Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Un’ombra, un botto e una domanda

Un giorno di questa settimana.

Ore 19.20 circa.

Aquila se ne sta sdraiato sul divano del salotto (l’unico che ho, in realtà) a guardare le ultime battute di un TG3 troppo simile a tutti gli altri TG3.

La tapparella della porta finestra è abbassata per tre quarti, onde impedire al sole di trasformare il salotto in un forno (e Aquila non ha voglia di abbassare le tende sul balcone).

La casa è blindata da zanzariere.

A un tratto Aquila vede passare davanti a sè qualcosa, un’ombra, delle dimensioni, all’incirca, di una moneta (direi da cinquanta centesimi, circa).

Fin qui niente di strano, forse un effetto della luce del sole che filtra attraverso la tapparella.

L’ombra attraversa il salotto da destra a sinistra e si dirige contro la libreria, provocando un piccolo botto, come se qualcosa di solido avesse effettivamente colpito il mobile.

Aquila si dirige verso la libreria, ma non nota niente di anormale.

Mah…

Un altro giorno della stessa settimana.

Aquila sta cenando con la piccolina, il televisore a basso volume trasmette le immagini di un cartone animato.

A un certo punto la piccolina chiede: “Papà, quando hai tempo puoi chiedere alla mamma se tornate insieme?

Annunci

2 luglio 2010 - Posted by | Notizie dal mondo fatato, Storie ordinarie, Un po' di me | ,

20 commenti »

  1. Ops.. già un altro post. E sono la prima!!
    Wowww!! Ovviamente poi ci racconti cosa risponde la mamma. Ricorda che la piccola non deve essere delusa.. 😉

    Commento di dani | 2 luglio 2010 | Rispondi

  2. Non ci sarà alcuna domanda…

    Commento di aquilanonvedente | 2 luglio 2010 | Rispondi

  3. ‘naggia… 😦

    Commento di dani | 2 luglio 2010 | Rispondi

  4. Beh.. è sempre bello vedere qualche storia a lieto fine.. a mo’ di fiction rosa. “Tutti pazzi per amore” non ti ha insegnato nulla??
    Ma hai vagamente indagato sulle origini della domanda o l’hai messa giù sull’indifferenza?

    Commento di dani | 2 luglio 2010 | Rispondi

  5. è un po’ una storia dolce-amara!
    ma, unendomi a dani@, tu cosa hai risposto??

    Commento di aurora267 | 3 luglio 2010 | Rispondi

  6. che era, un UFO? :mrgreen:

    Commento di a77 | 3 luglio 2010 | Rispondi

  7. era un terribile insetto? tipo una cimice verde? fanno proprio quel tipo di rumore lì quando si sbattono contro qualcosa. oppure un mostruoso ragno volante? oppure ti eri semplicemente addormentato e stavi sognando?

    Commento di Maria | 3 luglio 2010 | Rispondi

  8. Ma che dolceeee la fatinaaaaaaaaa… anche perchè non ti ha dato neanche fretta!! Vedi che ha detto: “Quando hai tempo!” 😉

    sul botto… il mio voto va a:

    “Calabrone con tendenze suicide!”

    Commento di Godot | 3 luglio 2010 | Rispondi

  9. Cos’era quella cosa non lo so.
    Io propendo chiaramente per una spiegazione soprannaturale.
    Anche perché tutti sanno che gli uomini nei pressi dei cinquanta sprigionano energie magiche…
    Per quanto riguarda l’altra cosa, la piccolina ha notato che la mia espressione è cambiata. Quello che è successo poi è tutta un’altra storia…

    Commento di aquilanonvedente | 3 luglio 2010 | Rispondi

  10. 😯 Non puoi lasciarci così in sospeso… noi Dobbiamo! sapere!!!! Siamo curiosi… o non verremmo a farci i fatti tuoi ogni tre quarti qui!!! :mrgreen:

    Commento di Godot | 3 luglio 2010 | Rispondi

  11. l’altra storia suppongo sia quella più difficile da “digerire”. parlo per esperienza personale.
    proprio in questi giorni riflettevo, provavo a riflettere. io il mio ex marito lo vedo spesso. l’altro giorno lavoravamo fianco a fianco, non capita spesso.
    lui a un certo punto ha fatto un gesto, qualcosa che gli era abituale quando stavamo insieme. mentre io battevo sulla tastiera del pc lui ha allungato una mano, anzi un dito, sul mio polso, facendo roteare attorno al mio polso un bracciale che lui mi ha regalato anni fa.
    un gesto usuale ma fuori da questo attuale contesto. poi si è alzato ed è andato via.
    ho provato un senso di vuoto immenso.
    ho sentito la voragine che ora ci separa.
    la notte, prima di addormentarmi, mi sono chiesta se davvero non ho sbaglaito tutto, ma proprio tutto nella vita.
    al risveglio mi sono detta: no. non potrebbe mai più funzionare. io ora sono un’altra donna e lui è un altro uomo. resiste l’affetto, enorme. ma non potrebbe più esserci amore, passione.

    Commento di Maria | 3 luglio 2010 | Rispondi

  12. Godot: ora vengo da te a farmi un po’ di affaracci tuoi!
    Maria: sì, l’altra parte non si può raccontare. Questo sospetto di “avere sbagliato tutto” fa parte del lungo e lento processo di elaborazione del lutto.
    Mo’ però non voglio fare lo pissicologo, che proprio non è il mio mestiere…
    Vado a prepararmi per la NOTTE ROSA!!!

    Commento di aquilanonvedente | 3 luglio 2010 | Rispondi

  13. non mi piace il rosa.
    preferisco tonalità più decise e meno scontate.
    non amo neanche il bianco… anche perché una notte “in bianco” sarebbe davvero deprimente.
    vado su tonalità calde che ben si addicono a questa calura.

    Commento di Maria | 3 luglio 2010 | Rispondi

  14. Raccontami un pò di questa notte ROSA.. non capisco cosa tu voglia dire.
    E riguardo alla malinconia, lascia perdere rimpianti o rimorsi.. non è proprio il caso. Son sempre più convinta che è troppo difficile fare finta che le cose vadano bene e i figli sono i primi a capire che si sta fingendo o portando avanti qualcosa di forzato. E le conseguenze sono peggiori..

    Commento di dani | 3 luglio 2010 | Rispondi

  15. http://www.lanotterosa.it/

    Commento di aquilanonvedente | 4 luglio 2010 | Rispondi

  16. perché i bambini sono così inconsapevolmenti crudeli e teneramente spietati; ma sono i nostri bambini e questo rende le loro domande… dolci, alla fine…

    Linda

    Commento di linda | 4 luglio 2010 | Rispondi

  17. Ah!! E come è andata?? E’ stata proprio rosa rosa che più rosa non si può….. o no?

    Commento di dani | 4 luglio 2010 | Rispondi

  18. Sono d’accordo con Linda…

    Commento di Maria Emma | 8 agosto 2010 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: