Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Meridiano di sangue

Avete presente quando vi consigliano un libro definendolo un capolavoro?

E magari ve lo raccontano anche, esaltandone alcuni personaggi o alcuni passaggi.

E magari il libro fa parte di un genere (western) che a voi piace, per lo meno al cinema.

E alla fine decidete di comprarlo.

Bene, a me è successo con “Meridiano di sangue” di Cormac McCarthy.

Non vado matto per la letteratura americana, però a volte (poche) ho incontrato alcune piacevoli sorprese.

Con questo spirito mi sono immerso, durante le mie vacanze, nella lettura di questo libro, acquistato proprio durante le ferie.

Beh, avrei fatto meno fatica a scaricare un camion di sacchi di patate.

Forse sono io che non l’ho capito. Qualcuno l’ha addirittura definito “epico”. L’ho letto tutto per curiosità, per vedere come andava a finire, e manco quello sono riuscito a capire!

E’ un libro senza una vera e propria trama, pieno zeppo di descrizioni dei luoghi del vecchio west, abbastanza violento (com’era violento il far west), con i dialoghi a volte mischiati al testo. A volte mi sono perso, ma non ho avuto il coraggio di tornare indietro a rileggere.

Spero di avere più fortuna con “Non è un paese per vecchi“, dello stesso autore. dal quale una decina d’anni fa è stato tratto un ottimo film, che ha vinto pure tre Oscar.

 

10 settembre 2017 Posted by | Libri | | 6 commenti