Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

La ragazza perduta

Questo non è un libro da leggere in aeroporto.

Soprattutto se avete appena visto sul tabellone che il vostro volo partirà due ore dopo l’orario previsto – al quale poi si aggiungeranno altre due ore di ritardo – e voi pensate: “C’ho ‘sto raccontino nella valigia. Vediamo un po’…”.

Questo è un libro da leggere con calma e tranquillità, ideale in un torrido sabato augusteo come questo, con il climatizzatore che svolge degnamente il ruolo per il quale fu creato.

E poi questo è un libro da leggere con la matita in mano, per sottolineare, evidenziare frasi, passaggi.

I libri che affronto con la penna o l’evidenziatore – giallo o verde, a volte rosa – in mano, sono quelli che servono a me.

I libri che affronto con la matita, invece, sono quelli destinati – in futuro – agli altri, affinché possano condividere le mie annotazioni, ma possano anche cancellarle, modificarle, integrarle. La matita lascia segni più lievi, a volte sfumati, destinati forse a scomparire con il tempo, come del resto anche noi.

Quando parliamo di un libro, non parliamo mai del libro, ma di quello che il libro ha suscitato in noi; delle emozioni, sensazioni, a volte anche dei turbamenti. Soltanto gli sciocchi e i critici riescono a estraniarsi e a parlare soltanto del libro. E infatti i primi e spesso anche i secondi scrivono enormi sciocchezze.

E’ un racconto questo, forse una novella?

Un regalo; il regalo di un marito “quasi vecchio” alla moglie che lo accusa di non amarla più. Un ricordo sul loro incontro, sulla nascita del loro amore. Una storia pervasa da una leggera malinconia, ma di quelle talmente leggere che alla fine ti lasciano con un sorriso sulle labbra.

Francamente non pensavo di trovarmi di fronte a un tale piccolo capolavoro.

Che posso dire? Mi sono quasi innamorato anch’io della piccola Zezi (e detto da me è tutto dire…), delle sue provocazioni, delle sue finte sfrenatezze, della sua ingenuità e anche – direi soprattutto – della sua reazione finale nei confronti del marito-autore.

Una piccola grande storia da leggere, da assaporare nella scrittura raffinata ma non stucchevole. E che fa sorgere spontanea una carezza alla piccola Zezi, che immagino ancora imbronciata con il marito.

Annunci

20 agosto 2011 - Posted by | Libri |

16 commenti »

  1. Sì, hai proprio colto nel giusto.
    La piccola Zezi, nonostante l’età e la malattia, sta sempre lì imbronciata con il marito…

    Grazie.
    M.

    Commento di Maria | 20 agosto 2011 | Rispondi

    • … il quale (marito) in tutti questi anni c’avrà avuto il suo bel daffare… 😉

      Commento di aquilanonvedente | 20 agosto 2011 | Rispondi

      • Anche questa è una grande verità.
        Non solo il marito.
        Notte 🙂

        Commento di maria | 21 agosto 2011 | Rispondi

  2. L’ emozione ….
    Parte e ci raggiunge da vie impensabili, anche dal raccontare pacatamente una lettura senza sconfinate nel dejavu !
    Un abbraccio …. @Aquila
    @Bruno

    Commento di cavaliereerrante | 20 agosto 2011 | Rispondi

  3. Io purtroppo sono in difficoltà: da qualche tempo non riesco più a leggere tanto come in passato…ma la tua “recensione” mi ha incuriosito e vedrò di tener buono il tuo suggerimento per il mio prossimo tentativo di lettura (ho appena finito “una questione privata” di Beppe Fenoglio che non è proprio…una passeggiatina e allora ho bisogno di un buon intervallo povera me!)

    Commento di lisboantigua | 20 agosto 2011 | Rispondi

    • Ma come!
      E allora io cosa li scrivo a fare i libri?
      http://perronelab.it/node/704

      Commento di aquilanonvedente | 20 agosto 2011 | Rispondi

      • Ho presente e ci penserò senz’altro al momento opportuno…E’ per questo che io mi sento un pesce fuor d’acqua con tutti voi…scrittori e poeti! comunque grazie per l’invito….!

        Commento di lisboantigua | 21 agosto 2011 | Rispondi

  4. Lo devo mettere nella lista dei desideri?

    Commento di anto | 21 agosto 2011 | Rispondi

  5. anto@ andiamo su Ibs??
    grazie aquila di questo regalo!

    Commento di sabby | 21 agosto 2011 | Rispondi

    • eh già! 😉

      Commento di anto | 21 agosto 2011 | Rispondi

  6. Ecco, avevo proprio bisogno di un consiglio sul prossimo libro da leggere. Farei un salto in libreria ma mi sembra di aver capito che tu abbia PROPRIO VOGLIA di prestarlo a qualcuno/a. Mi sacrifico volentieri…:-)

    Ora torno seria: trovo questo tuo post dolcissimo e mi hai davvero incuriosita.
    Ho perso un pò di tuoi post, ma li recupero, prometto!
    Buonanotte.

    Commento di Rory | 22 agosto 2011 | Rispondi

  7. Metto in lista…………………….poi ti dico…immagino però che sia bellissimo, e poi mi fido del giudizio di uno scrittore!

    ciaooooooooooooooooooooooooooo

    Commento di kate | 23 agosto 2011 | Rispondi

  8. caro aquila, in questo momento dispongo, tra le mani, di una cosa che hai pure tu!!! 😉

    Commento di sabby | 25 agosto 2011 | Rispondi

  9. 🙂
    volevo fare la spiritosa!!!
    to leggendo il libro!!

    Commento di sabby | 26 agosto 2011 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: