Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Orrore a Napoli

Sacrificio-di-Isacco__Caravaggio

Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio: Il sacrificio di Isacco, Galleria degli Uffizi, Firenze

E’ quanto titolavano ieri i giornali sul web e quanto titolano oggi quelli cartacei a proposito della notizia del ragazzino finito in fin vita a Napoli perché seviziato con una pistola ad aria compressa in un autolavaggio.

Di quelle notizie che fanno pensare: “Ma in che cazzo di mondo di deficienti viviamo?

Già l’idea che uno di 24 anni prenda in giro uno di 10 anni più giovane fa rabbia. Se poi ci si mettono in tre, ancora di più. Se poi il ragazzino viene preso, spogliato e seviziato, riducendolo in fin di vita, ancora ancora di più. Se poi i parenti dei quattro stronzoni dicono che in fondo si è trattato solo di un gioco, allora la soluzione è una sola:

prendiamo i tre stronzoni, i relativi genitori, parenti e amici che li difendono, li impacchettiamo e li spediamo agli sgozzatori dell’IS, che quelli c’hanno bisogno di fare pratica, pregandoli, prima di tagliare le relative teste, di effettuare loro qualche delizioso “servizietto”, ovviamente per gioco…

 

Annunci

10 ottobre 2014 - Posted by | Questa poi..., Storie ordinarie | ,

14 commenti »

  1. Assolutamente d’accordo, infatti sono una sostenitrice della “legge del taglione”…tanto era un gioco no?????

    Date: Fri, 10 Oct 2014 07:33:36 +0000 To: silvia-1959@live.it

    Commento di Silvia | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  2. E’ un fatto di inaudita gravità, un orrore che ci riconsegna ‘pari pari’ alla bestia umana che “tutti e tutte noi” racchiudiamo nel nostro DNA, avendola alcuni relegata nella sentina dell’ anima e mantenendola strettamente inoffensiva, ed altri invece lasciata libera di dettare le loro infami azioni di branco !
    E mi riferisco non soltanto ai giovani ( e non giovani ) CRIMINALI che hanno compiuto quella nefandezza a danno di un adolescente colpevole di “esser grasso”, ma anche – se non soprattutto – alle loro mamme e/o alle loro sorelle e/o ai loro parenti che, spudoratamente, hanno affermato ai microfoni della TV che si era trattato di un gioco, uno scherzo “innocente” trasformatosi casualmente in tragedia !!!
    Orrore …. stupore in me …. ed un’ amarezza che fà male, al pensiero di quel poveretto ricoverato in ospedale che lotta fra la vita e la morte a quindici anni, e che, anche se dovesse salvarsi, resterà comunque menomato nel corpo e specialmente nell’ anima !
    Ma detto questo, mi aspetto che la giustizia colpisca con durezza i responsabili, rei di tentato omicidio volontario per futili motivi …. e che si punisca con loro, anche i parenti cialtroni che alimentano il loro ego malato giustificandoli così spudoratamente !
    BASTARDI TUTTI …

    Commento di cavaliereerrante | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  3. Una storia spietata, crudele..di quelle storie che ti lasciano interdetta e sconvolta oltre al fatto in se e la pietà che provo per questo ragazzo… mi sento rivoltata totalmente dai commenti e le tentate giustificazioni dei parenti e amici…mi viene proprio da dire che ci sono piaghe sociali alla base di queste vicende: ignoranza, disadattamento,emarginazione ecc…e da lì che bisogna partire per evitare che altre storie come questa accadono.
    Il tuo sfogo finale lo comprendo, anch’io sento rabbia, una rabbia ceca..ma credo fortemente nella non- violenza..basta tenere a bada il rancore e tentare nel nostro piccolo di fare qualcosa, di educare e prevenire iniziando dal nostro “piccolo mondo” perchè mai possano ripetersi storie del genere.

    Una buona giornata

    Giusy

    Commento di montgiusi | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  4. Appena scalfita a stento tutta la rabbia che quel fatto abominevole ha suscitato in me, ti dico, @Aquila caro, che sono d’ accordo con te “in toto” : impacchettiamoli tutti, quegli infami coi loro parenti ed amici complici …. e spediamoli agli sgozzatori dell’ IS affinchè facciano pratica per la loro orrenda macelleria !

    Commento di cavaliereerrante | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  5. io arresterei per prima la madre che in un intervista ha detto: mio figlio voleva fare uno scherzo….Questi ragazzi non ci stanno con la testa sarà colpa dei video giochi che si immedesimano nei personaggi violenti e si fottono il cervello, non oso immaginare ciò che ha provato quel ragazzo, ieri sono stata male tutta la giornata.

    Commento di melodiestonate | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  6. ci sto. Mandiamoli all’Isis.

    Commento di linda | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  7. Non si può non essere d’accordo con te! È allucinante quello che è successo e lo è ancor di più il fatto che i genitori li difendano.
    Non ci sono parole.

    Commento di Ro | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  8. io non ho parole, ti giuro…

    Commento di itacchiaspillo | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  9. Mi chiedo solo se tale pratica è tanto divertente perché non se la sono autopraticata…
    I genitori deficienti generano figli di questo genere. Il giornalista insisteva nel chiedere se condannavano il gesto e loro per tutta risposta continuavano a difendere il caro figliolo. Alla fine ne è uscito fuori un “condanniamo”, ma credo non abbiano capito cosa realmente significasse. La moglie di quell’altro diceva che suo marito non faceva certe cose… Beh, non c’è molta speranza di venir su persona decente nemmeno per il bimbo di due anni… Non si può nemmeno parlare di comportamenti derivati dall’ignoranza visto che il tipo che aveva fatto buttare l’acido sul viso della ex mi pare fosse avvocato. Non c’è rispetto per il prossimo, si è arrivati a qualcosa di persino più basso della legge della giungla. Spero solo non abbiano il coraggio di chiedere “perdono” che veramente si fa una colletta e li spedisce come suggerisci tu da quelli dell’Isis.

    Commento di mujer feliz | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  10. ma mi chiedo un altra cosa….ma non stiamo parlando di un luogo isolato…..stiamo parlando di un autolavaggio in pieno giorno….ma gli altri? Gli adulti dov’erano? Che fine hanno fatto….si sono divertiti a guardare? Non penso che si tratti solo del gesto dei 3…..ma di un ambiente e una mentalità che non si può che definire MALATA!

    Commento di Silvia | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  11. Sono cose che sono sempre successe da che mondo è mondo e maturano in certi ambienti poveri di tutto, materialmente e spiritualmente. Chi ha fatto la naja si è sicuramente imbattuto in qualche figlio di ambienti simili, qualcuno per cui le cose più inverosimili erano normali e divertenti, gli atti più vigliacchi delle prove di mascolinità. E anche li ci scappava l’incidente appena si allentava la supervisione. In ogni scuola c’è sempre il troglodita che si diverte a prendersela con qualcuno, di solito uno diverso e più debole degli altri.

    Commento di LorenzoC | 10 ottobre 2014 | Rispondi

  12. Quelli sono deficienti ma chi li difende mi fa ancora più paura.

    Buon fine settimana!

    Commento di kylie | 11 ottobre 2014 | Rispondi

  13. @Aquila …. lo so, il video che accludo non ci azzecca un piffero con l’ orrore a Napoli, ma …. ehm …. sempre di orrore trattasi …. e …. ehm …. distrarci un attimo da quei delinquenti e dai loro famigliari infami, credo che non ci faccia poi male !
    :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 12 ottobre 2014 | Rispondi

    • ahahahahahah……bellissimo, meglio riderci sopra perché è davvero uno scandalo!

      Commento di Silvia | 12 ottobre 2014 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: