Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Ripartiamo?

Sogliola alla mugnaia

Sogliola alla mugnaia

Domani si riparte per gli ultimi sei giorni di terapia.

La situazione mi sta sfiancando non poco, un po’ per la stanchezza, ma soprattutto per il non riuscire a mangiare.

Ormai il cibo, da me ancora così distante, sta diventando una vera e propria ossessione.

Oggi, per esempio, mi sono fissato con il pesce.

Non vedo l’ora di mangiarmi una bella sogliola alla mugnaia, come quella della foto, ma anche una soglioletta al vapore, con patate, andrebbe benone (vabbe’, in queste condizioni andrebbe bene anche un panino  con la mortadella… anche senza mortadella).

L’ultima volta che mi sono pesato, qualche giorno fa, ero a quota -15 chili rispetto alla situazione pre-intervento.

Prima che possa riprendere le funzioni mangerecce prevedo un -20.

Lasagne di pane carasau

Lasagne di pane carasau

Domenica pomeriggio ho cucinato le lasagne con pane carasau, con sugo alla salciccia e ai funghi.

Considerato che le mie narici funzionano benissimo, è stata una tortura annusare tutti i sapori del piatto e non poter mettere in bocca alcunché.

Chiederete: ma perché vuoi farti male?

Perché per un paio d’orette mi è sembrato di tornare alla normalità, salvo poi chiudermi in camera da letto non appena i miei familiari hanno iniziato a fare funzionare le ganasce e tintinnare le forchette.

Finora ho collezionato sette inviti a cena, quando tornerò alla normalità.

Spero di sfruttarli al più presto.

In tutti i casi, se ne accettano altri, eh?

P.S.: il 2 giugno 1981 moriva Rino Gaetano, indimenticabile cantautore che ci avrebbe regalato – ne sono sicuro – tantissimi altri bellissimi brani, oltre a quelli che ci ha lasciato.

A mano a mano

2 giugno 2015 Posted by | Salute, Storie ordinarie | , | 21 commenti