Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Parliamo oggi del 25 aprile?

Perché parlare oggi del 25 aprile?

Non tanto per fare gli anticonformisti, quanto per chiarire, a mente fredda, alcune cose.

Il 25 aprile non rappresenta la fine della guerra, nè in Italia (formalmente è finita il 29 aprile, di fatto – se non sbaglio – qualche giorno dopo), nè in Europa (è finita il 9 maggio) e nemmeno nel resto del mondo (il Giappone è crollato sotto le bombe atomiche americane a giugno).

E allora il 25 aprile che cavolo è successo?

E’ successo che i partigiani hanno liberato le principali città del Nord: Milano, Bologna, Genova, poco prima che arrivassero gli Alleati, insomma.

Ma al Sud? Che succedeva al Sud, sotto l’amministrazione  alleata?

“Ci vorranno anni per ridare agli italiani del Sud una dignità di popolo. Oggi la loro caratteristica essenziale sembra essere la passività”. Questo scriveva nel 1943 un dirigente comunista a Togliatti.

Quando facevo l’amministratore partecipavo regolarmente alle manifestazioni del 25 aprile. Sentivo gli oratori di turno lodare i partigiani, con accenti più o meno forti. Poi vedevo qualche scolaresca costretta a partecipare a una liturgia incomprensibile e oggi mi chiedo: cosa sarà rimasto nella testa di quei bambini di questa ricorrenza? Niente. Sarebbe stato meglio se qualcuno avesse realizzato un cartone animato sui partigiani, al posto di quelli insulsi giapponesi.

25 aprile, 1° maggio, 2 giugno: oggi guardiamo queste date sul calendario per vedere se riusciamo a fare il ponte, controlliamo le previsioni del tempo, cerchiamo i last minute.

Qualcuno, tanto per fare qualcosa di diverso, si mette a fare le pulci agli altri e si chiede: “Perché dovrei festeggiare il 25 aprile insieme agli ex fascisti, che manipolano la storia?”

Chi dice così, evidentemente, si sente depositario della verità, in questo caso storica.

Io diffido sempre da chi si sente depositario della verità: i preti e i dittatori anzitutto, poi via via a cascata tutti quelli che giurano di essere dalla parte giusta.

Io sono stato per anni iscritto, militante e amministratore del PCI: ero comunista (un po’ atipico, a dire la verità, ma pur sempre comunista).

Per anni sono stato oggetto di “esami di democrazia” da parte dei politici degli altri partiti: quei partiti che lottizzavano l’Italia; che la facevano annegare in un mare di debiti (ricordate chi diceva “La nave va?”); che coprivano attentati e stragi terroristiche; che mandavano al macello sotto i colpi della mafia i servitori dello Stato; che taglieggiavano imprese, commercianti, cittadini per finanziarsi. Alcuni di questi (pochi, purtroppo) sono finiti in galera negli anni novanta. Tanti sono ancora in circolazione, nel centro-destra e nel centro-sinistra.

Per anni ho dovuto rispondere che io volevo essere giudicato per la mia storia e per quello che facevo qui, in Italia, mica per Stalin o Pol Pot, ma quelli insistevano che io c’avevo il DNA malato di stalinismo, che non ero credibile, che dovevo sottopormi a continue iniezioni di democrazia.

Poi questo periodo è passato. Qualcuno agita ancora lo spauracchio dei comunisti, ma con sempre meno incisività.

Ora, di fronte a una ricorrenza simbolica della fine della guerra e della dittatura, io dovrei mettermi a fare gli esami a quelli che, nel loro passato, sono stati di destra?

Non ci penso nemmeno.

Io voglio guardare avanti e giudicare le persone per quello che fanno qui e ora, non per i loro nonni. Altrimenti il nostro rimmarà per sempre un Paese di serie B.

E mentre tante persone ragionano e discutono con la testa rivolta al passato, il Berlusca si avvia verso la maggioranza assoluta dei voti…

29 aprile 2009 - Posted by | Politica | ,

2 commenti »

  1. uhmm.. si vabbè, guardare avanti ma mica anni luce?? .. ERI comunista ed ora sembri il gemello di berlusca…
    Vabbè,in generale AVRESTI RAGIONE, ma nella fattispecie non smetterò di essere polemica, anche perchè i comunisti qua in italia non hanno mai mangiato i bambini, mentre questi qua fanno ancora il saluto fascista e soprattutto sono fascisti dentro !!!

    Commento di 1,2,3 stella | 29 aprile 2009 | Rispondi

  2. Noooooooooooo il Berlusca noooooooooooooooo!

    Commento di Godot | 30 aprile 2009 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: