Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Giuro che non è colpa mia…

Giuro che non ho esercitato alcuna opera di “irretimento”.

Nessuna pressione occulta.

Nessun messaggio subliminale (e nemmeno sublinguale).

Nessun abbindolamento.

La richiesta di eri sera è stata naturale e spontanea:

“Papà, stasera mi fai il minestrone?”

Evvai!!!

Annunci

18 agosto 2010 - Posted by | Notizie dal mondo fatato, Storie ordinarie | ,

30 commenti »

  1. Che buono!!!! e poi è la stagione giusta, ingredienti freschi……..

    Commento di andrea | 18 agosto 2010 | Rispondi

  2. Naaaa… non ci credo!!
    Questa è una figlietta d’oro che ti riporterà sulla retta via..:-)

    Commento di dani | 18 agosto 2010 | Rispondi

  3. Evvai!

    Pensa che mia figlia, all’asilo, per convincere i bambini a venirla a trovare, diceva loro “Noi a casa nostra i bambini li trattiamo bene, gli facciamo mangiare il verdurone”.

    Che dire, qualcuno è venuto! 😉

    Commento di Ifigenia | 18 agosto 2010 | Rispondi

  4. con questo caldo?! 😯

    Commento di anto | 18 agosto 2010 | Rispondi

  5. Ma no, succedeva dodici o tredici anni fa, non la ricordo la stagione!

    Commento di Ifigenia | 18 agosto 2010 | Rispondi

  6. mi riferivo alla fatina 😀
    qui fa un caldo pazzesco, pensare in questo momento di mettere in bocca un cucchiaio di minestrone fumante è fuori discussione 😉

    Commento di anto | 18 agosto 2010 | Rispondi

  7. non credo di essere stata un buon esempio per mie figlie. infatti a me il minestrone non piace. per meglio dire… se proprio devo lo mangio, ma non lo faccio quasi mai in casa. e loro lo mangiavano solo quando venivano costrette alla scuola materna. mi consola il fatto che, comunque, hanno sempre mangiato, sin da piccole, grandi quantità di frutta e verdura. ma non il minestrone.

    tua figlia ha preso a te.

    Commento di Maria | 18 agosto 2010 | Rispondi

  8. La tenerezza di questo Padre ‘aquila’ ed il suo cuore, scalfiggono la mia vecchia armatura indurita da mille battaglie e sottilmente trafiggono il petto, scaturendo l’ emozione !
    Non mi sbagliai, @Aquilanonvedente, quando vedendoti volteggiare sulla piana di Gerusalemme pensai che niuna infamia, di quelle che stavamo compiendo sui Mori, avrebbe mai toccato il tuo volo ! E che la barbarie dell’ esistenza attuale, mai ti avrebbe sfiorato intaccando le tue penne lucenti e il tuo affetto orgoglioso di Padre .

    Ps. Ci hai messo un pugno di fagioli ? Non guasterebbero !

    Commento di cavaliereerrante | 18 agosto 2010 | Rispondi

  9. beh pero’ che buono (quello della foto, l’hai fatto tu?). I miei figli quello non e lo chiederanno mai, pero’ il passato di verdure quello si’, me lo chiedono… o la zuppa di pomodoro… basta abituarli, io sono vegetariana e non hanno scelta… adesso mi mangiano il cous cous con le verdure, l’hummus spalmato sul pane, le melanzane alla griglia… mia figlia mangia anche l’insalata, basta che non ci siano pomodori (non le piacciono crudi). Insomma, sempre mezzi italiani sono. E meno male 😀

    Commento di Martina | 18 agosto 2010 | Rispondi

  10. ‘Mezzi italiani’ son @Martina ?
    E chi, crudele, li tagliò in due ?
    A me il nome di quel fellone, che lo passi a punta di spada !

    Commento di cavaliereerrante | 18 agosto 2010 | Rispondi

  11. effettivamente la definizione “mezzi” non mi e’ mai piaciuta. Sono infatti “doppi”, Italiani E Irlandesi. E cosi’ vale per tutti quelli che sono biculturali ovvero figli di genitori di lingua e nazionalita’ diversa.
    La diversita’ arricchisce, certamente non dimezza 😉

    Commento di Martina | 19 agosto 2010 | Rispondi

  12. Andrea: ingredienti più freschi di così! Erano surgelati…
    Dani: mia figlia mi porterà alla disperazione e al tracollo economico, altroché sulla retta via.
    Ify: mia figlia non è ancora arrivata a tanto. Non vorrei cucinare minestrone per tutto il quartiere.
    Anto: qui in padania mica c’abbiamo i 50 gradi delle isole. Noi stiamo più freschi (in tutti i sensi).
    Maria: mia figlia spero abbia preso “a me” le cose migliori. Il minestrone è sicuramente una di queste.
    Cavaliere (errante di viaggio, non di grammatica): un pugno di fagioli è elementro essenziale nel minestrone!
    Marty: manco a me piacciono i pomodori crudi. Per quanto riguarda l’hummus, ci spieghi cos’è oppure devo aprire gugol (oppure sono l’unico a non sapere di cosa si tratta)?
    Comunque il minestrone era buonissimo!

    Commento di aquilanonvedente | 19 agosto 2010 | Rispondi

  13. io conosco il cous cous, l’humus no :mrgreen:

    Commento di anto | 19 agosto 2010 | Rispondi

  14. Una sana richiesta, non c’è che dire. Sarei lieta che anche mia figlia me lo chiedesse, ma finora… 😦

    Commento di linda | 19 agosto 2010 | Rispondi

  15. Tanto per sorridere, il tuo minestrone è stato citato qui.

    Commento di Ifigenia | 19 agosto 2010 | Rispondi

  16. … i miracoli a volte accadono …

    Commento di mamma-monica | 19 agosto 2010 | Rispondi

  17. allora, l’hummus e’ una sorta di pate’ (non esattamente, ma e’ la prima analogia che mi viene in mente per via della consistenza) fatto semplicemente con ceci, succo di limone, pasta di semi di sesamo (si chiama tahihi) e olio di oliva. E’ molto nutritivo e salutare 😉 E’ una specialita’ araba ma viene comunemente consumato anche in Turchia e Grecia. Per qualche motivo qui si trova in tutti i supermercati, ma e’ facilissimo da fare, basta avere dei ceci in scatola. e’ buonissimo spalmato sul pane o con dei cracker. Provare per credere!

    Commento di Martina | 19 agosto 2010 | Rispondi

  18. aggiungo: io adoro i pomodori, saranno le mie origini magno-greche ma vivrei di pomodori ed olive 😉

    Commento di Martina | 19 agosto 2010 | Rispondi

  19. Anche se nata e vive in padania.. la Fatina dovrebbe gradire anche un bel piattone di pane, olio, sale, origano e pomodoro, o no?? 😉

    E sul lastrico non ne ho dubbio!! A parte il fatto che i vecchi e duri papà di una volta non esistono più (altro che la mamma che strillava:”quando torna papà glielo dico!”) non ne parliamo poi se il papà è ormai single.. 🙂

    Commento di dani | 19 agosto 2010 | Rispondi

  20. p.s. più che gradire intendevo dire “apprezzare”!!

    Commento di dani | 19 agosto 2010 | Rispondi

  21. e il cous cous chi lo deve spiegare? io? :mrgreen:

    Commento di anto | 19 agosto 2010 | Rispondi

  22. E chi, sennò, Lady Antonia ?
    Io ?
    Lo farei volentieri, ma il mio perenne vagare non mel consente, ahimè !

    Commento di cavaliereerrante | 20 agosto 2010 | Rispondi

  23. ok
    il cous cous è tipico della nostra provincia. Quello tipico è a base di pesce.
    Il cous cous si fa con semola impastata con acqua in un contenitore apposito. Gira che ti rigira, rigorosamente con una mano, la semola acquista la consistenza giusta. Quando si fa questa operazione si dice che si sta ” ‘ncuccianno ù cous cous”, mentre il contenitore già citato prende il nome di “mafararda” :mrgreen:
    Il cous cous si condisce con olio, cipolla, sale e pepe e si mette a cuocere al vapore per almeno 2 ore. Quando è pronto si mette il brodo di pesce (s’abbivira) e si lascia riposare.
    Sono stata esauriente? 😉

    Commento di anto | 20 agosto 2010 | Rispondi

  24. Sì, però vorremmo assaggiarlo.
    A che ora possiamo passare?

    Commento di aquilanonvedente | 20 agosto 2010 | Rispondi

  25. mai, perchè io non lo cucino proprio!
    E poi con questo caldo, ci manca solo di tenere accesi i fornelli per ore e ore. Manco morta! :mrgreen:

    Commento di anto | 20 agosto 2010 | Rispondi

  26. Eddaisu…
    Per un gruppetto di amici si può anche fare…
    Io porto i tovaglioli.

    Commento di aquilanonvedente | 20 agosto 2010 | Rispondi

  27. mai! :mrgreen:

    Commento di anto | 20 agosto 2010 | Rispondi

  28. Ed io financo il vino !
    un ‘torgiano’ freddo ?

    Commento di cavaliereerrante | 20 agosto 2010 | Rispondi

  29. O un ‘rapitalà’ ?
    O un ‘donna fugata’ delle terre rare ?
    Orsù, mylady @Antonia, non si faccia pregare con moine di femmina !
    Cucini per la truppa !

    Commento di cavaliereerrante | 20 agosto 2010 | Rispondi

  30. BUONISSIMO, IL MINESTRONE!!
    solo vederne la foto mi viene voglia come è successo a te col cappuccino..
    e faglielo, sto minestrone, intanto che lo vuole!

    Commento di silvia | 20 agosto 2010 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: