Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

I dieci comandamenti, le donne e via dicendo…

comandamenti1Di Fernando Savater avevo già letto qualcosa diversi anni fa (La politica spiegata a un figlio, o roba del genere) e non mi aveva entusiasmato. Alcuni giorni fa, in persistente crisi mistico-culinaria, ho acquistato alla libreria Coop questo “I dieci comandamenti nel XXI secolo” e non mi ha entusiasmato neppure questo.

Mi aspettavo che, partendo da una storicizzazione delle tavole della legge, Savater dicesse la sua su come devono essere intese oggi quelle regole e invece gli spunti storici sono pochini (e non sufficientemente approfonditi: per esempio, che vuol dire che gli ebrei non sono sempre stati monoteisti?) e le sue elucubrazioni sono troppo banali.

Eh sì, perché se voglio sentire delle banalità vado all’università, oppure acolto porta a porta o ballarò, ma se compro il libro di un filosofo, mi aspetto che mi fornisca gli strumenti per sostenere una discussione con l’edicolante, con il benzinaio oppure con la commessa della Coop. Altrimenti non mi serve a niente.

E soprattutto Savater non risponde a una domanda essenziale: perché tutti i dieci comandamenti, direttamente o indirettamente, si occupano della donna?

In che senso? si chiederà qualcuno/a. E’ presto detto, basta leggerli.

comandamenti21) Non avrai altro Dio fuori di me e 2) Non nominare il nome d Dio invano. Questi due sono intimamente legati: è ovvio che ci si rivolge direttamente all’uomo, soprattutto quello innamorato, ricordandogli che la donna è soltanto una emanazione della sua scapola (o costola? non ricordo bene) e che in quei momenti è inutile invocare Iddio (del tipo: Oddio… Oddio…), inquantoché se lo fa lei vuol dire che sta mentendo spudoratamente e se lo fa lui vuol dire che ha soltanto perso il senno.

3) Ricordati di santificare le feste. Cioè quando, uomo, sei finalmente arrivato alla domenica, rifiutati di farti coinvolgere in pulizie, gite e robe del genere. Goditi il tuo meritato riposo spaparanzato sul divano, oppure allo stadio, o al bar.

4) Onora il padre e la madre. Questa è una regola che va letta con la famosa clausola ad escludendum: non dice di onorare la moglie, ma soltanto il padre e la madre.

5) Non uccidere. E’ ovvio che l’oggetto del precetto è la donna nelle sue molteplici forme: moglie, fidanzata, amante, amica, parente, conoscente, eccetera.

6) Non commettere adulterio. Beh, qui non ci sarebbe nemmeno bisogno di spiegazioni, in quanto il senso è chiarissimo: caro uomo, dal momento che di donna già ce n’hai una, che bisogno hai di complicarti l’esistenza andandotene a cercare un’altra?

7) Non rubare. Questa regola può avere diversi significati: può essere legata a quella precedente (non rubare la donna di un altro uomo: perché vuoi fargli questo favore gratis?) oppure può voler dire: non rubare, perché tanto anche se svaligiassi tutto Forte Knox, tua moglie ti direbbe comunque che non hai fatto abbastanza).

8) Non dire falsa testimonianza. E’ ovvio che si riferisce al momento nel quale moltissimi uomini, posti volenti o nolenti di fronte a un altare, si sentono chiedere: vuoi tu tizio prendere come sposa tizia e prometti di amarla, onorarla, eccetera eccetera? Ecco, quello è il momento di dire la verità, tutta la verità, nient’altro che la verità: NO. (Lo so, al posto dell’8 esce fuori una faccina, ma è lo stesso).

9) Non desiderare la donna d’altri e 10) Non desiderare la roba d’altri. Qui il buon Dio ribadisce: se proprio sei caduto in disgrazia, perché vuoi raddoppiare la tua sofferenza?

Ecco, questa è una lettura dei dieci comandamenti aderente al testo originario.

Non aggiungo altro. La prossima volta il libro lo scrivo da me.

1°P.S.: il modem senza fili l’ho disattivato, perché per attivarlo occorre inserire nella porta usb del pc un suppostone che poi mi imbroglia nei movimenti. E non fate commenti.

2° P.S.: stasera c’è la sesta puntata di TUTTI PAZZI PER AMORE. Quindi dalle 21.30 alle 23.30 io non esisto per nessuno, (però se suona il campanello la Bellucci, apro lo stesso, perché tanto la puntata me la registro pure…).

11 gennaio 2009 Posted by | Libri, Pensieri disarcionati, Religione, Sani principi, Storie ordinarie | , , , | 42 commenti