Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Dialogo tra un papà-martire e la figlia di sette anni (con opportune precisazioni)

San Mauro martire

San Mauro martire

Papà: siamo venuti in questo centro commerciale per acquistare zaino, astuccio e diario per la scuola. Siamo partiti stamattina con un caldo torrido. Hai analizzato, scandagliato, soppesato, provato decine di zaini. Hai aperto e controllato tutti gli astucci disponibili, commentandone il relativo contenuto. Hai sfogliato tutti i diari, anche quelli chiaramente per maschi. Nel frattempo io ho conosciuto quasi tutti i commessi dell’ipermercato, ho letto il giornale comprato all’ingresso e i risvolti di copertina di una ventina di best-seller e ho mandato decine di sms per sapere come procedeva il mondo fuori. Ora che dici, possiamo andare?

Figlia: no.

P: che altro ti serve?

F: una borsa termica.

P: una borsa termica?

F: e il thermos per le pietanze.

P: Il thermos per le pietanze? Per la scuola?

F: no, per il centro estivo.

P: e cosa te ne fai? Al centro estivo potete scegliere tra il pasto completo, i primi piatti caldi, le piadine, i panini…

F: ma io voglio portarmi da mangiare da casa. Non posso mangiare sempre quella roba lì.

P: e chi ti preparerebbe il pasto da portare da casa?

F: tu.

P: io? E perché non la mamma?

F: lei non ha tempo.

P: ah! E io sì?

F: sì.

P: beh, scordatelo. Già mi sveglio presto quando sei con me e non ho nessunissima intenzione di alzarmi ancora prima, magari alle sei, per prepararti il pasto per il centro estivo! Non se ne parla nemmeno!

Due giorni dopo la piccola se ne va trotterellante al centro estivo con una nuova borsa termica con all’interno un nuovo thermos con la pasta al ragù cucinato personalmente dal papà-martire e le patate lesse condite con olio, limone e prezzemolo, il toast con prosciutto crudo e la merendina al cioccolato…

29 luglio 2009 Posted by | Notizie dal mondo fatato, Un po' di me | , , | 23 commenti