Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

La scoperta (e la nostalgia)

Driiiiiiiiiiiiiin!

“Pronto?”

“Papà, ho saputo una cosa che non ci crederai neanche tu!”

“Cioè?”

“Babbo Natale non esiste! Siete tu e la mamma che comprate i regali, li nascondete e poi li mettete sotto l’albero!”

“Eh??? Cosa??? Ma, non è possibile! E chi te l’ha detto?”

“La mamma.”

“Ma… ma… allora non esiste nemmeno la Befana!”

“No, e nemmeno Santa Lucia. Eravate voi che mangiavate i biscotti che lasciavo sul tavolo.”

“Ma allora niente più letterine per i regali?”

“La letterina forse la scriverò lo stesso, ma poi la darò a te.”

“Vabbeh, ne riparleremo di ‘sta cosa. Però la mamma ce la vedo a cavallo di una scopa, che fa la Befana…”

Che dire?

Un po’ mi dispiace che si chiuda anche questo “capitolo”.

Beh, lo sapevo che sarebbe successo prima o poi, è ovvio. Però un po’ di nostalgia delle letterine, dei regali nascosti nei posti più impensabili, dello sguardo stupito nello scoprirli… inutile dire che ce l’ho.

LO so che la vita va così. Spero soltanto che il Babbo Natale che c’è nel suo cuoricino rimanga a lungo a farle compagnia, con la dolcezza e la delicatezza di sempre.

P.S.: a questo punto però c’è una cosa che domani devo approfondire: questo allora vuol dire che non esiste nemmeno il topo che porta il soldo quando cade un dente?

23 agosto 2011 Posted by | Notizie dal mondo fatato, Storie ordinarie | , | 24 commenti