Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Toast, bruschette & co.

toast-farcito-2Ok, lo so, potrebbe essere poco, ma per uno che da un mese e mezzo sopravvive con te, biscotti, coca cola e qualche succo di frutta, è un pranzo luculliano.

Oggi mi sono fissato con i toast.

Un toast farcito come quello della foto, per esempio, al quale io aggiungerei una base di salsa verde e, sopra all’insalata, un po’ di salsa per toast alle verdure.

Ah… un morso a tale ben di Dio…

Poi mi sono detto: ma perché fermarsi al toast?

Che ne diresti di una della bruschetta?Bruschetta.104

Eh beh… certo, resistere a un bel bruschettone come quella della foto mica è facile.

E non è mica una cosa che si può improvvisare così, da un momento all’altro.

Occorre quanto meno avere un buon pane a disposizione e un buon pomodoro.

Ok, termino qua.

Vado a prepararmi qualcosa da mettere sotto ai denti.

Stamattina sono riuscito a mangiare un wafer alla crema! Un grande successo, anche se quando dico un wafer intendo proprio un wafer, e non un pacchetto. Cerco di sentire se le mie papille gustative stiano riprendendosi dai bombardamenti delle ultime settimane, ma a parte qualche timidissimo segnale di ieri e di oggi, mi sembra che sia ancora troppo presto, anche se la situazione complessiva della bocca mi sembra che sia leggermente migliorata.

Speriamo…

Buon appetito a tutte/i.

P.S.: la piccola a volte viene assalita da crisi di pianto, ripensando a come eravamo e cosa facevamo insieme fino a qualche mese fa. Non posso fare altro che rassicurarla che tutto tornerà come prima e nascondere le pugnalate al cuore che questo mi provoca. Un mio amico qualche giorno fa mi ha detto che ho dimostrato come si comporta un vero uomo e che lui non ce l’avrebbe fatta. Ho risposto che avrei con piacere evitato questa prova.

Let it be

 

18 giugno 2015 Posted by | Storie ordinarie | | 12 commenti