Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Il terzo

“A., te l’ho detto un sacco di volte che quando torni da scuola ti devi cambiare i vestiti! Che poi ti strusci e li sporchi, e io mica posso continuare a lavare i tuoi vestiti!”

“A., non puoi lasciare i tuoi vestiti tutti stropicciati sul letto! Li devi ripiegare bene! Io non posso continuare a stirare la tua roba!”

“A., che ci fanno quattro paia di scarpe sparse per il salotto? Vedi di metterle a posto i-m-me-d-i-a-t-a-m-e-n-t-e!”

“A., devo preparare la tavola! Non puoi lasciarla piena di tutti ‘sti quaderni, carte, penne, matite e robaccia simile!”

“A., non me ne frega niente se oggi in mensa hai mangiato un mandarino! Vedi di finire quell’uva! Anche quei due chicchi che dici che hanno la pelle con la cellulite!”

“A., vogliamo ficcarci bene nella zucca che qua il capo sono io e tu mi devi ubbidire? Eh?”

“Papà: il terzo.”

“Il terzo? Ma il terzo cosa?”

18 ottobre 2010 Posted by | Notizie dal mondo fatato, Storie ordinarie | , | 39 commenti