Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Mamma o papà?

mamma-o-papaDiversi commenti dicono che questo film non sia un granché, che contenga episodi di violenza domestica, che non sia aderente alla realtà, ecc.

Effettivamente non è un film da Oscar, ma è comunque gradevole e gli episodi che non fanno ridere è perché fanno riflettere.

E questo lo dico pur non apprezzando particolarmente né Antonio AlbanesePaola Cortellesi.

In questo film viene capovolto quello che di solito succede nelle separazioni, quando entrambi i genitori vogliono l’affidamento dei figli e per questo molti di loro sono anche disposti a parlare male del coniuge. Qui invece i due “separandi” lottano per scaricare i figli all’altro, ma lo fanno in maniera goffa, inventandosi situazioni nelle quali i tre poveri ragazzi da carnefici dei genitori diventano loro vittime.

In realtà quello dell’affidamento dei figli in caso di separazione o divorzio è un problema grosso come una casa.

Dopo la legge del 2006 l’affidamento condiviso è la regola: si deroga soltanto se c’è una valida ragione per preferire l’affidamento esclusivo.

L’affidamento condiviso prevede che i figli mantengano rapporti equilibrati e continuativi non soltanto con i genitori, ma anche con i nonni e gli altri parenti; che i genitori decidano insieme le cose importanti per loro, per la loro educazione; che i compiti e le responsabilità vengano ripartite tra i due, eccetera eccetera.

Insomma, tutte cose bellissime, ma se queste non erano possibili nel matrimonio, come possono essere possibili nella separazione prima e nel divorzio dopo?

Per non parlare poi dei problemi logistici, nel caso in cui i genitori vogliano “scaricarsi” i figli per lo stesso identico tempo (ho già parlato qui di un delizioso romanzo sulle disavventure in merito). Meglio, tutto sommato, quando i figli diventano grandi e possono scegliere loro con chi stare e chi vedere o meno. In caso di figli piccoli, tutto è maledettamente complicato.

Certo, come film si poteva fare di più, ma comunque se proprio non c’è niente di meglio da vedere…

Musica!

Annunci

19 febbraio 2017 - Posted by | Film |

14 commenti »

  1. Nella mia famiglia, a parte i miei genitori, sono tutti divorziati.
    Quale che sia la soluzione scelta, il risultato non cambia. Fa schifo. In molti casi é inevitabile, ma è bruttissimo, per i figli intendo.
    Non ho visto il film e non credo andrò a vederlo, anche se mi piacciono i due protagonisti.

    Comunque qualche settimana fa sono stata a fare un weekend con mio marito e altre persone. Solo alla fine del weekend ho scoperto che una coppia era costituita da ex. L’ho scoperto perché l’attuale compagna di lui ci ha raggiunti. Con noi c’era il figlio (avuto nel loro primo matrimonio), il figlio della nuova compagna (avuto da un precedente matrimonio) ed il nipote che chiamava zii e nonni un po’ tutti.
    Mi ha fatto effetto vedere che una convivenza pacifica ed allegra è possibile, basta volerlo. Nella mia famiglia si parlavano solo tramite avvocati… qui vacanza insieme…
    Che differenza di apertura mentale!

    Commento di magicamente73 | 19 febbraio 2017 | Rispondi

    • Ci sono coppie che vanno più d’accordo da separate che non durante il matrimonio. Ma per i figli rimane comunque un trauma. A meno che la presenza di uno dei due genitori non sia così negativa da preferire il suo allontanamento.

      Commento di aquilanonvedente | 19 febbraio 2017 | Rispondi

  2. Dovrei averlo si skygo se non sbaglio

    Commento di lali1605 | 19 febbraio 2017 | Rispondi

  3. Una coppia fantastica e ben amalgamata … la @Cortellesi ( fra le attrici da me preferire ) e l’ @Albanese, un comico che sa anche esser drammatico, e sempre con un tocco intelligente … aperto ! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 19 febbraio 2017 | Rispondi

  4. Ohibò … (ari)mah ??? 😯
    Beh … tanto è gratise, beccati un (ari)già !!! :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 20 febbraio 2017 | Rispondi

  5. Beh … vista la tua smemoratezza, ti rinfresco la Memoria !!! 😀
    Tanto anche questo mio “preziosissimo” contributo per te …. è aggratise, o meglio lo pagherà la rabberciata Juve ( sì, la reginetta ciabattona degli scarpari ‘ammazzacaviglie’ alla @Chiellini & C. …. la squadra per cui tifi Tu ), quando incontrerà a Maggika e, così come tutte le altrevsquadre che l’ hanno preceduta, subirà la LEGGE DEL QUADRIPLETE sur le groppòn de sè medèsme !!! :mrgreen:
    °°°

    Commento di cavaliereerrante | 20 febbraio 2017 | Rispondi

  6. Per i figli è un trauma. Punto. Per quanto i genitori possano essere bravi, andare d’accordo, gestire adeguatamente le varie scelte per il benessere del bambino, eccetera eccetera… per un figlio non sarà mai possibile accettare di dover vivere due vite, due case, due famiglie… e sballottare di qua e di là come un pacco postale per poter stare un po’ con entrambi i genitori 😦

    Commento di Bia | 21 febbraio 2017 | Rispondi

    • Eggià ! 😐

      Commento di cavaliereerrante | 21 febbraio 2017 | Rispondi

    • Per i figli è dura comunque, anche se i genitori impostano rapporti “civili” tra loro.

      Commento di aquilanonvedente | 21 febbraio 2017 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: