Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

La politicante e il caso del supermercato chiuso a ferragosto.

Non è il titolo di un giallo politico-commerciale.

E’ semplicemente un piccolo caso di mala-politica.

Credo di avere avuto una discreta esperienza per riconoscere i trucchi e le furbizie che i politicanti utilizzano a tutto spiano in quella che per loro è “attività politica” ma che in realtà altro non è che ciarpame pseudo-politico.

Un comportamento molto diffuso tra i politicanti è quello di indurre sospetti nei confronti degli avversari, un atteggiamento che io definisco mafioso.

Mi spiego meglio.

aggiustamento motoreLa politica, quale tecnica di governo della società, prevede che si compiano determinate scelte, in quanto le risorse normalmente disponibili non sono mai sufficienti a garantire contemporaneamente tutti i bisogni della società. D’altronde, se vi fossero risorse per fare tutto e subito, non ci sarebbe alcun problema di allocazione delle risorse e non ci sarebbe alcun bisogno della politica.

Supponiamo, per semplificare, che una data comunità debba asfaltare le strade e ristrutturare le scuole. Cosa fare per prima cosa? Supponiamo che vi siano due parti con posizioni diverse: ognuna delle due porterà avanti la propria, la maggioranza delle gente deciderà e a quel punto non vi sarà una posizione giusta e una sbagliata, ma una maggioritaria e una minoritaria. Ognuno avrà valutato i pro e i contro, avrà deciso e ovviamente dovrà farsi carico anche delle conseguenze della propria decisione.

Ecco, questa è la politica normale.

I politicanti invece si comportano in maniera diversa.

Anzitutto per i politicanti è difficile avere un’opinione propria. Più probabile che abbiano interessi.

In secondo luogo i politicanti non valutano le conseguenze delle loro scelte. Spesso non ne hanno la capacità, né la voglia.

In terzo luogo i politicanti non sono interessati a una normale dialettica politica, ma soltanto a creare confusione, affinché la gente capisca poco o niente. Inoltre devono indurre il sospetto che gli avversari siano in malafede.

E ora veniamo al caso del supermercato.

Una catena di supermercati ha pubblicato su un quotidiano nazionale una lettera aperta a 22 amministrazioni comunali che non hanno concesso l’apertura straordinaria nel giorno di ferragosto.

Le amministrazioni interessate sono sia di centrodestra sia di centrosinistra. Tra queste amministrazioni ve n’è una di un paese della provincia di Piacenza. Questo grazioso (si fa per dire) paesello emiliano ha come capogruppo di minoranza in consiglio comunale per il PDL una graziosa (si fa per dire) signora bionda, con capelli leggermente mossi, occhiali alla moda e sorriso semi-accattivante (non conosco altri particolari perché la foto non si spinge più giù) che al quotidiano locale ha rilasciato questa dichiarazione, della quale riporto le prime due frasi (le successive sono comunque ininfluenti per il lieto proseguimento della nostra vita), con le considerazioni che qualsiasi persona normale potrebbe fare.

“Mi chiedo come mai non sia stata concessa la deroga.”

Cioè, lei sta dicendo di non essere d’accordo con una decisione della quale non conosce le motivazioni?

Non era meglio leggere il provvedimento di diniego ed eventualmente, in un secondo momento, polemizzare con quella decisione? Perché lei sa, vero, che un provvedimento amministrativo deve essere motivato, no? Altrimenti è illegittimo, ma questo vizio non è stato sollevato, quindi vuol dire che una motivazione c’è.

“Penso che se qualche altra catena lo avesse chiesto, magari la si concedeva.”

A parte il fatto che ha sbagliato il tempo dell’ultimo verbo (avrebbe dovuto dire “forse la si sarebbe concessa” – anche il “magari” c’azzecca pochino…), in base a quali elementi fa questa considerazione?

Vedo che le amministrazioni che hanno negato l’apertura straordinaria sono di diverso colore politico, così come probabilmente lo sono quelle che invece l’hanno concessa. Quindi vuol dire che non è un problema di “affinità politica”, ma di scelte amministrative.

Perché non si limita a esporre le sue idee, senza accusare di scorrettezza o addirittura di disonestà i suoi avversari politici? Perché vuole indurre nella gente questi sospetti verso gli amministratori del suo paese?

E se la deroga fosse stata concessa, chi mi dice che lei non avrebbe protestato per avere obbligato i dipendenti dei supermercati a lavorare anche in un giorno festivo?

Ecco, questo è un piccolo esempio di piccola politicante di provincia che fa cattiva politica.

A questa gente non andrebbe fatta passare alcuna delle stupidaggini che dice.


Annunci

17 agosto 2009 - Posted by | Politica, Storie ordinarie |

4 commenti »

  1. devo ammettere (a malincuore?) che mi piace la tua analisi sul mondo politico odierno. forse c’è una leggera nota di cinismo, ma giustificata. dato che la realtà, anche in questo campo, troppo sepsso va oltre l’immaginazione. e in Italia stiamo davvero raggiungendo il fondo.

    Commento di melania | 17 agosto 2009 | Rispondi

  2. Il problema è che eleggendo queste persone noi diamo loro una delega ad operare le scelte di cui sopra nel NOSTRO interesse.. ma questo piccolo particolare mi sa che non è molto chiaro!!!
    .. E tu pretenderesti che la tizia – che sa aggiustare molto bene i motori, come l’immagine che metti testimonia giustamente fornendo oltretutto un elemento fondamentale alla valutazione complessiva della soggetta- sappia bene perfino le coniugazioni dei verbi??
    che pretese !!!

    Commento di 1,2,3stella | 17 agosto 2009 | Rispondi

  3. ..embèèèhhh ??!!

    Commento di 1,2,3stella | 20 agosto 2009 | Rispondi

  4. …troppo accaldato per scrivere qualcosa di nuovo?
    resisti, da domani il caldo dovrebbe diminuire (così ho sentito, così spero…)

    Commento di melania | 21 agosto 2009 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: