Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Cose viste

cose-visteLa violenza contro il genere umano si accompagna sempre alla violenza contro gli animali e alla natura in genere.

Derivano dalla stessa fonte.

Questo libro, scritto da un giornalista inviato agli esteri, parla di alcuni (solo alcuni) orrori che avvengono quotidianamente nel nostro pianeta.

Dal massacro di decine di migliaia di cani in Romania, al massacro di centinaia di migliaia di tutsi in Ruanda nel 1994. Dai kadogo del Congo (i bambini-soldato, costretti a sgozzare altri bambini fin dall’età di otto anni), agli uccelletti spiumati, infilzati vivi e cotti allo spiedo in Cambogia, per i ricchi cinesi. Gli stessi ricchi cinesi che per pochi soldi si comprano le bambine cambogiane per stuprarle.

Insomma, la logica è sempre la stessa.

E spesso la violenza arriva non soltanto dai delinquenti, ma anche dai cosiddetti “uomini comuni”, che per un periodo di tempo più o meno lungo si fanno carnefici, per poi magari rientrare nella loro “normalità”. Che poi tanto normalità non deve essere, perché come può essere normale uno che la sera si va a scopare una ragazzina che potrebbe essere sua figlia o sua nipote e poi il giorno dopo te lo ritrovi a fianco in ufficio? Cioè, secondo me uno così lo si riconosce anche nella vita di tutti i giorni, se lo si osserva bene.

Ma al giorno d’oggi, chi ha più tempo per osservare bene gli altri?

21 novembre 2016 - Posted by | Libri |

26 commenti »

  1. Hanna Arendt la chiamava banalità del male … è molto più comune di quanto pensiamo, ci sono persone sadiche che mascherano le loro perversioni con sedicenti ricerche scientifiche, o culturali; secondo me la violenza alla fine è sempre e solo violenza, incapacità di empatizzare con l’altro.S tratta di patologie gravi: insomma roba da psichiatri, e anche bravi.

    Commento di nonsonosola | 21 novembre 2016 | Rispondi

    • Eh, ma allora ci vorrebbero tonnellate di psichiatri, perché qui la violenza è all’ordine del giorno. E non solo la violenza su singole persone, ma le stragi, i genocidi, i massacri. E in nome di cosa? Denaro e religione.

      Commento di aquilanonvedente | 21 novembre 2016 | Rispondi

      • No, non denaro e religione, ma denaro e potere. Nessuna religione chiede stragi, tutt’altro, sono gli uomini che se ne servono come alibi per sentirsi potenti e, in nome di questo delirio d’onnipontenza, distruggere.

        Commento di Diemme | 21 novembre 2016 | Rispondi

        • Posso concordare sul fatto che le religioni non chiedano stragi, ma sta di fatto che chi le compie le richiama continuamente.

          Commento di aquilanonvedente | 21 novembre 2016 | Rispondi

    • Concordo. E il tutto solo per il potere e per il denaro.

      Commento di ilmiosguardo/ondina | 22 novembre 2016 | Rispondi

  2. Bel post, @Aqui … grazie !
    Quanto meno, questo tuo commento, mi distrae dalle reiterate offerte di sesso che, … tacci loro, mi pervengono da ogni parte della vita quotidiana, come se, oltre al sesso da fare, non esistesse altro di intrigante nella vita ! 😐

    Commento di cavaliereerrante | 21 novembre 2016 | Rispondi

    • Mmm… sento puzza di presunzione… 😁😁😁😁😁😁😂

      Commento di Mapy | 21 novembre 2016 | Rispondi

    • Presunzione? Strabismo secondo me… :mrgreen:

      Commento di aquilanonvedente | 21 novembre 2016 | Rispondi

  3. E’ sconvolgente il male che c’è nel mondo. Molti, cui capita di vederlo da vicino, e intendo senza subirlo, si tolgono la vita, figuriamoci chi lo subisce. E’ sufficiente essere noi il cambiamento che vogliamo? Probabilmente no, ma è l’unico passo possibile.

    Commento di Diemme | 21 novembre 2016 | Rispondi

    • Probabilmente, molto probabilmente non è sufficiente.
      E se il modo migliore per combattere la violenza fosse… uccidere i violenti?

      Commento di aquilanonvedente | 21 novembre 2016 | Rispondi

  4. Che tristezza Aqui! Ma possibile che in convalescenza dal tuo intervento ti trovo a scrivere articoli così tristi!!! Comunque, nell’attesa che tu mi scriva qualcosa di più ottimistico, ti dico che grazie a Dio alcune persone sono attente osservatrici nei confronti del prossimo. Per chi non lo è, consiglio vivamente “come trattare gli altri e farseli amici” di Dale Carnegie. Libro stupendo che dovrebbe stare in ogni casa.
    E per concludere, come stai carissimo?

    Commento di Mapy | 21 novembre 2016 | Rispondi

    • COME TRATTARE GLI ALTRI E FARSELI AMICI ??? 😯
      Ehi ,,, @Mapy, ma non sarà che questo @Dale ( ma “dale” che ??? E a chi, e cosa poi … “dale” ??? 😯 ), sia un poco ruffiano ???
      Mah … coi tempi che corrono, meglio il libro che ho scritto io, amica bella, che s’ intitola FAR SI’ CHE GLI ALTRI CI SIANO AMICI A SUON DI CALCI ALLE LORO PALLE !
      Come vedi … questo mio libro è moooolto più utile e istruttivo ! :mrgreen:

      Commento di cavaliereerrante | 21 novembre 2016 | Rispondi

      • 😂😂😂😂😂😂😂

        Commento di Mapy | 21 novembre 2016 | Rispondi

        • Oh … @Mapy cara, che se poi Tu volessi acquistare il mio Libro ( COME FAR SI’ CHE GLI ALTRI CI SIANO AMICI A SUON DI CALCI ALLE LORO PALLE ), lascia stare : diversamente dal nostro @Aquilotto, io te lo spedirò aggratis … e con tanto di mio autografo originale ! 😀

          Commento di cavaliereerrante | 21 novembre 2016 | Rispondi

          • 😂😂😂😂 non posso seguire questi consigli del libro!!!

            Commento di Mapy | 21 novembre 2016 | Rispondi

            • Timida ??? 😯
              Oppure paura che, a piedi nudi, ti faccia male poi ai piedini ?!?
              Guarda che, a colui che riceva una pedata ai coglioni, anche supposto che chi la sferri lo faccia a piedi nudi, le palle faranno moooolto male, e, pur di evitarne un’ altra, si sbrigherà ad esserti amico ! 😀

              Commento di cavaliereerrante | 22 novembre 2016 | Rispondi

              • Ser Bruno, potrei diventare quel genere di “ball-killer” solo se portata all’esasperazione

                Commento di Mapy | 22 novembre 2016 | Rispondi

    • Ma no, mica sono sempre triste.
      E’ che volevo fare una pentolata di ragù alla bolognese, all’interno del quale sfrucugliarci una buona padellata di tagliatelle fatte in casa, ma mi mancavano gli ingredienti giusti, così mi sono rattristato… 😕
      P.S.: con le tagliatelle al ragù, dici che riesco a farmi amico qualcuno?

      Commento di aquilanonvedente | 21 novembre 2016 | Rispondi

      • Più di uno! Centomila! 😂😂😂

        Commento di Mapy | 21 novembre 2016 | Rispondi

  5. Non credo sai che siano così facilmente riconoscibili purtroppo….e non per disattenzione, ma perché sanno mentire e nascondere il loro vero lato molto ma molto bene. La violenza è violenza, verso chiunque venga fatta, che si tratti di persone o animali non cambia e purtroppo il mondo ne è pieno, ma quando viene fatta sui bambini si giunge davvero al massimo….e fanno davvero venir voglia di usarla la violenza contro questi esseri…..

    Commento di Silvia | 21 novembre 2016 | Rispondi

    • Sì, probabilmente non è facile riconoscerli, però secondo me qualcosa deve pur sfuggire ogni tanto.
      Certo uno mica può stare a osservare con la lente tutti quelli che lo circondano, però secondo me i segnali ci dovrebbero essere.

      Commento di aquilanonvedente | 21 novembre 2016 | Rispondi

  6. io credo che sia davvero molto difficile riconoscere queste persone e soprattutto riuscire a smascherarle,
    però se si fa affidamento a quel che si prova, a quel che si sente a pelle quando si incontra una persona, alle sensazioni che questa ci suscita, magari anche oscuramente, difficilmente questo sentire sbaglia, sia in bene che in male.

    Un sorriso e una bella giornata
    Ondina🙂

    Commento di ilmiosguardo/ondina | 22 novembre 2016 | Rispondi

  7. @Aquila ?!? 😯
    BBBU’ !
    Paura, eh ??? :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 22 novembre 2016 | Rispondi

  8. Bòbo ?!? 😯
    ZZE’TTETE ! :mrgreen:

    Ps. : @Aquila …. sèici ??? Se sì …. batti un colpo ! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 26 novembre 2016 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: