Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Inchiesta su Maria

inchiesta su mariaTra le inchieste di Augias che ho letto, questa è stata la più pesante.

Anzitutto perché la figura di Maria è complessa: figlia, sposa e madre di Dio, contemporaneamente. Tradizione vuole che sia rimasta vergine al momento del concepimento, durante e dopo il parto, ma questa tradizione appartiene a generazioni cristiane posteriori. Pare che tutto nasca da una profezia di Isaia, che avrebbe previsto il concepimento di un bambino da parte di una giovane donna (‘almah). Nella versione greca della Bibbia (quella dei Settanta), il termine fu tradotto con parthenos, vergine. Un errore, insomma.

Vabbè, può capitare, no?

Restando alla tradizione, Maria appartiene a una società in cui la partecipazione delle donne alla vita pubblica era limitata o esclusa. Gesù rappresenta l’eccezione a questo riguardo, mentre Paolo ristabilisce la regola generale che vuole le religioni fortemente misogine. In questo senso la Chiesa cattolica è erede più di Paolo che di Gesù. E infatti, a questo riguardo occorre dire che il nono comandamento “Non desiderare la donna d’altri”, nella sua forma biblica è più articolato: “Non desiderare la casa del tuo prossimo. Non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino, né alcuna cosa che appartenga al tuo prossimo”. Una norma stabilita a difesa delle varie proprietà, moglie compresa.

I vangeli si occupano poco di Maria. Paolo (il vero fondatore della Chiesa) non ne fa nemmeno il nome. Ne parlano un po’ di più i vangeli apocrifi. Il luogo di nascita è incerto (forse Nazareth), così come quello della morte (forse Gerusalemme); incerta è la famiglia di origine e la sua composizione. Non si capisce bene nemmeno quale sia il rapporto con suo figlio.

Ma Maria diventa l’archetipo del femminile, della maternità divina, all’interno di una religione rigida, con norme non negoziabili.

Maria è anche uno dei punti di contatto più importanti tra cristianesimo e islam, perché i musulmani la tengono in altissima considerazione.

Nel quarto secolo Agostino diffonde l’idea in occidente che Maria avesse fatto voto di castità. Ma è ormai appurato che Gesù avesse dei fratelli o sorelle, e allora si ipotizza che Giuseppe fosse vedovo e che dai suoi precedenti matrimoni avesse avuto dei figli, che sarebbero così diventati fratellastri di Gesù.

Maria è oggetto di quattro dogmi.

Il primo è il dogma della sua verginità, oggetto di lunghe dispute nei primi secoli dell’era cristiana, fino al IV secolo, quando Ambrogio costruisce una figura di Maria come moralmente perfetta, dotata di ogni virtù, soprattutto vergine.

Il secondo dogma è quello della maternità divina, deciso nel 431.

Terzo dogma: assunta in cielo, che risale al 1950. Anche se nelle scritture non c’è nulla sulla morte di Maria, nella coscienza dei fedeli l’assunzione di Maria era legata al suo essere “immacolata”.

Quarto dogma: immacolata concezione, che risale al 1854. Indica il concepimento di Maria senza la macchia del peccato originale e non, come molti credono, il concepimento verginale di Gesù.

Anche se povera di notizie al suo riguardo, Maria è stata oggetto di apparizioni, soprattutto nei paesi di cultura latina (paesi mediterranei e del sudamerica): se ne contano migliaia, ma quelle riconosciute dalla Chiesa cattolica sono quattordici.

Vabbè, dopo questa immersione religiosa, passiamo a qualcosa di più leggero, eh?

Domani si torna al lavoro. La vacanza al sud mi ha lasciato in eredità un bel raffreddore, che però oggi non mi ha impedito di andare a vedere…

star-wars

Beh, un filmone, non c’è dubbio, anche se proprio non mi aspettavo la morte di… E no! Non lo dico! Annatevelo a vede’!

Cyrano

 

Annunci

3 gennaio 2016 - Posted by | Libri, Storie ordinarie |

14 commenti »

  1. E dire che volevo chiederti di consigliarmi un bel libro con una storia d’amore. :mrgreen:

    Commento di Ro | 3 gennaio 2016 | Rispondi

    • Cioè ‘na roba romantica? Tipo, che so, Dracula?

      Commento di aquilanonvedente | 3 gennaio 2016 | Rispondi

      • Ehm…un pò meno romantica, in realtà. 😜

        Commento di Ro | 3 gennaio 2016 | Rispondi

        • Eppure il morso sul collo me pareva romantico… Sarà mica che soffri il solletico, eh?

          Commento di aquilanonvedente | 4 gennaio 2016 | Rispondi

          • Un pò…:-)

            Commento di Ro | 4 gennaio 2016 | Rispondi

            • Dove … lo soffriresti ‘sto solletico, @Rò ?!? 😯

              Commento di cavaliereerrante | 4 gennaio 2016 | Rispondi

              • Ma so’ domande da fare a ‘na signiora?
                E seconno te, dove hadda (con l’acca) soffri’ er solletico?
                Eh?
                😛

                Commento di aquilanonvedente | 4 gennaio 2016 | Rispondi

                • LLLAAAAAAAA’ ?!?!? 😯

                  Commento di cavaliereerrante | 4 gennaio 2016 | Rispondi

  2. Stimo assai – come uomo probo, come giornalista/conduttore di inusitato garbo e come scrittore non banale – l’ elegante @Corrado Augias …. ma l’ uscita di questo suo nuovo libro mi lascia perplesso ! E’ notorio che io non sono portatore di alcuna fede religiosa ( anzi … ), ma questo voler ‘fare le bucce’ alla mamma di @Gesù mi sembra, francamente, un poco molesto !
    Di questa Donna, che ha ispirato da più di un millennio Pittori, Scultori, Musicisti, Poeti … che cosa vorremmo sapere di più ??? O meglio, è così cogente sapere che numero di scarpe portasse, o quale fosse la taglia dei suoi vestiti, o, ancora, se preferisse alla pastasciutta all’ amatriciana le orecchiette coi broccoli ???
    Per quanto mi riguarda No : di queste sue caratteristiche storico/quotidiane NON me ne frega alcunchè : mi basta, al solo evocarne il nome dolcissimo, sentire in me una dolcezza innegabile, un senso di amore assoluto e vagheggiato, una idea tenerissima di maternità che mi riscalda dentro !
    E dunque, mio caro @Aquilanonvedente, credo che non acquisterò mai un cotale libro …. ed anzi, ove me lo regalassero, lo restituirei al donatore !

    Commento di cavaliereerrante | 4 gennaio 2016 | Rispondi

    • Concordo in larga parte con quello che scrivi.
      Questo libro è sembrato anche a me un po’ “forzato”, come fosse un obbligo contrattuale, insomma.
      Io (per quello che valgo) lo avrei fatto, al limite, più snello e più accessibile, proprio perché la figura di Maria, nel sentimento religioso popolare, ha assunto un’immagine di semplicità, che “umanizza” il cristianesimo.
      Che dire?
      Dobbiamo aspettarci mo’ un’inchiesta sullo Spirito Santo? Sui fratelli e sorelle di Gesù? Su Giuseppe? :mrgreen:

      Commento di aquilanonvedente | 4 gennaio 2016 | Rispondi

  3. Esatto, mon amì : hai colto nel segno, e fà male, a noi che l’ abbiamo sempre stimato, vedere che “anche” l’ ultra-ottantenne @Augias ha ceduto alla moda vorace ( e cialtrona ) delle orride inchieste che scavalcano abbiettamente il vero dolore, le sofferenze delle vittime, per fornire ad un pubblico ( tv o lettore ), altrettanto cialtrone dei committenti, la radiocronaca delle pene, delle ferite devastanti, delle morti atroci !
    Un’ inchiesta sullo spirito santo ?!? 😯
    No … io invece, da parte delle squallide @barbare d’urso, o delle @paole perego … o dei vari @massimi giletti che inquinano i mAss-mEdia, un’ allegra scampagnata in macchina sul Golgota, con bivacco di telecamere e ospiti inverecondi sotto la Croce, per chiedere a @Gesù cosa si provi, dopo che si sia stati pestati bestialmente e inchiodati al legno, esalare l’ ultimo respiro …. per poi mandare qualche scagnozzo dalle mamme dei due ladroni a intervistarle per la goduria della gente che li segue e che alza lo share di queste davvero ignobili trasmissioni !
    In che mondo schifoso, ci tocca vivere @Aquilanonvedente …. e che differenza abissale fra quegli ipocriti ricercatori di presunte verità, ed il ritratto umanissimo che un tempo, il nobile e sensibile @Fabrizio de’ Andrè ci diede di @Maria, nell’ ultimo suo concerto in cui la morte stava già recidendogli il filo della vita !
    °°°

    Commento di cavaliereerrante | 4 gennaio 2016 | Rispondi

  4. Caro Aquila, caro Bruno…concordo con i vostri commenti, quasi illuminati da quel “certononsoché”…!!!
    Tantissimi auguri di Buon anno 2016, anche alle Vostre Famiglie!
    Un affettuoso abbraccio
    Nives

    Commento di nives1950 | 4 gennaio 2016 | Rispondi

    • Augurissimi anche a te, Nives cara.

      Commento di aquilanonvedente | 4 gennaio 2016 | Rispondi

      • Quel ‘certononsochè’, @Nives cara ???
        Forse ….
        Certo che le Persone di valore ( come @Corrado Augias … ), dovrebbero evitare inchieste letterarie, o televisive, finalizzate a chiarire meglio (sic!) la figura storica di una Donna la cui immagine è al centro del sentimento popolare religioso e non …. di una Donna il cui solo nome, Maria, ci emoziona oggi come emozionava i nostri antenati quasi duemila anno fa !
        BUON ANNO … amica nostra, a te ed a tutti i tuoi cari ! 🙂

        Commento di cavaliereerrante | 5 gennaio 2016 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: