Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Culturalmente parlando…

Oggi pomeriggio, uscito dall’ufficio, sono passato al supermercato per comprare soprattutto la frutta: melone, albicocche e pompelmi (ciliegie e pesche le avevo già).

Una volta a casa, ho lavato un paio di cosette, rigorosamente a mano, perché non c’era il budget minimo per la lavatrice, e con i nuovi contatori ENEL, se fai andare la lavatrice semivuota c’è il rischio che prima della centrifuga di arrivi direttamente a casa un avviso di garanzia.

Poi ho fatto la doccia, mentre cuocevano le patate.

Poi mi sono preparato la cena: petto di pollo al vapore con rosmarino, salvia e prezzemolo; contorno di patate lesse (quelle che stavano cuocendo mentre facevo la doccia) e filetti di peperone in aceto di mele; yogurt con cereali e caffè. Niente di eccezionale, però dopo mi sentivo culturalmente sazio e anche culturalmente leggero.

Poi, dopo avere lavato le stoviglie, ho pulito il pavimento della camera da letto, di uno dei bagni e di un pezzo di corridoio. La battaglia contro i riccioli di polvere non è stata nè facile nè indolore, ma con il mio nuovo prodotto biologico l’ho spuntata. Mentre strofinavo in ginocchio pensavo che noi artisti dovremmo fare ‘ste cose solo se ci danno – culturalmente – lo spunto per scrivere, mica per obbligo. Pensavo anche che ho dimenticato di pagare il bollo dell’auto, il bollo della moto e questo mese pure l’ICI. Ma non dispero: il 28 scade la seconda rata condominiale e penso che dimenticherò di pagare pure quella, per non creare disparità. Finito di pulire, guardavo il frutto del mio lavoro come una casalinga di Pontida: “però – dicevo tra me e me – culturalmente parlando, il pavimento pulito sta meglio che sporco” e così ho pulito pure l’altra metà di corridoio, scatenando una vera e propria battuta di caccia a tutti i riccioli di polvere che trovavo.

Poi ho stirato, cioè ho ridotto un po’ l’altezza della montagna di panni che attendono il loro turno e ovviamente è partito pure un bottone di una delle mie magliette preferite, così ho dovuto anche cimentarmi in un piccolo lavoro sartoriale.

Alla fine di tutto ero culturalmente stanco, però contemporaneamente ero anche culturalmente soddisfatto, praticamente quasi come una massaia di Bergamo.

Però alla fine di tutto ho sillogizzato: essere socio unico della casa c’ha sì alcuni privilegi (sei contemporaneamente presidente, amministratore delegato, dirigente, ecc.), ma c’ha pure qualche svantaggio. Non sarebbe meglio trovare una socia fifti-fifti?

Ecco, insomma, una culturalmente portata a sobbarcarsi il 50% dei lavori domestici, in cambio del 49% delle azioni ( :mrgreen: ).

Chiedo troppo?

Naaaaaaaaaaa………

P.S.: astenersi culturalmente vittime.

Annunci

23 giugno 2011 - Posted by | Un po' di me | ,

33 commenti »

  1. Dunque…che commento si può lasciare a un uomo culturalmente perfetto e anche culturalmente soddisfatto, nonchè culturalmente parac…ehm??? 🙂
    Trovato!
    “E’ inutile che ci provi! Nun te se pija nessuna! Gli uomini così acculturati fanno venire gli scompensi!! 🙂
    Ps: astenersi battutacce! 🙂

    Commento di Rory | 23 giugno 2011 | Rispondi

  2. Ti assumo, part-time o full-time.
    Se riesci a fare tutto quello che hai detto e descritto… sei perfetto. O quasi…

    Sul lato culinario credo tu abbia alcune lacune da colmare… ma io, spirito generoso e altruista, sono disposta a darti alcune lezioni. Comunque a me piace cucinare mentre non so stirare. Non perché io non sia capace ma… storia lunga… Ma so stendere benissimo, con precisione quasi maniacale, con le mollette in tinta… vabbè… non continuo… 🙄

    Quindi si può dire che siamo pari.

    A proposito… ho due paia di pantaloni comprati un anno fa a cui avrei dovuto fare l’orlo… carini davvero. Un paio in particolare neri con del pizzo san gallo… Tutto compreso, no? Avrei una certa urgenza per quanto riguarda i pantaloni… Sai com’è, l’estate incalza… 😉

    Che dici? Ti mando il contratto in duplice copia?

    (hhhmmm… l’ometto della foto, non mi sembri tu… anche lui è compreso nel “pacchetto”?) :mrgreen:

    notte……………………………….. 🙂

    Commento di Maria | 23 giugno 2011 | Rispondi

  3. Però …. @Aquilaboicottante …. già che c’ eri …
    Nò, per carità … penso che Tu abbia sbrigato ogni cosa che hai minuziosamente scritto, con cultura così storicamente acculturata che, altro che casalinga bergamasca con parannanzi verde …. Tu … Tu … Tu … sei degno financo di fare la casalinga in qualche casa di @brunetta, ad esempio in quella che s’ è pappato alla mutigna, ampi saloni vetrati, multicamere e bagni vari, terrazzata a più livelli ‘vista mare’ …
    Però …. ehm …. però !
    Ecchecchacchio !!!
    Non potevi smontare le tende, spolverarle all’ aperto sul balcone, metterle in lavatrice ( per completare il budget ), stenderle ad asciugarle, ritirarle poi asciutte al punto giusto, stirarle accuratamente e rimontarle infine scrocchianti di lindore ???
    SFATICATO !!!! :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 23 giugno 2011 | Rispondi

  4. Tu non ce la racconti giusta: l’omo ha da esse omo!

    Commento di Culturalmente prevenuta contro uomini che svolgono le faccende domestiche con o senza grembiulino | 23 giugno 2011 | Rispondi

  5. (stamani, appena mi sono svegliata, ho allungato la mano e ho “aperto” il pc – che “dorme”vicino a me – e ho DOVUTO rileggere il tuo post… per vedere se mi faceva lo stesso benefico effetto di ieri notte: ridere, ridere e ridere. Ebbene sì…) 😀

    Volevo farti notare che il petto di pollo al vapore con rosmarino e salvia va benissimo… ma perchè c’hai voluto mettere il prezzemolo? cosa c’appiccica? NIENTE… Sarebbe stato perfetto senza quell’aggiunta… 😉

    Commento di maria | 23 giugno 2011 | Rispondi

  6. Cavaliere! non serve stirare le tende! ossuvvia! le tende bianche con il pizzo sono passate di moda. ci sono quelle belle tende tipo “etnico” colorate o bianche che si voglia, le lavi, fai centrifuga leggera leggera, le piazzi fuori appese belle dritte e si stirano da sole con il peso dell acqua. risparmi pure l enel per il ferro da stiro.
    anni e anni di duro allenamento. così come Maria, se si stende bene si stira meno!
    Aquila, io per contro parte porto “in dote” la capacità di fare pure qualche lavoretto squisitamente maschile: scaldo la macchina prima di partire… so usare l avvitatore, mi sono montata da sola i mobili di casa… per dire… però oltre ai riccioli di polvere ho pure quelli del pelo della gatta… è grave?

    Commento di sys | 23 giugno 2011 | Rispondi

  7. Rory: il parac… ehm… il “culturalmente soddisfatto” non ha capito di quali scompensi parli (ma se n’è fatto un’idea… :mrgreen: )
    Maria: tu manda pure il file del contratto, che io lo integro con qualche “clausola”… Per l’ometto della foto, prendilo pure, ma mi sembra ovvio che è gay! E lo so che il prezzemolo non c’appiccicava niente, ma l’avevo appena colto, era così bello che mi spiaceva non farlo partecipare alla cena… 🙂
    Ser@Bruno: t’ha già risposto sys. E poi se salgo in alto soffro di vertigini (lo so, lo so… per un’aquila non sarebbe normale, maccheccevoletefa’… 🙄 )
    Culturalmenteprevenutaeccetera: nun me fa’ dire battutacce (P.S.: me dai er tuo numero de teleffono? 😉 )
    Sys: con questo curriculum ne possiamo anche parlare tet-a-tet :mrgreen:

    Commento di aquilanonvedente | 23 giugno 2011 | Rispondi

  8. Oh … @Sys … ehm … non serve stirare le tende ?!? 😯
    Quelle ‘etniche’ può darsi ….
    Ma le belle tende vaporose, le tende di tulle o cotone o ‘a velo’ che proteggano ampie finestrature, dando alle sale che adornano una aspetto fresco, rifinito e pulito, quelle sì che necessitano di stiratura, come ogni buon tappezziere sà !!!
    Quanto ai peli di un gatto/gatta …. che sono peggio dei ‘riccioli di polvere’ a cui inneggia il sor @Aquilaboicottante … che ci azzeccano ???
    In un nido di Aquila, non mai visto gatti/gatte se non sotto forma di ‘carne predata e sventrata’, ed al rapace dei peli non gliene potrebbe fregare di meno, con la fame che gira si papperebbe pure quelli …. come condimento . :megreen:

    Commento di cavaliereerrante | 23 giugno 2011 | Rispondi

  9. Prima di tutto la mia era una battuta… mi riferisco all’ometto. Mi dispiace ammetterlo ma non è proprio il mio genere. Gay o non gay. Quindi tienitelo pure TU. :mrgreen:

    Il file del contratto te lo mando quanto prima, però vorrei capire a quali “clausole” ti riferisci… Insomma, per come ti conosco… Mi posso fidare? 🙄

    La visione di te che raccogli rosmarino, salvia e prezzemolo e ti “intenerisci” davanti a tanta genuinità e freschezza… Vabbè… Rende accettabile anche il pollo cotto al vapore con rosmarino, salvia e PREZZEMOLO… 😉

    Commento di maria | 23 giugno 2011 | Rispondi

  10. una domanda sorge spontanea: ma quant’è lungo stò corridoio? 😯

    Commento di anto | 23 giugno 2011 | Rispondi

  11. Azz… Cenerentolo… 🙂 Comunque secondo me stai sbagliando l’approccio: con un post del genere, rischi di trovarti una che, visto che sei così bravo, ti lasci il 100% dei lavori domestici in cambio del 51% delle azioni 🙂

    Commento di Giulio GMDB© | 23 giugno 2011 | Rispondi

  12. Solo a leggere ero stanca…………………….va beh ma tu non hai di meglio da fare quindi fai bene a tenere la casa pulita…….si sa mai arrivasse la volatile della tua vita! 😆

    Ok Ok senza che lo dici……….questi giorni di studio mi hanno fatto diventare intelligente 😉

    Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh che uomo!

    Commento di kate | 23 giugno 2011 | Rispondi

  13. Aquila, c avrai mica la collezione di viti dell ikea da (ri)vedere? 😀

    Ser Bruno… io le tende a velo cotonose biancose per ampi spazi luminosi non le uso. ho quelle prese all auchan, arancioni e blu a 9 euro, (pochi schei bea figura). del resto mica vivo in un maniero… è qualcosa che somiglia di più alla tana di un tasso… in compenso il mio corridoio nel vano notte è lungo sì e no 53 cm… forse pure qualcosetta meno.

    Commento di sys | 23 giugno 2011 | Rispondi

  14. Cara @Anto hai concretizzato un mio pensiero inespresso… avrà mica un corridoio lungo 50 metri? 😯 😯

    Commento di maria | 23 giugno 2011 | Rispondi

  15. Ser@Bruno: le “tende vaporose” oggi si usano come lenzuola! O no? 😯
    Maria: le “clausole” mica si leggono, si firmano e basta. E poi ognuno c’ha i corridoi suoi! 😛
    Anto: quando vado a casa lo misuro con precisione, così ti faccio sapere quale porzione ti riservo la prossima volta! 😆
    Giulio: mi sa che c’hai proprio ragione! 😕 Devo cambiare strategia…
    Kate: e io che pensavo ti offrissi per pulire le tende, che bisogna salire sulla scaletta, altrimenti ser@Bruno si preoccupa! :mrgreen: (Comunque la scaletta la reggo io…)
    Sys: no no, niente viti dell’ikea. Però di lavoretti da fare ne ho talmente tanti… 😉

    Commento di aquilanonvedente | 23 giugno 2011 | Rispondi

  16. Io sento puzza di bruciato… Vorresti che firmassi un contratto senza leggere le clausole? 😯

    Clausole scritte in piccolissimo, per di più (anche se la mia vista è paragonabile a quella di… un’Aquila!)… 😉

    Questa storia del tuo corridoio sta diventando un enigma… 😀

    Commento di Maria | 23 giugno 2011 | Rispondi

  17. Già, proprio un enigma! La logica imporrebbe che, se uno decide di lavare il corridoio per metà e non tutto intero, si trova davanti uno spazio infinito 😯
    Comunque vorrei farti notare che se lo pulisci per metà, prima o poi sei costretto a camminare sull’altra metà sporca, e quindi ti si risporcherà pure la prima. Miiiiiiiiiiiii hai capito no? :mrgreen:

    Commento di anto | 23 giugno 2011 | Rispondi

  18. Bravo, ti lascio con l’idea che ti sei fatto perchè non mi va di spiegarti.
    Te lo sei goduto il tuo petto di pollo?? Lo sai cosa mangerò io per cena?? Quaglie alla griglia!! Ihihihih. La mia amica si è fissata che le devo assaggiare. Dice che sono dolcissime. Mah…!! 🙂
    Ti farò sapere…

    Commento di Culturalmente insoddisfatta | 23 giugno 2011 | Rispondi

  19. Il tuo ragionamento non fa una piega, @Anto…. che abbia ragione @Bruno? Forse Aquila sta un cicinin SFATICATO? :mrgreen:

    Commento di Maria | 23 giugno 2011 | Rispondi

  20. Carissimo Aquilotto questo è il destino delle persone culturalmente destinate a viversi la vita da sole, ma non per questo culturalmente infelici, quindi un piccolo consiglio da una culturalmente sola: se lavi il corridoio a metà fallo nel senso della lunghezza, altrimenti o non arrivi alla porta di casa o non arrivi in bagno :mrgreen:
    E poi a noi culturalmente impegnati in una cena davanti alle piastrelle della cucina che ce frega se l’erbetta (prezzemolo in romanesco) ce va o no su li petti de pollo???? A noi ce piace così
    Baci baci Follettaoctopussavia

    Commento di follettabacibaci | 23 giugno 2011 | Rispondi

  21. Ho stirato anch’io ieri sera e la cosa non mi ha esaltato più di tanto!
    Dalle mie parti i riccioli di polvere le li chiamiamo simpaticamente gatti…. Ma non sono così sornioni e morbidi, piuttosto sfuggevoli e leggeri.

    Un abbraccio e complimenti per tutte le cose che riesci a fare dopo il lavoro.

    Commento di kylie | 24 giugno 2011 | Rispondi

  22. E’ vero, cara @Maria … @Aquila è uno SFATICATO, ma uno sfaticato affascinante, che riesce ad essere per le Donne, ciò che la “carta moschicida” è per l mosche ….. o se vogliamo rendere più poeticamente questa sua virtù ‘diabolica’, ciò che una sorgente luminosa rappresenta per le bellissime, e solitarie, farfalle notturne ….. o ancora infine, ciò che una colorata e lussureggiante corolla di un fiore dischiuso ai raggi primaverili e profumato, è per le api ( tjè, beccate questa @Mà !!!! ) :mrgreen:
    In merito, io non mi chiedo mai “il perchè” di questa capacità dell’ Amico, giacchè conosco ormai da tempo quanto valga questo rapace “becalino” in ogni settore ( con particolare accento, a quello della politica attiva e saggia ), piuttosto mi chiedo come sia stato possibile “ad una donna”, allontanarsi da questo eccellente compagno …. e qui vacillano il mio affetto e la stima assoluta che nutro le donne “comunque e senza nulla a pretendere” da loro, un sentimento ormai noto in tutta la blogsfera ! Ma questa “del perchè che mi resta incomprensibile” è un’ altra storia, ed è una storia che investe una privacy da rispettare, per cui la finisco qui …. anche se resta il mio pensiero immutabile di come la veda io !
    Piuttosto, qualcuno sà se @brunetta è stato finalmente agguantato dalla Buoncostume ?!? Io spero di nò, poichè sarebbe difficile, per me, rinunciare allo spettacolo che offre, quando si arrampica affannosamente con le sue gambette da rospo su qualche scranno ( dove una volta complicatamente sedutosi, comunque riesce a fare la figura di uno ‘normale’, grazie alla sua capocciona che farebbe presumere un’ altezza da 180 cm. in sù, se uno non guardasse le sue zampette ‘pendule’ sotto al tavolino ), o quando entra/esce in qualche edificio con le “sue guardie del corpo” ( essì, vita grama la sua, con la continua paura che o lo agguanta la Buoncostume, o lo acchiappa il proprietario del circo “barnum” per esibirlo con le foche ammaestrate !!! ) serrate strette intorno a lui, dando la sensazione che questi quattro aitanti ragazzoni camminino da soli, in quanto a malapena si intravede, fra le loro caviglie, la chioma fanciullesca del “protetto” !!!

    Commento di cavaliereerrante | 24 giugno 2011 | Rispondi

  23. un corridoio lungo 50 metri? la casa sarà il triplo…. ci credo che cerchi la metà che faccia una parte mentre tu fai l’altra!!!
    Aquila hai l’energia di un leone… beato te!
    Io la sera quando ho finito di mangiare mi pesa anche sparecchiare tanto so stanca…. sono sfranta dalla stanchezza… oppure sarà la digestione impegnativa perchè ho mangiato le melanzane alla parmigiana? La prossima volta provo il pollo al vapore.. chissà che non riesca a fare io le tende..
    🙂
    PS: comunque se sei bello come quello della foto.. ti aiuto io!! 🙂

    Commento di Daniela | 24 giugno 2011 | Rispondi

  24. Non vorrei essere fraintesa.
    Io con Aquila scherzo in quanto è un amico e so che lui è una persona che capisce l’ironia e ricambia allo stesso modo… Pan per focaccia. 😉

    Caro @Bruno… dopo avermi un po’… come dire… shockato 😯 con l’immagine delle mosche e delle farfalle notturne (io che amo tutti gli animali… ho il terrore delle mosche e delle farfalle notturne… :cry:)… e dopo avermi fatto ricordare che, purtroppo, sono allergica alle punture delle api… 😕 … ti ricordo che fra pochi giorni si sposa il caro Brunetta. Pertanto… che ne dici di fargli, tutti insieme, un bel regalo? :mrgreen: Il mio dubbio ora è: cosa regalargli? 🙄

    Commento di Maria | 24 giugno 2011 | Rispondi

  25. Oh … @Maria ( quel mio “tjè, beccate questa, @Mà, era ovviamente @Mauro 😆 ) l’ affascinante “rospo” @brunetta ‘mezza calzetta’ trovò dunque la Principessa innamorata che lo baciò trasformandolo, come la favola bella, in un nobile e romantico PRENCE ( dei ranocchioni ) ?!?
    Oh … gaudio celeste, oh potenza dell’ amore che oltrepazza l’ ignobile incantesimo, oh fortunata fanciulla … oh …
    Ma, chi è costei che osò ?!? 😯
    Una befana schifosa, I suppose … o ‘na sguajata caccjatrice de sordi … ma, il cerchio si stringe intorno al suo amato rospone, poichè pavento che, caduto il suo padrone @pornonano, per @brunetta non sarà facile ambire ad incarichi di lavoro che oltrepassino il raccattatore di cicche da riciclare a tabacco, o di sciuscià con la sacchetta in collo in qualche porto, a meno che non si sottragga più al proprietario del circo ‘barnum’ e non opti definitivamente per ò’ esibizione fra le foche ammaestrate !
    Mah … staremo a vedere gli sviluppi !!!
    Quanto a te, cara @Maria, vista la tua ritrosia a quelle mie similitudini … diciamo che @Aquila sta alle sue fans intese come “navi amiche che solchino in una sera senza stelle il vasto oceano ( va bene così ? ), come un maestoso faro, un faro luminoso che si erga da impervie rocce, ai cui piedi schiumeggia il mar ! 😛

    Commento di cavaliereerrante | 24 giugno 2011 | Rispondi

  26. @ Ser Bruno: sono sempre i migliori ad essere incompresi…:-)

    Commento di Rory | 24 giugno 2011 | Rispondi

  27. E’ così vero @Rory …. 😥

    Commento di cavaliereerrante | 24 giugno 2011 | Rispondi

  28. @ Bruno: 🙂

    @ Aquila: le quaglie alla griglia sono squisitissime!!! 🙂
    Mi consigli qualche altro volatile “braciato” ?? Dai…questa è facile! 🙂
    Buon week!

    Commento di Rory | 25 giugno 2011 | Rispondi

  29. Assenza dovuta a festa santo patrono stop.
    Tornerobbi presto stop.
    Pregasi tenere in caldo quaglia stop.
    :mrgreen:

    Commento di aquilanonvedente | 25 giugno 2011 | Rispondi

  30. Ti aspetteressimo tutti con impazienza!
    Come si tiene in caldo la quaglia??
    In forno o sui carboni ardenti??? Ihihihih…

    Commento di Rory | 25 giugno 2011 | Rispondi

  31. perchè hai dovuto portare la statua del santo sulle spalle in processione per tutta l’Emilia? 😯

    Commento di anto | 26 giugno 2011 | Rispondi

  32. Nò … penso che abbia aperto una bancarella che, accanto ai santini ed alle collanine del santo patrono, vende il suo libro …. :mrgreen:

    Commento di cavaliereerrante | 26 giugno 2011 | Rispondi

  33. Buongiorno, @Aquilanonvedente !
    Novità ?
    Venduto bene ? 🙂

    Commento di cavaliereerrante | 27 giugno 2011 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: