza dei 3,6 miliardi più poveri. E’ quanto calcola il rapporto Oxfam – la ong britannica attenta all’economia sociale – che conferma il dato che emerge dal 2015: l’1% dei più facoltosi al mondo possiede quanto il restante 99%“.

Forse per la prima volta i poveri, gli straccioni sono i protagonisti di un romanzo e al loro interno le donne occupano un posto fondamentale: doppiamente sfruttate, dai padroni e dagli uomini, dai mariti e dagli amanti.

Ma se i minatori di Zola vengono sconfitti, la loro speranza di un mondo migliore riesce comunque a camminare, anche incespicando, compiendo errori, arretrando sotto i colpi dell’avversario.

Insomma, un libro da leggere assolutamente.

Ennio Morricone – Cinema Paradiso

Annunci

22 ottobre 2017 - Posted by | Libri |

9 commenti »

  1. Tu,. @Aquilalettore, mi/ci domandi : “Ma è mai possibile che, per leggere un buon libro, occorre andare indietro fino all’ottocento” ? 😳
    Io ti rispondo : “No … si può andare anche al Novecento, e possiamo trovare A LA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO, oppure L’ UOMO SENZA QUALITA’, o L’ ULISSE, oppure IL MAESTRO E MARGHERITA, o ancora infine QUEL PASTICCIACCIO BRUTTO DI VIA MERULANA … tanto per citarne soltanto quattro, per leggere i quali non basterebbero quattro vite, tanto sono ricchi di spunti esistenzialui inesauribili, di notevoli delizie letterarie e incomparabili piaceri nel leggerli !!!” 😀

    Commento di cavaliereerrante | 23 ottobre 2017 | Rispondi

  2. Quanto al romanzo GERMINAL, sono d’ accordissimo con te mio caro @Aquilanonvedente ( ma Tu, essendo un “non vedente” come hai fatto a leggerlo ??? Forse nella versione braille … oppure utilizzando un “disco-libro” ??? ) : è splendido, appassionante …. struggente ! E modernissimo, sia nei contenuti che nella forma ! Del resto, ZOLA è un Romanziere con la R maiuscola, e fu anche una Persona attentissima ai temi sociali … e, per finire, una Persona ottimista non ostante tutto il male presente ai suoi tempi storici, specie nel mondo del lavoro !!! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 23 ottobre 2017 | Rispondi

  3. Lo leggo, mi hai convinta. Anche se con i minatori, sono rimasta a “E le stelle stanno a guardare” di Cronin, un altro capolavoro assoluto di letteratura!

    Commento di Bia | 23 ottobre 2017 | Rispondi

    • @Bia ??? Anche E LE STELLE STANNO A GUARDARE, è un capolavoro … anche se, fra i libri di Sir A. Cronin, il mio preferito è GLI ANGELI DELLA NOTTE !!! 😀

      Commento di cavaliereerrante | 23 ottobre 2017 | Rispondi

      • Approvo su tutta la linea!

        Commento di Bia | 23 ottobre 2017 | Rispondi

        • Ma bene … mia cara Bia, e allora, ove Tu non l’ avessi mai letto, cercati il libro GLI ANGELI DELLA NOTTE, da cui peraltro fu tratto un eccellente film negli anni ’40, con Carol Lombard ( la mitica, raffinata attrice, moglie di Clark Gable, morta giovanissima in un disastro aereo – cfr. filmato 1 ), Ann Shirley, Brian Aherne ed altri formidabili attori ( cfr. folmato 2 ) ! 😀
          °°°
          Filmato 1 : la leggenda di Carol Lombard

          °°°
          Filmato 2 : Angeli della notte ( Vigil in the night )

          Commento di cavaliereerrante | 29 ottobre 2017 | Rispondi

          • Filmato 2 : Gli angeli della notte ( Vigil in the night )
            🙂
            °°°

            Commento di cavaliereerrante | 29 ottobre 2017 | Rispondi

          • Cercato! Grazie

            Commento di Bia | 30 ottobre 2017 | Rispondi

  4. sono introvabili molti titoli del ciclo dei Rougon-Macquart 😦

    Commento di lettricetecnologica | 29 ottobre 2017 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: