Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Due fatti, due lezioni, due considerazioni

1^ FATTO

Oggi pomeriggio la piccola, che questo week-end sta con la mamma, doveva passare a prendere alcuni quaderni lasciati a casa mia. Quando l’ho sentita salire le scale, l’ho aspettata dietro la porta di casa, pronto a giocare a “ce l’hai” (giochino semplice semplice, che facciamo spesso). Mi aspettavo che entrasse contenta e giocosa come sempre, invece stava piangendo.

“Perché piangi?” le ho chiesto.

“Perché volevo fare il regalo alla S. (una sua compagna di classe) per il suo compleanno, ma la mamma non vuole.”

“Non vuole? E perché non vuole?”

“Perché la S. non fa la festa di compleanno e invece la G. (un’altra sua compagna di classe) sì.”

“E quando sarebbe il compleanno della S.?”

“Oggi, ma il regalo volevo darglielo lunedì, ma non ce l’ho.”

Uhm…

“Ora prepariamo le cose che devi prendere, poi vediamo.”

(Spezzare e interrompere il flusso degli avvenimenti. Prendere tempo, se è necessario per prendere una decisione. E’ una delle regole basilari della vita.)

“Per fare un regalo alla S., non è necessario comprarlo. Puoi anche regalarle qualcosa che è tuo.”

Allora la piccola ha scelto un quaderno tra quelli nuovi, alcuni braccialetti elastici e un temperino. Abbiamo confezionato un pacchetto con la carta regalo e lei era tutta contenta.

“Sono sicuro che la S. apprezzerà moltissimo il tuo regalo.”

1^ LEZIONE

Lo scambio regalo-festa l’abbiamo inventato noi grandi. Non appartiene ai bambini, per i quali occorre al contrario incentivare gli atti di generosità. E occorre anche fare capire che un regalo non è soltanto qualcosa che si compra, ma può anche essere qualcosa di cui ci si priva, perché ci fa piacere che lo abbia qualcun altro.

1^ CONSIDERAZIONE

Le mogli sono come le automobili: ogni due anni dovrebbero fare il tagliando. Da uno bravo, però.

2^ FATTO

Sono andato alle udienze. Le maestre mi hanno detto che la piccola non ha problemi nell’attività scolastica, riconfermando i giudizi precedenti. Dato che la loro analisi mi sembrava un po’ scarna, ho pensato di fare una domanda:

“Ma quando si fanno lavori di gruppo, A. come si comporta? Partecipa bene? Lega e collabora con i compagni?”

Diciamo che la domanda, ripulita dal politically correct (che mi si addice molto di questi tempi) avrebbe potuto essere tradotta così:

“Ma nei lavori di gruppo la piccola come si comporta? Come una piccola manager testa di c… che prende il comando del gruppo, distribuisce compiti e destra e a manca, bada soltanto al risultato senza preoccuparsi se qualcuno resta indietro? Oppure si preoccupa di lavorare insieme agli altri e di arrivare tutti insieme a svolgere il compito affidato?”

Le maestre si sono guardate con aria incredula. Il loro sguardo lasciava chiaramente trasparire una considerazione tipo: “Ma questo qua da dove arriva? Come mai ci fa questa domanda?”

Una delle tre maestre ha quindi pensato di rispondere alla mia domanda con un’altra domanda: “Ma perché, A. ha manifestato segni di disagio nei confronti di qualche compagno?”

“No – ho risposto – volevo soltanto capire se…”

“Riconfermiamo i giudizi precedenti” è stata la secca replica.

2^ LEZIONE

Le maestre mi stanno naturalmente simpatiche. Lavorano quotidianamente con il nostro futuro. Andrebbero pagate meglio e la scuola andrebbe trattata meglio (per esempio evitando queste cose qui). E andrebbero anche preparate alle domande “irrituali“.

2^ CONSIDERAZIONE

Troppe mamme andare di fretta ho visto alle udienze. Avranno avuto il loro daffare a casa, non lo nego. Avranno avuto (ettepareva…) mariti poco “collaboranti”. Avranno avuto, avranno avuto, avranno avuto… mah…

Stasera mi sento un po’ così

(e si prega di non fraintendere…)

8 aprile 2011 - Posted by | Notizie dal mondo fatato, Sani principi, Storie ordinarie | , ,

53 commenti »

  1. E’ vero, questo concetto festa/regalo è un tributo al consumismo e al “do ut des” che toglie spontaneità al darsi affetto e al donare qualcosa, anche privandocene, solo per far piacere all’altro.

    Credo sia un modo d’agire, quello che hai indicato a tua figlia, di cui ci dovremmo riappropriare.

    Commento di Ifigenia | 8 aprile 2011 | Rispondi

  2. Non voglio aggiungere nulla a quello che hai detto solo che A. é molto fortunata ad averti.

    Commento di Marta | 8 aprile 2011 | Rispondi

  3. Meravigliosa la prima lezione, complimenti.
    Anche un disegno come regalo può andar bene, i bambini sono contenti lo stesso.

    Il secondo punto mi tocca più da vicino, anche perchè ho i colloqui di entrambi martedì. E ti assicuro che io sono una mamma che “non va di fretta”…mio marito direbbe “cacacaxxi” (trovalo tu il politically correct, io non ne ho idea!) 🙂
    Ho fatto anch’io la tua stessa domanda al precedente colloquio e mentre gli insegnanti delle medie sono stati disponibili, alle elementari hanno risposto come a te.

    1)Credo che insegnare sia una passione: c’è chi ce l’ha e chi se la sta vedendo smorzare.
    2)Vero anche che vedo pochi papà ai colloqui: dici che avranno avuto da preparare la cena??:-)

    Commento di Rory | 8 aprile 2011 | Rispondi

  4. Ho sempre odiato le feste di compleanno programmate con obbligo regalo ecc. ecc.
    Per fortuna ho ampiamente superato questa fase, mie figlie sono grandicelle, e comunque siamo state sempre d’accordo su questo argomento. L’amicizia non è quantificabile in regali o nell’entità dei regali. E’ amicizia. Complicità. E chi regala e chi riceve, se l’amicizia esiste, lo sa.

    Fare una festa di compleanno significa spendere soldi. Tanti. In questo periodo non son tutte, o sono poche, le famiglie che possono sobbarcarsi questa spesa. E’ un dato di fatto. Ma l’amicizia fra i bambini resta, per fortuna. I genitori dovrebbero capirlo.

    Io mi occupo di mille cose. Ma per quanto riguarda i colloqui scolastici ho sempre delegato il padre di mie figlie. Poi se ne discute, ovviamente. Lui lo fa in modo abbastanza disinvolto, mentre io, per il carattere che ho, vengo assalita dall’ansia. Se fosse necessario lo farei. Ovviamente.

    Commento di Maria | 9 aprile 2011 | Rispondi

  5. Altruismo e generosità, sono cose che o si hanno o no…e tu le hai….ma che si possono capire e apprendere…e tua figlia è veramente sulla buona strada….ho sempre pensato che non bisogna compensare la distanza dei genitori separati con regali ai figli che tanto poi dimenticano, e allo stesso tempo anche che basta un piccolo pensiero perchè gli altri si sentano amati…e questo credo sia stato il caso della compagna di scuola….il mondo è strano, si pensa molto più all’apparire, ad ogni costo e in tutto invece che all’essere ed hai sentimenti puri e semplici che invece al cuore fanno tanto bene.
    Per il resto, tutto, anche a scuola si aggiusta e poi quando le fatine ci si mettono, sono come i papà Aquila…volano alto 😉

    Bacio Kate

    Commento di kate | 9 aprile 2011 | Rispondi

  6. Ecco i Queen questa mattina a tutto volume mi ci volevano….scarica di adrenalina….fantastici!

    Ti meriti un altro bacio 😀

    Commento di kate | 9 aprile 2011 | Rispondi

  7. mi servono le scarpe nuove e ancora non ho ricevuto un centesimo!
    Idee per risolvere il problema? :mrgreen:

    Commento di anto | 9 aprile 2011 | Rispondi

  8. @Aquila, su di te non mi sbagliai mai : sei una bella persona !
    Saresti un “politico perfetto”, con la consapevolezza dei tuoi limiti, con la tua onestà inattaccabile, col tuo buon senso inimitabile, con la tua arte legata all’ ironia, nemica della retorica !
    Sì, ed è un peccato che ti delusero e ti ferirono cialtroni da quattro soldi, frenando la tua ricerca del ‘bene comune’, più che la corsa al potere ed al profitto personale come fanno tuttora “i politicanti” cialtroni !
    Il tuo colloquio con le Maestre, esprime tutte le tue doti sopra dette, una per una, e il non comprendere da parte loro le tue domande è l’ esempio di cosa stia diventando la Scuola Pubblica !
    Poco fà, ascoltavo nel Blog della nostra @Martina, le parole di un Sacerdote della Brianza che parlava dell’ attualità politica italiana e della classe politica governante, Don Giorgio, un padano come te : sembrava, se non fosse per la sua età assai superiore alla tua, un tuo Fratello !
    Fortunata, tua Figlia …
    e noi, ad averti per Amico !

    Ps. Il che, accresce la nostra speranza di venire a pranzo, o a cena, con te ( a tue spese ) quando scenderai a Roma per la pubblicazione del tuo Libro !
    😛

    Commento di cavaliereerrante | 9 aprile 2011 | Rispondi

  9. Ify: sì, sono convinto di avere fatto la cosa giusta. Ho anche interrotto “il flusso degli avvenimenti”. Ho trasformato l’energia autodistruttiva in energia positiva. Mortacci! Un comportamento da manuale! :mrgreen:
    Marta: sono io fortunato ad avere lei.
    Rory: colpa vostra se i papà non vanno alle udienze. Manco io ci sarei andato. Ho dovuto “insistere con me stesso”.
    Maria: sono belli i regali tra bambini, quando nascono indipendentemente dalle feste e da tutto il resto. E’ una cosa che, secondo me, va incentivata. Aiuta anche a esternare i propri sentimenti.
    Kate: ovvio che volo alto, sono aquila… 🙂 (non troppi baci, plis, che poi mi monto la cucuzza…)
    Anto: quando una donna dice “mi servono le scarpe nuove”, vuol dire che è scesa al di sotto delle quaranta paia e deve urgentemente risalire oltre le cinquanta… 😆
    MesserCav.: allora quando vengo a Roma mi devo portare la valigia piena di generi alimentari della mia terra, come fecero i mitici Totò e Peppino nel film “Malafemmina”? 🙄

    Commento di aquilanonvedente | 9 aprile 2011 | Rispondi

  10. Non capisco una cosa: perché “WINXICIDIO” risulta spesso uno dei post più letti?
    E’ così diffuso il desiderio di far fuori le Winx? 😯

    Commento di aquilanonvedente | 9 aprile 2011 | Rispondi

  11. Ehm … generi alimentari della tua terra, Ser @Aquilapagante ?!?
    Meglio di nò, se pensiamo a cosa mangiano le aquile nel loro nido : serpi, ratti, piccoli animalacci da boscaglia, etc .
    Quelli, te i mangi Tu !
    Noi “tuoi Amici e sostenitori letterari”… ehm … preferiamo che Tu ci porti ( “aggratis” per noi, nel senso di tutti a carico tuo ) in uno dei migliori Ristoranti di Roma !!!
    Eccheccavolo, dobbiamo festeggiare un novello Carlo Emilio Gadda, mica uno scriba qualsiasi, un pennivendolo insomma che sò … alla @bruno vespa, o giù di lì ( sì, lo sò, è disumano immaginare uno scrittore peggiore di @vespa, eppure c’ è ! ) …
    TIRCHIO !!!!

    Commento di cavaliereerrante | 9 aprile 2011 | Rispondi

  12. Ahiahiahiahi….con un uomo “fu ferito” una donna “ancor ferita” non discute…
    ‘notte Aquila-papà! 🙂

    Commento di Rory | 10 aprile 2011 | Rispondi

  13. stanotte cercavo un tuo post e ho notato la stessa cosa. Mah… Le Winx io le conosco per sentito dire, dato che ho figlie ormai grandi, mi sembrano bruttine, è vero. Ma che dire della mitica Barbie (nota bene: che io amai in gioventù, forse proprio per contrappormi all’odio dei miei genitori nei suoi confronti…)?

    Commento di Maria | 10 aprile 2011 | Rispondi

  14. a volte ho l’impressione che ti sia fatto un’idea moooooooooolto sbagliata su di me 😉

    Commento di anto | 10 aprile 2011 | Rispondi

  15. Anto, scusa se mi intrometto (chiedo scusa anche al padrone di casa). Io credo che “lui” ci conosca piuttosto bene. Molto più di quanto dia a vedere. Per questo ci scherza e ironizza. Questa è la mia sensazione.

    Commento di Maria | 10 aprile 2011 | Rispondi

  16. lo so, Maria!
    Stavo solo scherzando 😉

    Commento di anto | 10 aprile 2011 | Rispondi

  17. @Aquilassente ….
    “non vedo, non ascolto, non parlo” ???
    FURBASTRO !!!
    😛

    Commento di cavaliereerrante | 10 aprile 2011 | Rispondi

  18. La prima lezione è stata fantastica. Anche la seconda perchè almeno hai colto un limite delle insegnanti. Speriamo sia servito a qualcosa.

    Un abbraccio e buona giornata!

    Commento di kylie | 12 aprile 2011 | Rispondi

  19. EVVIVA i regali fatti senza “se” senza “ma” e soprattutto senza un “perché”! :mrgreen:

    Commento di Godot | 19 aprile 2011 | Rispondi

  20. E anche senza un “dove” e un “quando” :mrgreen:
    Ma che, per caso t’hanno aggiustato il pc, oppure l’hai fregato a qualcuno?

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  21. … ehm… dici la verità?! Chi ha fatto la spia sul furto di PICCI!?

    Commento di Godot | 19 aprile 2011 | Rispondi

  22. :mrgreen:
    (Ci si può sposare per Pasqua?)

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  23. Abbi pazienza Aquila, non è che voglia entrare nel merito delle tue questioni coniugali, pur essendo nella lista, ma non ti pare di acere ampiamente superato anche il numero di quattro legittime mogli previste per i musulmani (visto che la tradizione cattolica della monogamia pare ti s’attagli poco 😆 )?

    Così eh, dicevo per dire. Ma poi, ti regge la tasca per tutte? (Ho detto tasca eh, che per il resto, letto da me cosa ha intenzione di fare Silvio nostro?).

    Meno male che Silvio c’è!

    Commento di Ifigenia | 19 aprile 2011 | Rispondi

  24. Aquilotto con te anche a Pasquetta! :mrgreen:

    Commento di Godot | 19 aprile 2011 | Rispondi

  25. Mi dispiace disilludervi ma a Pasqua non fanno neanche le comunioni, figuriamoci i matrimoni! E poi quest’anno c’è anche la beatificazione de Papa. Tutto rimandato! 🙂
    Hai tempo per mettere da parte un altro pò di soldini, dice bene Ify!

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  26. La beatificazione del Papa?
    Magari potrei mettere un banchetto per vendere il mio libro…

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  27. Siiiiiii, dai, che bella idea!! Ti serve una venditrice?? Sono io. E’ il mio lavoro, cioè…quando lavoro. Sono bravissima! Ho venduto di tutto: dai coriandoli agli appartamenti in centro.

    Carissimo Aquila, lo so che stai pensando “ecchissene!” ma ho appena avuto un’idea per un post!
    Grazie! 🙂

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  28. Prego!
    (In cambio? 😉 )

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  29. 😥 ma tu pensiiii ai banchettiiii vendilibriii invece di pensareee al destino Avverso… (e non in versi) che combatte contro il nostro matrimonioioooooioioioio (c’è l’eco e anche qualche tuono e fulmine in sottofondo!)

    Commento di Godot | 19 aprile 2011 | Rispondi

  30. Come in cambio?? Vuoi farmi spennare da Godot che attende speranzosa il matrimonio??

    Per non parlare di Ify che già punta al patrimonio (non correggere niente. La parola è giusta).
    Non mi mettere in mezzo.

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  31. 😉 Non temere Rory non ti spennerei mai… anche perchè qui il pennutoooo è Aquiloooottooooo :mrgreen:

    Commento di Godot | 19 aprile 2011 | Rispondi

  32. @ Godot: vorrai dire Aqui-dotto!
    Qualcuno oggi mi ha detto che bisogna fargli un sacco di complimenti sennò non è contento.
    Grazie di evitarmi la “spennata”, non potrei rinunciare ai miei ricci, ora che sono ricresciuti. 🙂

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  33. Ehm… che è tutta ‘sta solidarietà femminile?
    Godot, pensi che al nostro matrimonio potrei rifilare il libro agli invitati? Oppure usarlo come bomboniera? :mrgreen:
    Ro… ricci? 😛 Ma sai che io ho un debole per i ricci?

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  34. Ahahaahh…come bomboniera. Mi viene in mente che è un modo per smaltire le copie in esubero!! 🙂

    Ricci e scuri. Quindi?? Mi inviti ufficialmente nel tuo harem?? Niente matrimonio, però. Sto cercando di uscirne…

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  35. Ok, niente matrimonio.
    In che categoria vuoi essere collocata? 😉

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  36. Categoria??
    Elencare le opzioni, please! (tanto il mio post l’ho quasi finito di scrivere!)

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  37. Beh, se escludiamo quella delle mogli, quella delle amiche, quella delle vicine di casa e quella delle suocere, cosa vuoi che rimanga?

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  38. Quella delle Blogger preferite?? 🙂

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  39. 😯

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  40. Scusa, ma sta faccia da “fesso” (scusa!) che mi sta a significare??
    Che ti ho fregato?? 🙂

    Commento di Rory | 19 aprile 2011 | Rispondi

  41. Che forse sono stato troppo circonciso e che non mi sono spiegato bene… 😕

    Commento di aquilanonvedente | 19 aprile 2011 | Rispondi

  42. Mio caro Haremita o Eremita, che dir si voglia, ti eri spiegato benissimo, ma io sono una signora perbene, e non volendo che tu avessi a pentirti un domani di un’allusione “poco felice”, ho circumnavigato il tuo “voler andare a parare a”…
    Vista l’ora tarda e datasi la tua età mi spiego più chiaramente:
    La tua amante non la faccio! Punto! 🙂

    Commento di Rory | 20 aprile 2011 | Rispondi

  43. Vabbeh, mettiamo almeno un punto e virgola, no? :mrgreen:
    (Vedo che non c’è verso di avere l’ultima parola, perciò me ne vado a lettuccio, tutto sole soletto… 😕 )
    Buonanotte

    Commento di aquilanonvedente | 20 aprile 2011 | Rispondi

  44. Ma lo sai che stavo venendo a scriverti così:
    “Qua famo giorno, e siccome ho un pò di sonno, stranamente, me ne vò a dormire!”
    Mi hai anticipata.

    Buonanotte.

    Ps: di che ti lamenti?? Io vado a letto male-accompagnata.

    Commento di Rory | 20 aprile 2011 | Rispondi

  45. @aquila: sei troppo circonciso??? Troppo circonciso??? E quante mogli vuoi? E per farci che??? 😯

    @Rory: e poi dici che io miro al patrimonio? E con certe rivelazioni, a casa vuoi che miri! 😯

    Commento di Ifigenia | 20 aprile 2011 | Rispondi

  46. Nò, @Ifi, non mirare alla casa … 😦 … , forse il nostro Amico è in affitto, e magari è in arretrato col pagamento dei canoni e … ehm … potresti ritrovarti carica di debiti con una causa di sfratto sul groppone !
    Mira invece alla roialty dei suoi prossimi libri, là c’ è la sua vera ricchezza, la miniera nella quale appozzare e scialare 😀

    Commento di cavaliereerrante | 20 aprile 2011 | Rispondi

  47. @ Ify: ma tu fai benissimo a mirare al patrimonio. Soprattutto ora che hai un’informazione in più! Per solidarietà femminile non vorrei mai intromettermi…
    E poi…con un simile “marpione”, non c’è speranza di redenzione! 🙂

    @ Ser Errante: bel consiglio che le hai dato! Bravo! Sempre dalla parte delle donne. 🙂

    Commento di Rory | 20 aprile 2011 | Rispondi

  48. Solidarietà inanzi tutto… e ricordati che non per niente io sono una fan della strega cattiva e non di Biancaneve… quella gatta morta! 👿

    Commento di Godot | 21 aprile 2011 | Rispondi

  49. Cara Godot, credo che su questo siamo tutti d’accordo: Biancaneve nun se regge, evviva la fiera personalità di Grimilde!

    Commento di Ifigenia | 21 aprile 2011 | Rispondi

    • Sìsìsìsì… Grimilde è molto più… come dire… insomma… è PIU’!

      Commento di aquilanonvedente | 21 aprile 2011 | Rispondi

  50. E poi Grimilde no dico l’avete guardata?
    E’ bellissima, altro che Biancaneve
    ….palliduccia e pure un pò lecia….
    così apatica….giusto il principe azzurro se la poteva pijà!

    😆

    Commento di kate | 21 aprile 2011 | Rispondi

  51. P.S. e siccome abbiamo capito in questi ultimi post e commenti , che:

    1)L’amore non trionfa mai, neanche tra i pennuti

    2) Le streghe sono fantastiche (anche nel liquore!)

    3) Le principesse e i rospi….meglio lontani

    4) Meglio non mangiare agnelli a Pasqua ma torte di mele almeno non avanzano nel nido

    Conclusione:

    La vita è strana!…prendiamo ciò che viene!

    Buona Pasqua 😆

    Commento di kate | 21 aprile 2011 | Rispondi

  52. Commento di 1,2,3stella | 23 aprile 2011 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: