Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Fatto, completato e spedito!

Ho completato il raccontino di cui parlavo nel post precedente e l’ho inviato all’editore.

Avrei voluto avere più tempo per lavorarci su, ma io mi riduco sempre a fare le cose all’ultimo momento… Pazienza.

Si tratta di un racconto bonsai: una pagina scarsa, finale ovviamente a sorpresa.

Ancora un po’ che li accorcio i racconti e potranno essere pubblicati sui pacchetti di sigarette (perché no? Sarebbe una bella idea per diffondere la letteratura, no?)

Una volta ho letto che a Stephen King chiesero perché scrivesse sempre libri lunghissimi, chilometrici e lui rispose che non aveva problemi a misurarsi anche con i racconti brevi, sfornando lì sul momento un mini bonsai che faceva all’incirca così: “La guerra necleare era finita. L’unico uomo sopravvissuto se ne stava chiuso nel suo bunker. Qualcuno bussò alla porta.

Brrrrrrr…… io con i racconti horror non mi cimento, perché poi non dormo la notte.

A proposito, chi volesse leggere il mio racconto pubblicato in rivista, me lo chieda pure via e-mail che, appena mi arriva glielo invio con molto piacere.

Ora proseguo con la lettura di “Inchiesta sul cristianesimo. Come si costruisce una religione” di Augias-Cacitti.

Il tema mi interessa molto, però finora il libro non mi soddisfa pienamente.

Non capisco bene il perché, ma è come se i due autori si sforzassero eccessivamente di essere “obiettivi” e questo li fa girare attorno alle questioni, senza affrontarle di petto.

Comunque un giudizio definitivo soltanto dopo la lettura completa, ovviamente.

Per ora buonasera, buonanotte, sogni d’oro e… chiudete bene la porta, mi raccomando!

30 settembre 2008 Posted by | Racconti, Un po' di me | , | 13 commenti