Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Lunedì…

sala-operatoria1Domenica alle 10 entro in ospedale.

Lunedì mi operano, ovverossia mi sgozzano, ammesso che non lo faccia prima io nel farmi la barba, dopo 25 anni che non eseguo più questa operazione.

Ieri, in autostrada, mentre tornavo dall’ospedale dopo aver fatto un pre-deposito di sangue (nel caso in cui serva una trasfusione durante l’operazione), osservavo le Alpi innevate, che da noi si vedono quando le giornate sono particolarmente limpide. C’era un sole magnifico; quando sono partito alle otto la temperatura era prossima allo zero, ma al ritorno, alle dieci, stava sui cinque-sei gradi.

In direzione della Val d’Aosta si poteva osservare un massiccio montuoso enorme, completamente innevato. Ripensavo al giorno valle-d-aosta-savoiaprima, quando sono andato con mia figlia alla Decathlon. Guardavo le biciclette, le maglie termiche che avrei comprato per pedalare su e giù per le nostre colline anche con queste giornate gelide. Non le ho mai comprate le maglie termiche, ma quest’anno l’avrei fatto, sapete? E sarei anche andato a correre (sempre con le maglie termiche, ovviamente), sapete?

E poi mi sarei pure iscritto ai corsi di cucina della Biffi, che tengono in un paese dell’Oltrepo vicino al mio. L’ho scoperto soltanto l’estate dell’anno scorso che ogni anno si tengono questi corsi di cucina e in autunno avrei iniziato, sapete?

Ora forse qualcuno si starà chiedendo: ma tutto adesso dovevi fare? Non potevi fare tutte queste cose prima?

Sì, ora mi accorgo di quante cose avrei potuto fare, prima

Lavorerò fino a giovedì mezzogiorno e in questi giorni sto passando le consegne a chi mi sostituirà. Mi sento uno zombie.

In casa mi sforzo di rimanere normale, ma ieri sera mia figlia mi ha detto che mi trovava un po’ “strano” e quindi stasera mi sono sforzato di più di ridere e scherzare (e per fortuna ce l’ho fatta).

Non ti devi disperare, – mi dicono – ti devi incazzare.

A volte mi riesce, ma non sempre. Il momento più difficile è alzarsi al mattino, e poi quando mia moglie e mia figlia escono di casa prima di me e io mi ritrovo da solo per mezz’ora. E non mi vergogno di dire che in quella mezz’ora mi viene da piangere. E lo faccio (non per mezz’ora, eh…). E’ come se dovessi scaricare la tensione. Poi riparto.

Stasera mi sono rivisto in tv il film Immaturi – il viaggio. Era il gennaio 2012 quando lo vidi al cinema. Tre anni fa. In una delle scene finali, la compagnia di amici, chiusa in prigione, fa il gioco del vorrei tornare indietro a…

Io invece vorrei fare il gioco dell’andare avanti a…

Minuetto

Annunci

3 febbraio 2015 - Posted by | Un po' di me |

16 commenti »

  1. Ehi, dead man walking, stai diventando proprio un mollaccione.
    Piangi pure e fai quello che ti senti di fare. Ognuno ha un suo modo per sfogarsi, però fammi (anzi, fatti) un favore: smettila di vedere tutto nero e di parlare come se la tua vita finisse lunedì. Occhei?? 🙂
    Ps: anche questa canzone è splendida. Mi ricorda il mio primo ragazzo. 🙂

    Commento di latagliuzzata | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  2. Una canzone così bella … in un post di così struggente malinconia ….
    @Aquila … se mai troverai il tempo di leggere i nostri commenti, rifletti attentamente sulle parole di @Rory : lei, quell’ intervento l’ ha già fatto più di un anno fa e sa di cosa si stia parlando !
    La sua amicizia spassionata ( e la mia, e quella di tanti e tante ) ti darà il coraggio per affrontare questo difficile momento …. e ce la farai anche Tu !!!!
    TVB

    Commento di cavaliereerrante | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  3. Vedrai che presto tutto questo sarà solo un brutto ricordo e ritroverai tranquillità ed ottimismo. Vai, combatti e torna vincitore 🙂

    Commento di gmdb | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  4. Tutte le cose di cui hai parlato le farai tranquillamente dopo vedrai e con tutto il tempo, le tue reazioni sono normali, quando ci si trova soli ci si può sfogare un po, animo e coraggio andrà tutto nel migliore dei modi, in bocca al lupo, un abbraccio!

    Commento di Silvia | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  5. Queste operazioni hanno un margine di riuscita che rasenta il 100%, quindi secondo me hai fatto molto male a impegnarti a dichiarare tutte le cose che avresti fatto, perché giuro che al massimo due settimane dopo lunedì verrò a chiedertente conto e a pretendere che tu mantenga gli impegni!

    Guarda aquila, ho pure la macchina nuova, verrò là e incomincerò a portarti da Decathlon per la collottola (con delicatezza, data l’operazione subita), e poi mi assicurerò che tu faccia anche tutto il resto.

    Pfui, esporsi così in presenza della Diemme, quale terribile ingenuità!

    Un diemmico abbraccio, aquila cara, prossimamente su questo schermi ❤

    Commento di Diemme | 4 febbraio 2015 | Rispondi

    • Mi unisco idealmente alla cara, e combattiva, @Diemme … e mi unisco a lei sia nel sentimento ( eh … mica è difficile stimarti e volerti bene, amico mio … ), sia nella realtà fattuale : verremo su da te, lei armata di mattarello, io del mio spadone, e ti trascineremo ai corsi della Biffi, dove …. se non ti vedremo poi “con crestina e parannanzi” a far finalmente una torta di mele della nonna come si deve ( moooolto diversa da quella che perfino i gatti randagi del vicolo snobbavano … pronti a denunciarti per quel tuo reiterato dargliela a tradimento ), ti faremo un mazzo così !!!
      Obviously …. son pronte per te “mountain-bikes” atte a farti pedalare sui monti innevati …. e chissenefrega se sarai ancora convalescente !!!
      Senza parlare della Palestra, che ti aspetta per l’ esecuzioni di almeno 300 flessioni ogni giorno, in modo da farti smaltire quei cuscinetti di ciccia che inficiano la statuaria plasticità del tuo personale lato A !!! :mrgreen:

      Commento di cavaliereerrante | 4 febbraio 2015 | Rispondi

      • Aquila, se il cavaliereeraante viene da te armato del suo spadone… ti conviene restare un po’ di più in ospedale, magari trova la scusa per farti mettere in isolamento… un consiglio d’amica, sai com’è, un si sa mai!

        Commento di Diemme | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  6. un pensiero che corre verso di te.

    Commento di giovanni | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  7. E vabbè, il pantarello ci sta tutto, e pure fare il bis. Serve a scaricare la tensione e poi si va avanti . E’ normale avere fifa, chi non l’avrebbe? Però stai vedendo troppo nero, troppo troppo. Vai, fai l’operazione e torni, mica ti tengono lì a vita a mangiare a spese dei contribuenti, poi magari se la tua fama di cuoco è arrivata fin lì devi provvedere anche ai pasti degli altri 😉 Su Aquila, non perderti d’animo proprio ora!
    Giusto per la cronaca, ho parlato di te ad alcuni amici milanesi e visto che tutti e 4 abbiamo una passione in comune, vedi mai che un giorno (no, non si fa un’orgia) si apre un locale assieme 😀 Resisti, lotta che noi ti aspettiamo!

    Commento di mujer feliz | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  8. Il bocca al lupo!

    Commento di signorinarottermeier | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  9. Se po’ fa’ Pennu’, ‘mpegnate perchè je se la po’ fa’! E’ tutto ammesso eh: urla, strepiti, pianti, colpi sotto la cintura, tutto. Ma pe’ lunedi devi essece co’ tutti i sentimenti. 😉 kiss

    Commento di ziaraspa | 4 febbraio 2015 | Rispondi

  10. ❤ , col cuore vicino!

    Commento di camelia boban | 5 febbraio 2015 | Rispondi

    • Commento di cavaliereerrante | 6 febbraio 2015 | Rispondi

  11. Lo sai che ti vogliamo bene, e non importa se non ci conosciamo ( ma ci conosciamo eccome!) siamo tutti qui con te.

    Commento di sabby | 5 febbraio 2015 | Rispondi

  12. Il pianto …. è dei forti, quelle “veri” come te, e le lacrime tue ti acconciano a combattere come sai fare Tu : per te, per la tua compagna, per la tua adorata figlia, per tutti quelli e quelle che ti vogliono, appassionatamente, bene, tra i quali non ultimo io !!!
    ARRIVEDERCI @Aquilanonvedente ( o, come son solito appellarti, “piucchevedente” ) … BUONA FORTUNA a te …. e a tutti noi !
    &;lt3

    Commento di cavaliereerrante | 6 febbraio 2015 | Rispondi

  13. […] e pregando, pregando e tifando, fino a che non ci darai notizie. Tu. Di persona. Vogliamo sentirle dalla tua […]

    Pingback di Aquila, stiamo tutti tifando per te! | Diemme | 9 febbraio 2015 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: