Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Seguire l’istinto?

vergineDicono che quelli della vergine, come il sottoscritto, siano puntigliosi, amanti delle regole, precisini; insomma, un po’ (alquanto?) rompicoglioni.

Io sono un amante delle regole, quelle che devo seguire io e quelle che devono seguire gli altri.

Mi hanno però insegnato che le regole vanno seguite in modo intelligente: le regole servono per fare le cose meglio. Se seguendo le regole le cose vengono male, occorre cambiarle.

Mi hanno anche insegnato che ogni regola deve prevedere le opportune eccezioni, perché la vita è sempre più vergine2complicata di quanto possiamo prevedere. E le eccezioni devono ovviamente essere eccezionali, perché se diventano la normalità, allora vuol dire che la regola non va bene.

E poi c’è un terzo elemento con il quale, personalmente, devo fare i conti: l’istinto.

L’istinto è quella cosa apparentemente inspiegabile che però se non la segui ti rosica dentro come un tarlo e che ti spinge – senza apparenti ragioni – a fare una determinata cosa in un certo modo.

Ecco, adesso, nel mio caso, è opportuno aprire la porta all’istinto, che già in altre occasioni mi ha guidato bene.

Lo devo fare perché altrimenti mi rimarrà per sempre il cruccio.

E i crucci della vergine sono veramente insopportabili…

Rambo…

12 novembre 2014 Posted by | Un po' di me | | 19 commenti