Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Evabbe’… è finito pure questo 2013…

Ok ok, lo so, sono sparito, ma che volete farci?

Prima una fase convulsa di lavoro.

Poi un viaggetto di 1.700 chilometri a.r., poi la ripresa della fase convulsa…

Manco il tempo di augurare Buon Natale alle visitatrici e ai visitatori di questo luogo.

Comunque non potevo esimermi, prima della fine dell’anno, di riaprire le porte della mia casetta, almeno per augurare a tutte/i un fantastico 2014. O perlomeno, un 2014 migliore almeno… facciamo del 50% rispetto al 2013?

20%?

10%?

5%?

1%?

😥

A me in genere gli anni dispari non è che mi siano mai piaciuti tanto (vabbe’… sorvoliamo sul fatto che mi sposai in un anno dispari…). Mi sono sempre sembrati anni nei quali accadono cose che però non si concretizzano, quasi fossero preludi di altri accadimenti, che verranno poi a maturazione nell’anno pari.

Ecco, io desidererei, per me, che nel 2014 giungesse a maturazione tutto quello che ho seminato nel 2013. Se non proprio tutto, diciamo almeno… il 50%?

Per gli altri, per i miei familiari, i parenti, gli amici, serenità e buona salute.

Ma al di là delle speranze, la mia impressione è che il mondo vada sempre peggio. O forse sono io che inizio a guardarlo con gli occhi di un vecchio, di un nostalgico dei tempi passati.

Ora, prima che diventi un lagnoso tardo-cinquantenne (tardo nel senso dell’orario), rinnovo gli auguri di Buon Anno. Spero che domani sera i miei commensali non insistano per fare il trenino della mezzanotte…

buon anno

P.S.: nelle festività natalizie sono calato di un chilo. Tiè!

Musica! (e che musica…)

30 dicembre 2013 Posted by | Un po' di me | | 16 commenti