Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Revenant

revenantIndeciso se tuffarmi nell’ultimo Stallone, Creed, ne La grande scommessa oppure in Revenant, alla fine ho scelto quest’ultimo.

Devo dire che mi aspettavo qualcosina in più.

Indubbiamente la prestazione di Di Caprio è molto intensa, considerando che per gran parte del film non parla (forse è meglio). La fotografia è spettacolare e gli effetti speciali non mancano (ma del resto dov’è che mancano effetti speciali nei film di oggi?).

Ma in fondo in fondo, di cosa si tratta? Dell’eterna lotta tra il buono e il cattivo, tra il bene e il male. La lotta per la sopravvivenza e per la vendetta da parte di un uomo al quale hanno ucciso il figlio, dopo la moglie.

Tanti tani anni fa fu girato un film western (del quale non ricordo il titolo) che prevedeva un soggetto simile: un uomo in fin di vita che lottava per sopravvivere in mezzo alla natura selvaggia. Sarebbe interessante fare il confronto tra i due.

Comunque sono due ore e mezza di film che non lasciano spazio alla noia.

La tensione non manca. Nel mio caso era doppia, perché temevo che mi chiudesse il parcheggio dove avevo l’auto.

E allora sì che avrei dovuto sfidare anch’io la natura fera.

Meglio così…

Annunci

17 gennaio 2016 - Posted by | Film |

11 commenti »

  1. Leo ieri sera era a qui a villa borghese con orde di ragazzine. 🙂
    Piesse: ma te non dovresti dormire a quest’ora alla tua età? :mrgreen:

    Commento di lagiovincelle | 17 gennaio 2016 | Rispondi

    • A giovin fanciulla… Le mie risorse sono infinite. Pure io so’ redivivo. Capisciammè… 😉

      Commento di aquilanonvedente | 17 gennaio 2016 | Rispondi

    • @Giovincella … me senti ?!?
      Che ci facevi in mezzo alle ragazzine urlanti che, iersera, volevano abbracciare @Leo, eh ?!?!? 😯
      Ah …. che strano mondo …
      Eppoi farlo alla tua età …. a cui, più che le smanie vogliose di minorenni scarmigliate, meglio si addicono il tombolo e i fili colorati ! :mrgreen:

      Commento di cavaliereerrante | 17 gennaio 2016 | Rispondi

      • Ma mica stavo lì!! Te pare? Non lo feci ai miei tempi per Simon Le Bon, figurati se prendo freddo adesso per Di Caprio.
        So solo la notizia. 🙂

        Commento di lagiovincella | 17 gennaio 2016 | Rispondi

        • Ecchette voi mette’ quer pesce lesso de @simone ‘lebbono’ co’ quer fustaccjio der sor @leonardo de caprjio ??? 😯
          Dajie @Laggjiovincè … nun me la racconti ggjiusta, Tu ce stavi ! :mrgreen:

          Commento di cavaliereerrante | 18 gennaio 2016 | Rispondi

  2. Troppoooo….forti!
    Siete graaaandiiii!
    Una buona domenica di serenità a tutti!
    Nives

    Commento di nives1950 | 17 gennaio 2016 | Rispondi

  3. Ah ah ah ah …. cara @Nives, ma onestà intellettuale vuole che si confessi, qui e/o altrove, che senza la boccoluta e mora @Rosanna ( alias @Mammanonbasta, e cioè anche @Lagiovincella … 😯 ) pronta a darci il destro ( e talvolta anche il sinistro …. ), noyo, e cioè @Aquila ed io, non andremmo moooolto lontano in questa our quality of doing laugh … giacchè lei, al netto di suo marito, il ( non famoso ) @centravanti della nazionale turca, è davvero una “Donna speciale” !!! 🙂

    Commento di cavaliereerrante | 17 gennaio 2016 | Rispondi

  4. Ultimamente mi capita di vedere film che hanno una storia esilissima e che sono basati sull’eccesso visivo, specialmente l’eccesso di violenza. Qualcuno potrebbe pensare al “realismo”, ovviamente è falso, perché in mezzo ad una battaglia regna il caos, la singola persona non vede ogni ammazzamento da tutti gli angoli possibili, nei dettagli truculenti, percepisce solo una frazione di quello che capita nel suo stretto intorno. Oltre la qualità miserrima delle storie, aggiungerei che i cast degli attori mi sembra costituito da persone prese a caso. Una volta c’erano gli attori protagonisti e i comprimari. I comprimari erano fior fiore di attore, invece adesso non solo sono degli emeriti sconosciuti, sono anche scarsi.

    I sequel che ho visto di recente, Terminator, Star Wars, Rocky, sono nell’ordine inguardabile, amatoriale, minimo.

    Ho visto poi l’ultimo di Tarantino, ridicolo, sembra la parodia di un film di Tarantino. Ho visto anche questo Reventant, si poteva condensare tutto il film in un quarto d’ora. Poi dici che non ci si annoia. Boh, quanti cadaveri devi ammucchiare prima di annoiarti?

    Commento di LorenzoC | 17 gennaio 2016 | Rispondi

    • Premesso che da 1 a 10, al film io darei un 6,5, forse 7 per la fotografia, non credo che Revenant debba essere visto per la trama (banale in sé: il buono contro il cattivo; il bene contro il male) oppure per il numero dei morti (che non è che siano così tanti, alla fin fine).
      L’obiettivo del regista era quello di “emozionare il pubblico”, introducendo i temi del “diverso”, della spiritualità, della fedeltà/tradimento.
      C’è riuscito il regista?
      Non so, a me non è piaciuto un gran che, ma non per questo ho contato i cadaveri…
      P.S.: ho qualche riserva anche sull’ultimo Star Wars…

      Commento di aquilanonvedente | 18 gennaio 2016 | Rispondi

  5. C’ è riuscito il @regista ?!? 😯
    Quien sabe ?!?
    Certo che, se leggesse questi vostri commenti, cari @Aquy & @Lory, non vi sarebbe per niente grato …. anzi vi prenderebbe a bastonate sul cranio ! 😀

    Commento di cavaliereerrante | 18 gennaio 2016 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: