Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Un flash…

E’ stato un flash… una folgorazione, un’intuizione, un lampo di genio.

E’ avvenuto stamattina, dopo aver visto la rassegna stampa su La7.

Hanno trasmesso qualche spezzone del confronto di eri sera Bersani-Renzi (ammetto di non averlo visto, perché mi sono addormentato sul divano…).

Quando ho visto l’uomo in camicia bianca ho capito.

Erano mesi che, ogni tanto, mi chiedevo da dove spuntasse fuori ‘sto Matteo (che non è Don Matteo e nemmeno Matteo l’evangelista).

Erano mesi che mi chiedevo (ogni tanto, mica sempre, eh? perché c’ho cose più importanti da fare, per fortuna) chi mi ricordasse questo qui.

Stamattina ho capito qual è la sua “base” politica, ideologica, umana, l’arroganza, il disprezzo per le regole: CRAXI.

Senza se e senza ma.

E per uno come me che si vanta (giustamente) di avere capito in anticipo che quello era soltanto un delinquente, capo di una banda di delinquenti taglieggiatori con i quali il sottoscritto si è rifiutato di condividere lo stesso tavolo nell’amministrazione comunale (rifiutando l’incarico di assessore prima e di vicesindaco poi) è una soddisfazione.

Per tutto il resto, forse c’è rimasto ancora qualcosa sulla Mastercard… (forse).

P.S.: domani ferie e si cucina! Polpettone e Ratatouille.

Musica!

29 novembre 2012 Posted by | Politica, Storie ordinarie | , | 31 commenti