Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Mi sto fissando di fissare il fissante

Avevo preso un paio di giorni di ferie per dipingere la stanza che fra un mese ospiterà la cameretta nuova della piccolina. Ovviamente non l’ho fatto, con la scusa che “tanto c’ho davanti ancora un mese…“. Lo so già che andrà a finire che dipingerò la notte prima dell’installazione…

In segno di buona volontà, però, la scorsa settimana mi sono recato al “Fai da te” e ho comprato: due pennelli (uno largo e uno stretto), un barattolo di acqua ragia (per pulire i pennelli), un telo di plastica (per coprire il pavimento) e un rotolo di nastro di carta (per le rifiniture).

Poi ho iniziato a esaminare le diverse vernici. Stavo esaminando le caratteristiche delle idropitture, il diverso grado di impermeabilità e/o permeabilità, la resa per metro quadrato, le percentuali di diluibilità, quando ho letto su tutti i barattoli una frase che recitava così: “Per una stesura uniforme della pittura, si consiglia di stendere sulle pareti il fissante“.

Il fissante?

Dopo un attimo di smarrimento, mi sono messo alla ricerca dei fissanti e li ho trovati poco lontano.

I fissanti sono liquidi contenuti in barattoli di plastica che, miscelati con l’acqua, devono essere stesi sulle pareti da dipingere, affinchè, appunto, l’idropittura si fissi alla parete stessa.

E mentre stavo valutando che, oltre alle due mani di idropittura, avrei dovuto stendere anche due mani di fissante e già mi chiedevo se fosse sufficiente una settimana di ferie o se avessi dovuto chiedere un periodo di aspettativa, ho letto sui barattoli una frase che suonava così: “Accertarsi che le pareti siano idonee all’applicazione del fissante, al fine di evitare stesure non omogenee dell’idropittura“.

Cioè, riassumendo, per evitare di dipingere una stanza a grumi, devo stendere prima il fissante, però devo sapere se la parete sopporta il fissante (che faccio, le mando una mail?), perché altrimenti non solo il fissante non si fissa alla parete, ma nemmeno l’idropittura si fissa al fissante, oppure l’idropittura di fissa comunque al fissante, ma è il fissante che non si fissa alla parete e crolla tutto.

Sono rovinato…

Annunci

15 febbraio 2010 - Posted by | Storie ordinarie, Un po' di me | , ,

32 commenti »

  1. la canzone che ha scelto è bellissima.
    senti… e se provassi a prendere in considerazione l’idea di lasciar perdere e di rivolgerti a chi lo fa di mestiere?
    cioè… secondo me tu non ci sei tanto portato per il “fai da te”…
    notte e scusa se sono stata sincera, sincerissima…

    Commento di maria | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  2. Caro Aquila, lascia stare il fissante: una buona scartavetrata, ed eventualmente cambia tipo di pittura: ci sono quelle che si passano pure sopra la carta da parati.

    A me m’ha rovinato la guera (con una erre): scherzo, a me m’hanno rovinato due studenti che facevano lavoretti per guadagnarsi qualcosa: quattro mesi per dipingere le pareti e la porta di una stanza, non ne volevano sapere di diluire la vernice, non ti dico il risultato, oltre al consumo in quantità industriale di vernice. Li ho buttati fuori a calci nel sedere, e ho finito il lavoro di per me.

    Certo, alla prossima ci sarà da rasare…

    Commento di Ifigenia | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  3. Ma sei un preciso! Il fissante? Ma quando mai…

    Commento di Linda | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  4. …di colori me ne intendo un po’.
    Le idropitture, proprio perchè a base di acqua, non hanno bisogno di acquaragia per la pulitura dei pennelli, sarà sufficiente l’acqua corrente. Evita di mettere vernici sulle pareti, poi non le togli più ed è malsano per chi ci riposa.
    Il fissante serve solo se è la prima volta che quel muro vede il colore, però non è obbligatorio, mentre invece se il muro ha già la sua esperienza ed è solo ora di ritinteggiare, passalo con uno straccio umido per lavarlo leggermente e poi inizia con due mani di bianco.
    Ultima cosa: fallo subito, il colore deve potersi asciugare prima che nella stanza vi soggiorni qualcuno.
    Scusa per la filippica, buon lavoro.

    Commento di M | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  5. Ricorda il cappellino in testa per proteggerti dagli schizzi :mrgreen:

    Commento di anto_s1977 | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  6. Grazie, grazie a tutti per i preziosi consigli (non sto scherzando)!
    Sono sicuro che la tinteggiatura verrà (quasi) perfetta.
    A chi mi ricorda il cappellino, vorrei precisare che il mio timore è che, dipingendo il soffitto, l’idropittura coli dal manico del pennello lungo il mio braccio, si insinui nell’ascella per proseguire lungo il fianco, entri ed esca dalle mutande e continui la sua corsa lungo la gamba, per finirla dentro alla scarpa.
    P.S.: ma visto che siete una squadra così ben affiatata, non è che potreste organizzare una trasferta e dipingermela direttamente voi la stanza (sto scherzando)?

    Commento di aquilanonvedente | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  7. Io tra meno di un mese capiterò dalle tue parti, e sono bravissima nei lavori di pittura 😉 (non sto scherzando)

    Commento di Ifigenia | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  8. allora ci vuole una tuta da astronauta, tutta sigillata :mgreen:

    Commento di anto_s1977 | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  9. Perchè fermarsi ai coloriii… fai un affrescoooo… l’ideale sarebbe l’ultima cena… dai che è facile! :mrgreen:

    Commento di Godot | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  10. Ottima idea Godot, e un bel trop d’oil??? Magari il soffitto blu con tante stelline…. oppure pareti in tinta unita e un po’ di colori e pennelli in mano alla fatina così si fa la cameretta come preferisce… 😉

    Commento di ami | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  11. Ops ho dimenticato una m era tromp d’oil :mrgreen:

    Commento di ami | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  12. Uhhh e poi ami c’è anche quella carta da parati speciale… fatta apposta per essere scarabocchiata, disegnata, cancellata… etc. etc dai pargoliiiii!!! 😀

    Commento di Godot | 15 febbraio 2010 | Rispondi

  13. Con tutti questi consigli come minimo poi ci devi far vedere il risultato finale!!! 8)

    Commento di ami | 16 febbraio 2010 | Rispondi

  14. tutte artiste sh? :mrgreen:

    Commento di a77 | 16 febbraio 2010 | Rispondi

  15. Uuuuh e io non avevo ancora proposto di fare gli stencil con le faccine di Winnie the Pooh e compagni! 😀

    Commento di Godot | 16 febbraio 2010 | Rispondi

  16. wow.. ma per una parete artistica arrivo io…..

    Commento di viandante | 16 febbraio 2010 | Rispondi

  17. Toh!
    Ho trovato una bella compagnia di pittori!
    Tutti bravi a parole, eh?

    Commento di aquilanonvedente | 17 febbraio 2010 | Rispondi

  18. io no.
    sono la negazione caduta sulla terra per quanto riguarda questo genere di lavori.
    non per mancanza di buona volontà… ma farei solo danno.

    Commento di maria | 17 febbraio 2010 | Rispondi

  19. mi associo a maria, non sono molto creativa. 😉

    Commento di a77 | 17 febbraio 2010 | Rispondi

  20. Ioo iiooooo vogliooo pittare iooooooo!!! Datemi un rullo, un pennello, una spatolaaaa… la stanza la ritinteggio ioooo!!!

    Commento di Godot | 17 febbraio 2010 | Rispondi

  21. Con la lingua?

    Commento di aquilanonvedente | 18 febbraio 2010 | Rispondi

  22. aquila… coricati…

    Commento di maria | 18 febbraio 2010 | Rispondi

  23. Mo’ vado a letto. Buonanotte…

    Commento di aquilanonvedente | 18 febbraio 2010 | Rispondi

  24. ti sono vicino: sto traslocando ed è un ammazzatura!!!

    Commento di 3D - in cerca di editore | 18 febbraio 2010 | Rispondi

  25. mmm… no… veramente pensavo a metodi più convenzionali!!

    Commento di Godot | 18 febbraio 2010 | Rispondi

  26. Se dipingo le nuvolette sul soffitto, sarà una variazione sul tema gradita?
    Cioè, mi sto sentendo un po’ come il Michelangelo che ha dipinto quel soffitto là, come si chiama… la cappella cinquina.

    Commento di aquilanonvedente | 19 febbraio 2010 | Rispondi

  27. spiritoso…
    guarda che tua figlia mica deve soffrire di incubi notturni per colpa tua… nuvolette sul soffitto… tu… mah…

    Commento di maria | 19 febbraio 2010 | Rispondi

  28. Nuvolette sul soffitto? OK! … e quando si spegne la luce come per magia… si vedono le stelle!!! Fosforescenti… ovviamente! Non sono pazza… parola mia si può fare!!!

    Commento di Godot | 19 febbraio 2010 | Rispondi

  29. ma stai ancora con questa tinta e con questo fissante?
    e io che speravo in qualcosa di nuovo…
    please…

    Commento di maria | 20 febbraio 2010 | Rispondi

  30. e allora come è andata co’ sto fissante? s’è fisato.. o no? 😉

    Commento di viandante | 21 febbraio 2010 | Rispondi

  31. fiSSAto!!! 🙂

    Commento di viandante | 21 febbraio 2010 | Rispondi

  32. Calma, calma… Pitturo il prossimo week-end.
    In questi giorni sono stato chiamato da B16 per dare una rinfrescata alla sua cucina…

    Commento di aquilanonvedente | 22 febbraio 2010 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: