Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

Eloisa e Abelardo

” Io non ho mai amato altro in te che te stesso, Dio lo sa; ho desiderato esclusivamente te, non ciò che tu avevi.

Non miravo al patto nuziale né ad alcuna dote, e non ho mai desiderato soddisfare il mio piacere o la mia volontà, ma la tua, esclusivamente.

E se il nome di moglie sembra più santo o più valido, mi è sempre stato più dolce il nome di amica o, se non ti scandalizzi, quello di amante o di prostituta, perché, quanto più mi umiliavo davanti a te, tanto più ti piacevo e in tal modo, inoltre, recavo meno danno alla tua fama.”

(II Lettera di Eloisa ad Abelardo – XII secolo)

Eloisa implora Abelardo di scriverle ancora, non solo per darle sue notizie, ma per dimostrarle di non averla dimenticata.

Lei vive tutta la sua vita nel ricordo dell’amore che è la ragione stessa del suo esistere, mentre Abelardo, dice, non pensa più a lei.

E conclude che questo è del resto inevitabile, perché, mentre lei ha amato con tutto il suo essere, Abelardo ha amato solo con i sensi e il suo amore per lei era attrazione fisica, non vero amore.

7 agosto 2008 - Posted by | Smancerie pseudo-sentimentali | ,

7 commenti »

  1. ma tu chie sei..?? Eloisa o..Abelardo..??
    p.s. certo che se la sera ti diletti con questo genere di video.. Sì, sì, sì… sono un buon sistema per fare “sogni”… 😉

    Commento di karla | 8 agosto 2008 | Rispondi

  2. La lettera ed il tuo commento sono proprio ciò che volevo dire al mio Abelardo, o meglio a colui che io ho vissuto come tale, ma non ci riuscivo tanto il dispiacere di sentirmi fraintesa mi rendeva incapace di scrivere. Grazie per avermi dato le parole per dirlo

    Commento di Buzzi | 8 agosto 2008 | Rispondi

  3. …non ho mai desiderato soddisfare il mio piacere o la mia volontà, ma la tua, esclusivamente…
    forse è per questo che lei si convince che abelardo l’ha amata solo con i sensi e se è solo con i sensi che l’ha amata è per lo stesso motivo.
    Buona serata
    Francesca

    Commento di francesca | 9 agosto 2008 | Rispondi

  4. Azzz… e perché non l’hai fatto?
    in vespa?
    forse qualche problemino…
    traghetto + vespa avrebbe avuto già più senso.
    a nuoto no?
    buon sabato sera

    Commento di melania | 9 agosto 2008 | Rispondi

  5. La “storia delle mie disgrazie” e le lettere tra ABelardo ed Eloisa sono state un “must” dei miei vent’anni.
    E ora che sono più vicina ai 40 che ai 30, rileggere quel libro mi commuove fino alle lacrime.
    Mi sto rammollendo, è inutile… 🙂

    Commento di Arruffata | 9 agosto 2008 | Rispondi

  6. Questa te la potevi risparmiare! 😦
    A.

    Commento di a77 | 10 agosto 2008 | Rispondi

  7. Veramente oggi sto benissimo, sono in forma 😉
    A.

    Commento di a77 | 10 agosto 2008 | Rispondi


Se proprio vi prudono i tasti del pc, potete scrivere qualcosa... (ma niente parolacce, finirete nello spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: