Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Il mondo in fiamme

L’impressione è quella che oggi non ci sia più nessuno che guida l’autobus di questo bislacco mondo.

Prima forse c’erano troppi autisti, che litigavano tra loro e ognuno voleva sterzare dalla propria parte.

Adesso l’impressione è che tutti gli autisti si siano sdraiati a terra, che l’autobus percorra la sua strada senza una guida e, avvicinandosi il burrone, che ognuno voglia vedere chi per primo viene preso dal panico e corre a prendere in mano il volante.

Ammesso che si sia ancora in tempo per sterzare…

guerra

“Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono” (J.P. Sartre)

Non capisco perché…

Annunci

24 luglio 2014 - Posted by | Storie ordinarie | ,

13 commenti »

  1. E’ proprio così, purtroppo chi ci rimette sono sempre i più deboli, soprattutto i bambini….usati come scudi umani a volte o ancora peggio….e quelli che decidono vedono solo i propri scopi e se ne fregano altamente della popolazione, così come tutti quelli che potrebbero fermare questo massacro e preferiscono stare a guardare….

    Date: Thu, 24 Jul 2014 06:59:34 +0000 To: silvia-1959@live.it

    Commento di Silvia | 24 luglio 2014 | Rispondi

  2. La colpa è della modestia e l’umiltà dei saggi, cui non importa di guidare il pullman. Coloro ai quali interessa il potere, e siedono nella stanza dei bottoni, troppo spesso coi saggi non hanno niente, ma proprio niente a che fare!

    Commento di Diemme | 24 luglio 2014 | Rispondi

  3. Secondo me sono le solite alternanze della storia: ora siamo in un periodo decadente e di malesseri crescenti. Come dici tu, non si sa nè se nè come ne verremo fuori…

    Commento di gmdb | 24 luglio 2014 | Rispondi

  4. Siam sempre più allo sbando e il brutto è che ci stanno rimettendo troppi innocenti e troppi bambini.
    E i “grandi” stanno a guardare. 😦

    Commento di Ro | 24 luglio 2014 | Rispondi

  5. Prima cosa, Sartre in quanto comunista era un cretinetti. Qui lo dico e qui lo riconfermo.
    Seconda cosa, con la scusa di emancipare i “poveri” si fanno delle simpatiche rivoluzioni che si svolgono come un genocidio e si concludono con la sostituzione di una aristocrazia con un’altra.
    Terza cosa, i “poveri” non sono affatto buoni per definizione e i “ricchi” cattivi. A riprova potrei citare ennemila esempi ma ne faccio solo uno, il “caro padre” di umili origini Iosif Vissarionovič Džugašvili, altrimenti noto come Stalin. Ad ognuno il compito a casa di studiarne la biografia e conseguentemente il periodo storico in cui è vissuto.

    Dopo avere inquadrato la questione generale, veniamo al “mondo in fiamme”.
    E’ una considerazione abbastanza ridicola che dipende dal fatto che chi la fa non ha la percezione di come siano cambiate le cose. In realtà al mondo si sta MOLTO MEGLIO oggi di solo qualche decennio fa ma noi viviamo costantemente bombardati da una “informazione/deformazione” che è tanto pervasiva quanto è artefatta. Tutto quello che credete di sapere in realtà è filtrato, manipolato, a volte inventato, a volte rimosso.

    Per semplificare, diciamo che le fiamme che vedete sono come le tette e i culi che tappezzano le città o affollano i “media”.

    Commento di LorenzoC | 24 luglio 2014 | Rispondi

  6. ABBASSO IL COMUNISMO … EVVIVA @LORENZO !!! 😀
    NB : anche se, a tutt’ oggi, NON ci ha ancora detto per chi e per quale partito egli, così disinvolto spiegatore dei mali che affliggono la società, ha votato votato finora ! 😯

    Commento di cavaliereerrante | 24 luglio 2014 | Rispondi

    • Io osservo i fatti.

      Primo fatto: al mondo si sta molto meglio nel 2014 che nel 1914 o nel 1944 o nel 1964 o nel 1974, eccetera.
      Tutta l’umanità sta mediamente meglio di come stava prima.
      La percezione della apocalisse imminente è irrazionale e creata ad arte dai “media”.

      Secondo fatto: proprio la affermazione di cui sopra è la dimostrazione che chi professa il “Comunismo” è un cretinetti, o più precisamente appartiene a una delle tre categorie degli eterni adolescenti (al centro sociale coi capelli bianchi), degli scemi (2+2=5 perché è un diritto) e dei furbastri (si comincia a presiedere un collettivo studentesco e si finisce rettore universitario o direttore di giornale, oppure si ottiene un bel seggio in Parlamento).

      Terzo fatto: l’espressione “i mali che affliggono la società” denuncia chiaramente un pensiero di tipo metafisico, quindi inutile e inutilizzabile per costruire qualcosa di sensato nel corso della nostra esistenza terrena.

      Tralasciando per un attimo il risibile concetto di “partito”, e ignorando la considerazione che non sono fatti tuoi, per venirti incontro ti dico che non esiste attualmente nessuno che può rappresentarmi, quindi non voto. Io non ho grandi pretese, voterei chiunque mi garantisse la corretta informazione e la gestione della Cosa Pubblica secondo il criterio del “buon padre di famiglia”. Ad oggi invece mi nascondono le informazioni e mi propongono la gestione secondo criteri di incompetenza, di malaffare e di patetiche dottrine metafisiche che subordinano il reale all’immaginario.

      Commento di LorenzoC | 24 luglio 2014 | Rispondi

  7. “…… Tralasciando per un attimo il risibile concetto di “partito” ( 😯 ), e “ignorando la considerazione che non sono fatti tuoi”, per venirti incontro ti dico …. ” !
    Infatti, @Lory …. NON sono fatti miei ( nè serve a me il tuo venirmi incontro … poichè io, come peraltro scrissi, ti avevo già letto in filigrana ) : ma era una domanda che ti aveva posto il Padrone di casa, e pensavo che quest’ @Aquila che, pur @Nonvedente, ci accoglie con gran senso dell’ ospitalità, meritasse una risposta !
    Quindi, pur trovandomi in totale disaccordo sulle tue ‘monotòne’ conclusioni ( anche se nella tua descrizione degli scompensi delle società democratiche, e specificatamente sulla corruzione, c’ è indubitabilmente del vero ), continuo imperterrito a dire :

    EVVIVA ER SOR @LORENZO
    E ABBASSO ER COMUNISMO,
    CO’ TUTTI LI SUI “CRETINETTI”
    COME @SARTRE E L’ AMICHETTI,

    EPPEFFA’ ONORE AR VERO
    METTO PURO @BBERLINGUERO,
    CO’ L’ ETERNI ADOLESCJENTI
    CHE CONTINUENO A SOGGNJARE
    E A BBADARE AI SENTIMENTI …

    MA SAPETE COSA PENZO,
    QUANNO ANNATE SU L’ARTARE,
    DE QUER VOSTRO PREDICARE ???
    IMPARATE DA @LORENZO …. !!!! :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 24 luglio 2014 | Rispondi

    • Il tuo commento mi è del tutto incomprensibile.

      Che Satre sia stato un cretinetti non lo dico io, lo dicono le mummie a Mosca, le macerie del Muro e le fabbriche cinesi piene di contadini deportati che montano i nostri iPhone.

      Si potrebbe andare ad esaminare tanto le falle teoriche del pensiero marxista che l’ovvia metafisica del “materialismo” ma considerato che il 99.99% dei sedicenti “comunisti” italiani non ha mai letto una riga ne di Satre ne de Il Capitale, mi verrebbe da ridere.

      Mi sfugge anche come si possano coniugare i sentimenti con l’idea del genocidio come strumento lecito anzi auspicabile per l’ingegneria sociale. Oppure i sentimenti col freddo calcolo opportunistico che non sta dietro solo alla cosiddetta “politica” ma sopratutto alla manipolazione delle coscienze tramite la menzogna sistematica.

      Ma concordo a proposito dei sogni. Tutti sognano.
      Poi ci sono i malati che non capiscono la differenza tra sogno e realtà, quelli che sognano solo la mortadella e la fica e quelli che sognano di fare carriera.

      A proposito di Berlinguer, che tristezza le icone bizantine nel 2014.

      Commento di LorenzoC | 24 luglio 2014 | Rispondi

  8. Che tristezza …. sì, ma @Enrico Berlinguer NON svanirà dalla Storia come le sue false icone, così come NON svaniranno mai i suoi Ideali : 1) orrore per lo sfruttamento dell’ uomo – 2) sogno di una Società più umana e più, umanamente, equa – 3) senso alto delle Istituzioni democratiche – 4) pari opportunità per tutti sulla linea di partenza della vita .
    Fu un Politico sconfitto … sì, fu un sognatore …. sì, ma di quelli che fanno più bella la vita !
    Aurevoir … @Lorenzo caro, unicuique suum : resta pure sulle tue idee e sulla tua visione delle cose …. NON sei migliore di me, nè io, che ti sto ( magno cum gaudio ) agli antipodi, mi sento migliore di te !
    🙂

    Commento di cavaliereerrante | 25 luglio 2014 | Rispondi

    • Non esistono “false icone” o meglio, tutte le icone sono “false”.
      E’ il motivo per cui agli Ebrei e ai Musulmani è fatto divieto di rappresentare il sacro.

      Cito Wikipedia:
      “L’iconoclastia o iconoclasmo (dal greco εἰκόν – eikón, “immagine” e κλάω – kláo, “rompo”) è stato un movimento di carattere politico-religioso sviluppatosi nell’impero bizantino intorno alla prima metà del secolo VIII. La base dottrinale di questo movimento era l’affermazione che la venerazione delle icone spesso sfociasse in una forma di idolatria, detta “iconolatria”. Questa convinzione provocò non solo un duro confronto dottrinario, ma anche la distruzione materiale di un gran numero di icone. ”
      http://it.wikipedia.org/wiki/Iconoclastia

      Riguardo gli ideali di Berlinguer, scusa se rido. Sovente capita che dei defunti si ricordino solo le cose belle e positive e si omettano le cose brutte. Lo stesso capita ora col Comunismo e coi suoi “eroi”.
      Veniamo al dunque:
      1. lo sfruttamento.
      L’idea di base era quella di requisire i “mezzi di produzione” per darli ai “lavoratori” in modo che il lavoro fosse gestito dal collettivo e che tanto la fatica che i proventi fossero equamente ripartiti. Da subito fu chiaro che il collettivo del “lavoratori” non era in grado di gestire ne il singolo stabilimento ne tanto meno l’economia nel suo insieme. La soluzione leninista consisteva nell’attribuire al Partito Comunista e ai suoi delegati il ruolo (temporaneo) di decisori e supervisori. In questo modo il Partito si è ridefinito come la nuova aristocrazia di vassalli, valvassori e valvassini, che accumulava potere e ricchezze sfruttando i “lavoratori” e reprimendo il dissenso duramente con ogni mezzo militare.

      2. la società più umana.
      Ti suggerisco di leggere “1984”.
      Nella storia non sono mai esistite società più disumane di quelle comuniste.

      3. assolutamente falso.
      Come già detto, il Partito Comunista Italiano prendeva ordini (e soldi) dal PCUS e aveva come scopo ultimo l’abbattimento della democrazia liberale in quanto espressione della Borghesia, per sostituirlo con la dittatura del proletariato secondo il modello sovietico del marxismo-leninismo. La “terza via” è una specialità italiana, non l’ha inventata Berlinguer. Infatti anche il Fascismo si proponeva come movimento rivoluzionario che stava tra il Capitalismo anglosassone e il Comunismo sovietico. E’ solo un espediente retorico che permette di seguire la vocazione italica all’incoerenza.

      4. assolutamente falso.
      L’esempio più evidente è Massimo D’Alema. Cito Wikipedia:
      “[…] È figlio di Giuseppe D’Alema, partigiano gappista, funzionario e quindi deputato del PCI, e di Fabiola Modesti. […]
      A Roma, a Monteverde Vecchio, era iscritto ai pionieri (associazione comunista per ragazzi e ragazze fino ai 15 anni) coi figli di Giancarlo Pajetta. Quando in quel quartiere si tenne un congresso del partito, fu scelto – aveva appena nove anni – come rappresentante dei pionieri: la madre ricorda che volle scriversi da solo il discorso per poi saperlo meglio, e che fece un’ottima figura, tanto da far dire a Togliatti «Capirai, se tanto mi dà tanto questo farà strada». Secondo altri, invece, il commento del “Migliore” sarebbe stato assai più stizzito (per la precoce maturità politica del pioniere): «Ma questo non è un bambino, è un nano!».” Vai un po’ a vedere quanti figli i operai hanno fatto il discorso di ortodossia politica davanti a sua maestà Togliatti.

      Riguardo a “migliore di te”, ovviamente stai mentendo.
      La differenza tra noi due è una sola ma enorme, tu sei una persona di fede.
      In quanto tale, sei pernicioso perché sei capace di qualsiasi cosa, anche la più irrazionale, in nome del tuo dio.
      Io invece cerco di limitarmi ai fatti, quindi per convincermi basta un calcolo, un ragionamento logico, un esperimento.
      Do per scontato che una certa affermazione sia “vera” solo temporaneamente, può capitare in ogni momento di doverla rivedere alla luce di nuove informazioni o di un ragionamento più efficace. Nel tuo caso invece, dato che sposti le tue “verità” fuori dal mondo fisico, sono valide a priori, per definizione ed indiscutibili.
      Quindi con te non si può discutere, si può solo abbracciare la tua fede o rifiutarla.
      E sei “migliore” perché sei detentore della Verità, eterna e immutabile.

      Commento di LorenzoC | 25 luglio 2014 | Rispondi

  9. Ammazza quant’ insisti sor @Lorenzo
    co’ tutte ‘ste nozzjoni arisapute,
    e vai cercanno pe’ strade acconoscjute
    de famme rimaggnjà quello che penzo !

    Er greco antico, l’ insegno da ‘n po’ d’ anni,
    la storia der Piccì la so a memorja …
    se so’ ‘n’ omo de fede nun fò danni
    e quanto a te … riccoji la cicorja !

    Te l’ ho ggià scritto, io NUN so’ mijore
    nè dde te nè dde antri in su la tera,
    e quinni te saluto e te dò ‘n fjore
    bbasta che nun la tiri fino a sera …

    So pernicjoso ??? Invece Tu sei bbono ???
    Nun me ne frega, caro senza ddjo,
    Tu tjette er tuo, e io me tengo er mjo,
    de la canzone tua … ehm … nun amo er sòno !!! :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 25 luglio 2014 | Rispondi

  10. A me fa vomitare sentire sempre come un disco rotto lo spauracchio del comunista. Basta. Il comunismo E’ MORTO. Non esiste più. Almeno qui, nel mondo occidentale. Inutile puntare il dito contro un Stalin comunista quando sappiamo benissimo che ha sempre esistito anche la contropartita. Il comunismo ha avuto i suoi mostri. Ma ha avuto anche la minima decenza di capitolare quando è diventato inutile. Non si è aggrappato con delle “ricette economiche” utopiche per salvarsi il cullo. Come fanno oggi i suoi nemici (o dovrei dire “ricchi”?).
    I poveri cattivi?
    E vero. Cattivissimi direi. Ma soltanto quando la “bontà” dei ricchi era diventata insopportabile.

    Commento di Valentino | 27 luglio 2014 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: