Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Si/No vax

Tanti anni fa, un giornale specializzato in automobili fece un test.

Il test era finalizzato a stilare una graduatoria delle automobili più silenziose sul mercato.

Vennero pertanto sottoposte a diverse prove le cosiddette “ammiraglie” di diverse marche automobilistiche.

Un’auto di marca Audi risultò al primo posto in quasi tutti i test e probabilmente sarebbe risultata la vincitrice, se nelle ultime prove i tecnici non avessero iniziato a sentire un rumorino provenire dall’interno dell’abitacolo.

Terminati i test segnalarono la circostanza ai tecnici dell’Audi, i quali dapprima rimasero sbalorditi, presi in completo contropiede, poi si rimboccarono le maniche ed esaminarono l’automobile centimetro per centimetro.

Alla fine scoprirono che vi era una parte di un rivestimento interno che, sottoposta a determinate sollecitazioni, provocava quel fastidioso rumorino.

Quell’automobile non risultò la prima del test, pur essendo un’ottima automobile, e i tecnici dell’Audi si dannarono per quel difettuccio che aveva compromesso le prove.

Cosa c’entra questa storia con i vaccini?

I vaccini rappresentano indubitabilmente un indiscutibile passo avanti nella tutela della salute delle persone.

Proprio per questo abbiamo il diritto di avere vaccini sicuri, senza all’interno schifezze. E se qualcuno è rimasto vittima di qualche patologia (cosa che può capitare nell’assunzione di qualsiasi medicinale), costui deve essere preso sul serio e curato a spese della collettività.

I problemi devono essere presi in carico e risolti (come hanno fatto i tecnici dell’Audi) e non ignorati e sbeffeggiati.

Il resto, per me, è fuffa.

 

Annunci

15 luglio 2017 - Posted by | Salute |

17 commenti »

  1. Un post, il tuo, veramente pregno di saggezza ! 😀
    Certo, se Tu non mi avessi fatto un altolà a farla finita, mi piacerebbe conoscere il pensiero di quel mentecatto di @Lorenzo, il quale, sia perchè lui stesso è stato sottoposto a terapia intensiva ( ma nel suo caso … il rumorino è rimasto … anzi è diventato un boato ), sia perchè quel pazzoide è formidabile nel trattare, esaustivamente, argomenti di cui non capisce una bella e amata ceppa, se si affacciasse qui, ci farebbe scompisciare di risate, e dio solo sa se non ne abbiamo bisogno ! 😦

    Commento di cavaliereerrante | 16 luglio 2017 | Rispondi

    • Basta con ‘sto Lorenzo!

      Commento di aquilanonvedente | 16 luglio 2017 | Rispondi

      • Al tuo comando … UBBIDISCO !!! 😥
        Ps. : c’ è una mia e-mail per te … urge una tua esaustiva risposta !!! 😀

        Commento di cavaliereerrante | 16 luglio 2017 | Rispondi

  2. Guarda ti dico solo una cosa i no vax mi fanno innervosire e basta. Quest’anno ho vaccinato Beatrice anche per la varicella….che dovrebbero aver messo come obbligatoria. E comunque ha settembre o i richiami dei 10 fatti da piccola.

    Commento di lali1605 | 16 luglio 2017 | Rispondi

  3. Assolutamente d’accordo! Buona domenica 🙂

    Commento di Silvia | 16 luglio 2017 | Rispondi

  4. è quello che viene fatto. i controllo ci sono. i vaccini sono decisamente più sicuri della malattia, le “schifezze” degli anni 70 non ci sono più e se si viene danneggiati dai vaccini la cosa viene riconosciuta e (per quanto possibile) risarcita. è così che funziona la scienza. è così che si sono debellate malattie e l’aspettativa di vita è aumentata di 40 in un secolo

    Commento di goldie | 16 luglio 2017 | Rispondi

    • Attenzione all’eccesso di “supponenza di scienza”.

      Commento di aquilanonvedente | 16 luglio 2017 | Rispondi

      • Sai, sono giunta alla conclusione che uno dei grossi problemi dei giorni nostri sia la poca supponenza degli scienziati. Ascoltare chi ha titoli e esperienza su una materia dovrebbe essere la regola, ma ora è passata la solenne idiozia che “uno vale uno” e i risultati stanno anche in tre bambini morti di morbillo.

        Commento di goldie | 16 luglio 2017 | Rispondi

        • Balle. Così come la guerra è una cosa troppo seria per essere lasciata ai militari, anche la scienza ha bisogno di qualche “correttivo”.
          Se proprio devo tornare all’esempio del mio post precedente, qualche giorno fa ho letto l’avviso su facebook di una persona di mia conoscenza che chiedeva aiuto nella ricerca di una struttura sanitaria che potesse curare il suo tumore raro. Della serie: il medico sono io, lo scienziato sono io e il malato lo faccio morire io.

          Commento di aquilanonvedente | 16 luglio 2017 | Rispondi

          • e il correttivo è la ggente che legge i blogghe?
            la mia prima risposta era nel merito della questione vaccini. i controlli ci sono, le ricerche sono pubblicate, per avere informazioni basta chiedere ai medici, o documentarsi. se poi si vuole fare di tutta l’erba un fascio, e prendere un caso singolo riferito ad un altro argomento per portare l’acqua al proprio mulino, liberissimo di farlo.
            La guerra non andrà lasciata ai militari, ma la costruzione di ponti la lascerei agli ingegneri, il trapianto di cuore ai cardiologi, e la guida di un boing a un pilota di aerei. Il problema è che mentre a nessuno che ha letto un blog sugli aerei viene in mente di sostituirsi al comandate del proprio volo, sulla salute tutti sono pronti a dichiararsi immunologi, allergologi, oncologi, etc. etc. La supponenza è di chi prima di affermare che un vaccino è sicuro ha studiato decine di anni, o è di chi senza nessuna base in materia e senza alcuna prova documentata sostiene il contrario?

            Commento di goldie | 16 luglio 2017 | Rispondi

            • Anzitutto io non ho scritto che il correttivo sono quelli che scrivono sui blogghe. Questa è una conclusione che hai tirato tu e che serve per rafforzare il tuo ragionamento, non certamente il mio.
              E’ la semplice tattica di chi prima di tutto punta a screditare il suo interlocutore, segnando così un primo punto a suo vantaggio.
              In secondo luogo che ci siano i controlli, le ricerche, che tutto vada bene, ecc. è una tua opinione, che altri esperti mettono in discussione (e non i bloggari). Bisognerebbe dissiparli questi dubbi, invece quando sento il solito sapientone commentare che “il prof. Berrino è ormai diventato arteriosclerotico”, beh, qualche dubbio mi rimane. Se di fronte a una questione “scientifica” due “scienziati” danno una risposta o una interpretazione diversa, la gente cosa deve pensare? Mettetevi intorno a un tavolo e chiaritevi. Questo, ovviamente, non accade mai, perché una delle due parti semplicemente toglie la patente di credibilità all’altra.
              Un po’ di storia della scienza, accompagnata a un po’ di umiltà non farebbe poi tanto male…

              Commento di aquilanonvedente | 16 luglio 2017 | Rispondi

              • sulla questione vaccini gli esperti sono concordi. la mia opinione deriva dalla letteratura scientifica sull’argomento. gli articoli peer review sono il “chiarimento intorno al tavolo” a cui affidarsi, non lo è certo un salotto di talk show in cui si da lo stesso peso a esperti in materia e a gente radiata dall’albo. se il “correttivo” a cui ti riferisci è una commissione di esperti, allora esiste già ed esercita già quella funzione. se non lo è, allora è una commissione di gente che non ha competenze in materia e per quanto mi concerne ha lo stesso peso di chi si informa sui blog. per dissipare i dubbi basta informarsi. oggi stesso l’istituto superiore di sanità ha pubblicato un fact checking sulla questione.

                Commento di goldie | 16 luglio 2017 | Rispondi

                • Tu sei persona competente e intelligente e discutere con te è sempre un piacere (del resto si discute con chi non la pensa come noi, no? altrimenti che ciofeca di discussione sarebbe?).
                  Ascolta, se vuoi, un parere di un vecchio saggio (più vecchio che saggio, a ben guardare): il mondo, la storia (e quindi anche la scienza) sono andati avanti per merito di coloro che hanno avuto dubbi, non per i burocrati pieni di certezza.
                  Meglio i primi, anche se sbagliano, piuttosto che i secondi.
                  Ciao

                  Commento di aquilanonvedente | 17 luglio 2017 | Rispondi

                  • Aquila, sono convinta come te che il dubbio sia il motore che porta avanti le cose. La scienza si alimenta di dubbi, e dai dubbi nasce. In questo caso specifico, però, sono anche convinta che abbia più senso ascoltare chi ha competenze. Quello che ho letto in rete sulla questione vaccini mi spaventa, perchè l’ignoranza abissale in materia si può ripercuotere (e si sta ripercuotendo) sulla salute pubblica. E’ in corso un’epidemia di morbillo, per cui, solo in Italia, sono morti 3 bambini dall’inizio del’anno. Quei bambini potevano essere salvati, e se sono morti è per colpa di quei dubbi sollevati da incompetenti (i vaccini che causano autismo, i metalli pesanti, big pharma e via dicendo…) C’è stato un caso di tetano perchè “genitori ben informati” hanno rifiutato il vaccino al figlio… Non si tratta più di burocrazia. C’è gente che ha dedicato la sua vita a studiare certe tematiche, e ha dare risposte e soluzioni: non li si può considerare al pari della mamma-informata-su-internet. La scienza è andata avanti, dici giustamente. Perchè nel 2017 bisogna tornare indietro? I burocrati non fanno ricerca e non mandano avanti le cose, si limitano a chiedere pareri agli esperti per avvallare una tesi o un’altra. La ricerca è altro. E non si ferma per un decreto. Gli studi continueranno, i vaccini miglioreranno, ma adesso sono il meglio che abbiamo per salvare vite. Davvero, io non riesco ad accettare le recenti morti per stupidità, e me la prendo. Potrei avere un figlio immunodepresso, e devo forse rischiare di vederlo morire perchè la gente non si ricorda più che non è per niente vero che “si stava meglio quando si stava peggio”? Da persona che passa le sue giornate in laboratorio, posso dirti che è frustrante vedere la direzione che sta prendendo l’Italia. Frustrante e triste.

                    Commento di goldie | 17 luglio 2017 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: