Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Il grande cerusico (parte seconda)

tintoretto_calvarioNon c’è che dire: oggi è stata una giornata di merda!

Anzitutto perché un quarto d’ora prima della partenza per la grande metropoli mi è caduto a terra il cellulare e si è rotto, lasciandomi senza telefono e soprattutto senza navigatore e costringendomi a recuperare un vecchio apparecchio risalente più o meno agli anni cinquanta, per essere almeno raggiungibile da chi di dovere.

Poi perché la strada verso lo studio del grande cerusico è stata un vero e proprio calvario, per uno come me che tutto sommato è rimasto un campagnolo: autostrade (senza navigatore), tangenziali (senza navigatore), parcheggi strapieni, metropolitana, percorsi a piedi (senza navigatore)…

Ma soprattutto perché io non sopporto chi mi mette le mani in bocca per ravanare da tutte le parti, anche se poi conclude che non vi sono formazioni oncologicamente sospette.

Insomma, il grande cerusico ha detto che compatibilità non significa certezza e che la mia tumefazione potrebbe essere sì la spia di un tumore (che però finora non è stato trovato), ma anche una ciste degenerata, nel qual caso la storia cambierebbe radicalmente.

Morale della favola, devo tornare indietro di alcuni passi e ripetere proprio quell’analisi che ha scatenato tutto ‘sto casino, parlando di cellule neoplastiche. E la revisione deve essere effettuata, ovviamente, presso un’altra struttura.

Se da un lato ciò apre una sia pur timida speranza, dall’altro lato non oso pensare al tasso di stress che accumulerò quando dovrò ritirare il referto.

Ora, dopo un’abbondante cena (perché dalla colazione di stamattina alle sei e mezzo non avevo più toccato cibo), me ne vo’ a letto, augurando buonanotte a tutte/i.

4 dicembre 2014 Posted by | Un po' di me | , | 16 commenti