Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

I peggiori anni della nostra vita

I peggiori anni della nostra vita. Da Craxi alla caduta di Berlusconi” è un libretto uscito a fine 2011 di Paolo Posteraro.

Certo,ripercorrere gli ultimi vent’anni della nostra storia politica in meno di trecento pagine non rende certamente possibile raccontare “tutto quello che avresti voluto sapere sulla politica italiana e nessuno ti ha mai raccontato“.

Ho preso questo libro dalla biblioteca per ripercorrere velocissimamente avvenimenti in gran parte visti in prima persona: tangentopoli, con i suoi processi e i lanci di monetine; i governi “tecnici” di Amato e Ciampi; l’ingresso in politica di Berlusconi, la sua caduta e un altro governo “tecnico” di Dini; la vittoria dell’Ulivo di Prodi nel 1996, le speranze e le disillusioni; il ritorno di Berlusconi nel 2001; la tragicomica esperienza dell’Unione nel 2006 e l’ennesimo ritorno di Berlusconi nel 2008, con la sua successiva caduta nel novembre 2011 e il suo strascico di nani e ballerine (ballerine per modo di dire…).

Tanti governi, tanti partiti litigiosi e, sullo sfondo, una manovra economica dietro l’altra; ognuna una mazzata sugli italiani (quelli più poveri, s’intende), senza intravedere mai uno spiraglio alle continue crisi.

Alla fine del libro si ricava l’impressione che, dopo vent’anni dalla fine della cosiddetta “prima Repubblica”, non si capisce se la seconda sia iniziata, se stia finendo o se in realtà sia stata tutta una finta: fingere di cambiare tutto per non cambiare niente.

Personalmente, questo breve sguardo all’indietro mi ha riconfermato nella mia convinzione che l’Italia non può salvarsi e che l’unica soluzione (per chi può) è quella di emigrare.

E poi, detto tra noi, fa un certo effetto rendersi conto che una parte della propria vita fa ormai parte della storia (e che storia…).

I migliori anni…

11 settembre 2012 Posted by | Politica | | 20 commenti