Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Evabbeh, parliamo un po’ di politica?

Perché no?

Sono giorni, anzi settimane che ci scassano gli zebedei su questa storia della fatidica data del 14 dicembre. Come se oggi avesse dovuto succedere chissà che cosa. Ma l’Italia non è un paese dove “succedono cose”. E se succedono, non si sa mai “cosa” effettivamente sia successo.

Se vogliamo parlare di politica, non dobbiamo pensare allo squallido spettacolo offerto dai parlamentari, deputati e senatori. Poi uno dice che bisogna andare giù duro, per esempio, contro la violenza negli stadi. E quella in parlamento? Poi uno dice che bisogna valutare il voto in condotta degli studenti. E i nostri rappresentanti, che non sono nemmeno capaci di votare in modo composto?

Che poi ci sono le anime belle che sostengono che i parlamentari non si dovrebbero vendere. Nella mia misera carriera politica, che non è andata mai oltre i confini di una piccola, squallida, umida provincia padana, ho visto consiglieri comunali acquistati e venduti a ogni prezzo. Quaquaraqua senza onore e senza pudore che continuano impunemente a fare pseudo-politica; incombe loro soltanto l’onere di evitare di guardarmi in faccia se mi incrociano per strada (ma io giro poco per il mio paese).

Mi tornava in mente proprio oggi quando ho iniziato a interessarmi di politica: era verso la metà del gennaio 1974, di tardo pomeriggio di un giorno feriale. Lo ricordo come se fosse ora, fu una folgorazione improvvisa. Ma già dall’anno successivo iniziai a spostare la mia attenzione sugli avvenimenti di politica internazionale.

Lo devo fare pure ora.

Ecco, se proprio vogliamo parlare di politica, parliamo, per esempio, di quello che è successo oggi in Islanda.

In attesa di poter emigrare. Definitivamente.

Gli italiani sono ormai irrecuperabili.

P.S.: interessante questo articolo che ho trovato or ora cazzeggiando sul web…

Annunci

15 dicembre 2010 - Posted by | Politica | ,

20 commenti »

  1. Poi mi mandi la traduzione, eh? Io manco il nome del vulcano sapevo pronunciare.
    Loro pero’il precedente governo l’hanno mandato via a furor di popolo (letteralmente). Se non fosse per il clima sarebbe da emigrarci. Pero’ hanno i laghi vulcanici termali dove si fanno il bagno nudi anche d’inverno… ummm… ed e’ solo un’ora e mezza d’aereo da Dublino… da pensarci.
    🙂

    Commento di Martina | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  2. In effetti, quando ho aperto il link, pensavo a un pesce d’aprile.

    Ma aquila, oggi è il 15 dicembre!!! Dici che lo scherzo d’aprile è stato farci credere che qualcosa sarebbe cambiato? Che noi abbiamo abboccato?

    Naaaa, lo sapevano tutti che finiva così :(.

    Commento di Ifigenia | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  3. Marty: la buttiamo subito sul sesso? 😉
    Se proprio non vogliamo emigrare in Islanda, c’è sempre Honolulu. Lo so che bisogna stare attenti al passaggio tra i due climi, ma io mi scopro (e/o scopro) bene…
    Ify: voi avete creduto di avere un presidente del consiglio, poi di avere un governo, poi avete creduto che il governo potesse cadere. E alla fine avete pure creduto (e secondo me ci credete ancora) di abitare in Italia… 🙄

    Commento di aquilanonvedente | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  4. Facciamo una comune blog in Islanda o i Olanda o in Irlanda (basta finisca in -anda… anche Uganda!!! ahahaha)
    Tutti noi blogger sarcastici, pungenti, stimolanti, divertenti, colti…

    Commento di Grimilde | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  5. Ehm….Ser @Aquilastoricizzante, sorvoliamo su queste faccende e sulla tua strabiliante scoperta a ‘500 anni circa’ dalle riflessioni storiche di Ser @Guicciardini … e concentriamoci su quanto la nostra Lady @Marty d’ Irlanda ci ha fatto balenare, della mitica Islanda, sotto gli occhi : “Pero’ hanno i laghi vulcanici termali dove si fanno il bagno nudi anche d’inverno… ummm… ed e’ solo un’ora e mezza d’aereo da Dublino… da pensarci.” !
    NUDI, hai capito ???
    Beh, che ne diresti di farci un giretto ?
    Fa freddo ?
    Ecchissenefrega !
    Noi …. ehm …. con quei “prommemoria” non lo sentiremmo certo !!!

    Commento di cavaliereerrante | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  6. questa è una delle volte in cui concordo in toto con te. Siamo ormai irrecuperabili.
    Se ognuno di noi guardando i tg di ieri con le varie dirette non ha ancora capito con chi si ha a che fare, allora amen. Siamo solo carne da macello…e me fermo qua che se no KW me censura… 😦

    Commento di Zia Raspa | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  7. Sarà che ho le allucinazioni, ma provate a fare clic sul link delle notizie islandesi e guardate la foto di oggi (il testo mi rifiuto, non è neanche una lingua indoeuropea!): ma quelli distesi ad essiccare sulle pietre sono… merluzzi?!?!
    😆

    Commento di Martina | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  8. Grimilde: andrebbe bene anche a Honolulu. Non finisce in “anda”, ma fa lo stesso.
    Ser@Cav.: nun te sbilancia’ troppo, va’…
    Raspa: irrecuperabili, proprio. Però qualche distinzione territoriale dovremmo farla, no? Per esempio, noi della padania…
    Marty: ma allora tu sei proprio fissata con ‘sti merluzzi!

    Commento di aquilanonvedente | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  9. Più che “fissata” ne sono intimorita… insomma mi sento in qualche modo perseguitata… una sorta di incubo Kafkiano 😉
    Ma secondo te sono merluzzi o sogliole?

    Commento di Martina | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  10. Perchè non prenderla a ridere ogni tanto?

    Commento di Marta | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  11. Marty: sogliole sogliole. Indubbiamente sogliole.
    Marta: veramente io la prendo sempre sul ridere. Poi ogni tanto anche sul serio.
    P.S.: vedo che ha successo il giornale islandese, eh? :mrgreen:

    Commento di aquilanonvedente | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  12. Ah bè , se è ogni tanto allora va bene.

    Commento di Marta | 15 dicembre 2010 | Rispondi

  13. ma perchè emigrare noi, poi… la mia isoletta seppure abitata da “pecore” e dopo, da persone, è bellissima. Io ci sto bene, nonostante tutto… E’ un peccato essere governati da magnacci, però non riuscirei mai a lasciarla.
    😉

    Commento di Mapina | 16 dicembre 2010 | Rispondi

  14. Brava Mapina. E’ il motivo per cui torno, in questo paese di puttanieri e veline al governo, di parlamentari che si menano, di citta’ messe a ferro e fuoco dai propri abitanti, di scioperi, disoccupazione, mafia…
    Perché, nonostante tutto, sai cosa? Quando sono li’, STO BENE.
    😉

    Commento di Martina | 16 dicembre 2010 | Rispondi

    • Va bene, statevene o tornatevene pure in patria.
      Tanto lo so perché lo fate: PER GLI ITALIANI!
      :mrgreen:

      Commento di aquilanonvedente | 16 dicembre 2010 | Rispondi

  15. non quelli che votano B.
    pero’ gli altri, dai, non si buttano 😉

    Commento di Martina | 16 dicembre 2010 | Rispondi

  16. Oh, Lady @Marty, che leggo about You : “pero’ gli altri, dai, non si buttano” !!!
    Quali “altri” ???
    ehm … non sarebbe così inutile … ehm … saperlo !

    Commento di cavaliereerrante | 16 dicembre 2010 | Rispondi

  17. e comunque… italians do it better… e se lo diceva Madonna (mia)…. 😉

    Commento di Mapina | 16 dicembre 2010 | Rispondi

  18. Nò, Amico Ser @Aquila, questa volta non condivido, nè poco nè punto, il tuo pensiero, e confermo che – se si vuole fare veramente una “seria e concreta” opposizione al potere “quale che sia”, o nero o rosso, se invade, imbarbarisce e rende allo stremo chi lavora lasciandolo privo di risorse e futuro, CI SI DEVE FERMARE LI’ ! E ci si deve fermare ‘non per rispetto delle regole democratiche’ ( o almeno, non soltanto per quello ), ma per la stessa ragione per cui Pier Paolo Pasolini, alle prime guerriglie ‘pre-sessantotto’, tra Studenti armati di spranghe e ‘bombe molotov’
    ed Agenti della P.S., si schierò, “motivandolo con lettera aperta”, dalla parte dei Proletari, a suo giusto giudizio individuabili più negli Agenti, figli di poveri ( se avevano scelto quel mestiere, e prevalentemente proveniente da gente del Sud senza altre alternative di lavoro ‘che fare il poliziotto’ ), che in “quegli agiati figli di papà” studenti, che sprangavano e devastavano, avendo sempre papà e mamma ad assicurargli ‘vitto e alloggio’ gratis !
    A Roma, c’ erano in piazza a manifestare Lavoratori ‘disoccupati’, Ricercatori vessati, Studenti angariati da una legge ( la legge gelmini ) fasulla ed ingiusta, c’ era insomma Gente di ogni tipo scesa in piazza a tutelare i propri diritti sacrosanti ed a gridarli in faccia ad un governo infame, e dall’ altra parte un governo cialtrone ( scampato, lui che poteva contare sulla più ampia maggioranza nella storia della Repubblica dal 1948 ad oggi, “per tre miseri voti” in più nella votazione della ‘fiducia’, alla sua crisi ), un governo ‘immorale’ coeso soltanto sui propri sporchi interessi e sulla spregiudicata difesa del suo caporione !
    Bene, un migliaio di delinquenti armati di tutto punto sono riusciti con una violenza che gli è propria, “e che prescinde da ogni motivazione quando decide di scendere in campo”, a sconvolgere tutto quanto di buono e di onesto c’ era in quel momento !
    A mio modesto parere “errante”, ci si deve fermare sempre là, poichè la verità invocata da chi soffra e lotti, di tutto potrà avere bisogno per affermarsi, meno che mai “dei mascheramenti, delle spranghe, delle devastazioni e delle aggressioni”, che sono invece armi tipiche ed utili al potere, quando langua e sia prossimo alla crisi !
    Per quanto mi concerne, e senza interessarmi più di tanto al fatto che Saviano “sia difeso e scortato” e con i suoi libri o articoli guadagni cifre non indifferenti ( per me, sono cacchi suoi ! ), applaudo ai contenuti ideali della sua “lettera aperta” !

    Commento di cavaliereerrante | 17 dicembre 2010 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: